Come fare trading sul Forex in un nuovo ambiente

Una delle prime regole che impari quando inizi a fare trading sul forex è che dovresti ridurre al minimo le tue perdite il più possibile per proteggere il tuo capitale. Secondo molti libri di testo forex, per fare ciò, devi impostare stop loss più stretti in modo che quando un trade va male la tua perdita è minima. Questa è una buona strategia per molte occasioni, ma il mercato del forex è così vario che non possiamo attenerci a uno stile di trading per tutto. Anche lo stesso giorno, l’azione del prezzo è diversa da un’ora all’altra, quindi anche i nostri scambi e obiettivi dovrebbero essere diversi. A volte la volatilità è bassa e va bene avere stop ravvicinati durante questi periodi. Tuttavia, a volte la volatilità aumenta e dobbiamo aumentare anche i nostri stop. In questo articolo spiegheremo perché a volte è saggio avere uno stop più ampio.

Per ulteriori consigli sul trading in un mercato volatile:

Come fare trading in modo redditizio in mercati volatili – Strategie di trading Forex

Come trasformare la volatilità a tuo favore – Strategie di trading Forex

stop loss

I tuoi bersagli sono abbastanza larghi da evitare i seghetti?

Dai al tuo mestiere un po ‘di respiro

Proprio come il tuo Joe medio, il tuo mestiere ha bisogno di un po ‘di respiro. Potrebbero esserci alcune immagini chiare e / o livelli di supporto o resistenza molto forti che definiscono il rischio per le nostre operazioni. Tuttavia, sappiamo che il prezzo non rispetta mai questi livelli al pip, anche se siamo sicuri al 99% che il livello si manterrà e il prezzo alla fine si invertirà. Ecco perché questa attività è difficile.

1.1420-30 è stata una resistenza molto forte per EUR / USD e la BCE si innervosisce quando il prezzo raggiunge questo livello. I membri della Bce compaiono in modo coordinato ovunque nei media con commenti ribassisti, cercando di spingere verso il basso l’euro. Quindi, sai che faranno tutto il necessario per invertire il prezzo (e inevitabilmente lo farà). Ma non puoi venderlo a 1.1440 e posizionare il tuo stop a 1.1460 solo per sentirti al sicuro, in particolare quando scambi i grafici giornalieri o settimanali.

Come puoi vedere nel grafico sottostante, il prezzo si è sempre invertito quando ha raggiunto quest’area di resistenza, ma in tre occasioni il prezzo è riuscito a penetrare sopra, raggiungendo 1.1530, 1.1714, durante il crollo del mercato azionario cinese nell’agosto 2015 e 1.1495 . Quindi, se avessi piazzato uno stop a 60-70 pips, avresti avuto tre scambi perdenti del valore di circa 200 pips – ma questa non è la parte peggiore! La perdita più grande sarebbe stata le molte altre centinaia di pip che avresti vinto se avessi ampliato il tuo stop loss.

Il Forex non è una scienza esatta, ci sono una serie di fattori da considerare quando si posiziona lo stop loss, come la psicologia del mercato o smettere di cacciare. Quante volte abbiamo visto i grandi nomi del settore spesso alzare il prezzo al di sopra o al di sotto di un livello di resistenza / supporto solo per scuotere gli stop deboli?

Adattarsi a tempi volatili

A volte il mercato diventa estremamente volatile. Abbiamo assistito a una manciata di tali occasioni negli ultimi mesi. A dicembre 2015, la BCE ha adottato più misure per quanto riguarda il programma di allentamento monetario, ma era inferiore a quello che il mercato si aspettava, quindi l’euro ha registrato un rally di 500 pips.

Nel marzo di quest’anno, la BCE ha nuovamente esteso il programma di allentamento monetario. Tuttavia, questa volta, le misure sono state estreme e hanno superato le aspettative del mercato, eppure l’euro è salito di 400 pips! A febbraio, lo yen ha guadagnato più di 10 centesimi in pochi giorni di negoziazione. Ma uno dei giorni più volatili che abbiamo visto negli ultimi anni è stato il 24 agosto 2015, quando il mercato azