Gestione del rischio (denaro) – Parte 2 Tecniche sviluppate

In precedenza, abbiamo pubblicato la prima parte della serie sulla gestione del rischio. Lì abbiamo spiegato alcune delle tecniche di gestione del rischio di buon senso, come l’esposizione al commercio, il rapporto rischio / rendimento, l’aggiornamento con le notizie di mercato, la gestione della leva finanziaria e il giornale di negoziazione. In questa parte spiegheremo le tecniche che sono state sviluppate da trader, economisti e analisti, che possono essere un po ‘più complicate, ma sono essenziali per comprendere e far parte del tuo trading al fine di minimizzare il rischio. Eccoci qui!

Minore è il rischio, maggiori sono le possibilità di successo

abbassare il rischio, maggiori possibilità di successo

Aumenta le tue probabilità di vincita (utilizzando analisi fondamentali e tecniche) – A meno che tu non sia un banchiere centrale o il capo di un grande fondo di investimento, non puoi fare nulla per influenzare il mercato; tutto quello che puoi fare è essere dalla parte giusta al momento giusto. Tuttavia, non è così facile come sembra, motivo per cui devi utilizzare analisi sia fondamentali che tecniche per aumentare le tue probabilità di vincita e ridurre al minimo il rischio di perdere il più possibile. Molte di queste strategie sono state sviluppate nel corso di molti anni, quindi ci sono molte opzioni tra cui scegliere. Puoi trovare alcune delle migliori strategie qui su fxleaders.com nella sezione strategie. Alcune delle migliori strategie, secondo me, sono: “Support and Resistance Levels”, “The Candlestick Strategy”, “Trading the News”, “Moving Averages” e “Trading the Market Sentiment”.

Dopo aver testato diverse strategie e deciso quale funziona meglio per te, crea un piano di trading e rispettalo fintanto che ti porta risultati positivi. Puoi effettuare controlli periodici per vedere se sei rimasto fedele al piano e giudicarne il successo tenendo un diario di trading. Un diario di trading è proprio come un diario delle tue operazioni, come abbiamo spiegato nella prima parte.

Per ulteriori informazioni su come tenere un diario di trading: Tenere un diario di trading – Strategie di trading Forex

La copertura ti protegge da eventi imprevisti

La copertura ti protegge da eventi imprevisti

Copertura – La maggior parte delle grandi società di investimento e degli hedge fund utilizza la copertura per proteggersi dalle fluttuazioni del mercato e per ridurre al minimo i rischi, da cui il nome. La copertura è una strategia di trading in cui acquisti e vendi due coppie positivamente correlate contemporaneamente. Ci sono momenti in cui la tua analisi tecnica mostra che dovresti comprare il dollaro USA perché è ipervenduto, ma l’analisi fondamentale ti lascia incerto. In questo caso, dovresti scegliere due valute correlate positivamente come il dollaro australiano e quello neozelandese. Puoi vendere AUD / USD perché l’economia australiana non sta andando bene come l’economia della Nuova Zelanda e acquistare NZD / USD.

Se i fondamentali dell’USD risultano positivi, il tuo profitto dalla posizione corta AUD / USD sarà maggiore della perdita dalla posizione lunga NZD / USD, poiché l’AUD è più debole. Se si è verificato il contrario, il tuo profitto dalla posizione lunga NZD / USD sarà maggiore della perdita dalla posizione corta AUD / USD. In questo modo riduci al minimo il rischio e la maggior parte delle volte finisci in profitto, anche se potrebbe non essere eccezionale come quando scambi solo una coppia.

Per leggere l’articolo completo sulla copertura: Copertura – Strategie di trading Forex

Applicare il metodo anti-Martingala – Il dimensionamento della posizione è un fattore molto importante per la gestione del rischio. Il commerciante di forex dovrebbe regolare la dimensione del commercio in base al comportamento del mercato e alle probabilità di vincita di ogni scambio. È logico allocare più fondi alle negoziazioni con un’alta probabilità di vincita e tagliare un numero di fondi per le negoziazioni con una probabilità di vincita inferiore. Questa è la base del metodo Martingale. Questo metodo è stato sviluppato come strategia di scommessa ma è stato utilizzato anche nel forex, solo nella direzione opposta.

Il metodo martingala consiste nel raddoppiare la tua posizione di scommessa (posizione di trading nel nostro caso) dopo ogni perdita. In questo modo sei assicurato su ogni singola operazione, anche se perdi cinque operazioni di seguito. Il problema con il metodo è che quando fai trading sul forex hai solo sette opportunità consecutive di recuperare ciò che hai perso, anche se inizi con un rischio molto ragionevole, come il 2% del conto. Con l’estrema volatilità che abbiamo visto di recente, non è raro avere sette operazioni perdenti consecutive. Quindi, molti trader usano il metodo Martingale al contrario. In questo modo hanno dimezzato la dimensione della posizione dopo ogni perdita, il che significa che puoi praticamente perdere all’infinito e comunque non rimanere senza fondi. Quindi, quando la catena perdente è finita, iniziano a raddoppiare la dimensione della posizione fino a quando non ottengono un’altra perdita. Per me, questo è un metodo di gestione del rischio molto ragionevole.

Distribuzione del rischio – La distribuzione del rischio è la principale linea di difesa che le banche ei fondi di investimento / pensione utilizzano contro le perdite. Le banche ripartiscono il rischio diversificando i propri portafogli di mutui e mutui, mentre i fondi di investimento diversificano i propri investimenti distribuendoli su più strumenti finanziari. La stessa logica si applica al forex: dividi la dimensione del tuo trade in due, tre o più coppie correlate. In questo modo diversifichi il tuo portafoglio di posizioni aperte e distribuisci il rischio su più di una valuta. Tuttavia, questo potrebbe essere influenzato da eventi economici, politici o interni che potrebbero verificarsi nel paese a cui appartiene la valuta.

Facciamo un esempio per renderlo più facile da capire. Alla fine di agosto, il dollaro USA aveva subito pesanti perdite ed era ipervenduto sul grafico giornaliero rispetto alla maggior parte delle valute principali. Ciò è accaduto perché un ritracciamento tecnico era atteso da tempo dopo il trend rialzista di un anno e il mercato azionario cinese aveva aggiunto un ulteriore slancio. Fondamentalmente, nulla era cambiato: l’economia statunitense era una delle due economie con le migliori prestazioni tra le nazioni sviluppate.


Abbiamo visto questa situazione come un’ottima opportunità per acquistare USD contro AUD poiché l’economia australiana è legata all’economia cinese, che al momento non stava andando bene. Ma invece di investire tutti i nostri soldi su una negoziazione corta AUD / USD, abbiamo distribuito i fondi in tre diverse coppie, tutte lunghe in USD. Abbiamo venduto AUD / USD, EUR / USD e comprato USD / JPY, nel caso in cui si fosse verificato un evento positivo per l’Aussie che avrebbe mandato la coppia nella direzione opposta (anche se avevamo ragione sull’USD). Diversi giorni dopo, dopo che il mercato azionario cinese si è stabilizzato, l’AUD / USD ha chiuso a circa 50 pips in rialzo, abbiamo anche subito una piccola perdita su quella posizione. Ma il profitto che abbiamo ottenuto dalle altre due posizioni è stato molto maggiore poiché lo yen e l’euro sono diminuiti di circa 900 pips messi insieme. Quindi, se pensi che una valuta (cioè USD) aumenterà in futuro, invece di aprire un lotto su EUR / USD, apri una posizione di vendita di 0,3 lotti in quella coppia, una posizione di vendita di 0,3 lotti in GBP / USD e un’altra Posizione di acquisto di 0,3 lotti in USD / JPY.

La distribuzione del rischio riduce al minimo le perdite e aumenta i guadagni

La distribuzione del rischio riduce al minimo le perdite e aumenta i guadagni

La gestione del rischio è uno degli aspetti più importanti del trading. Puoi ottenere un profitto solo alla fine del mese se riduci al minimo il numero di operazioni in perdita e l’ammontare della perdita, motivo per cui è fondamentale implementare queste tecniche di gestione del rischio e del denaro. Dopo tutto, le banche, le compagnie di assicurazione, i fondi di investimento / hedge e i trader di successo si affidano principalmente alla gestione del rischio per avere successo nel lungo periodo. Questo articolo conclude la nostra serie sulla gestione del rischio, che speriamo darà ai nostri follower quel vantaggio in più necessario per avere successo in questo business.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector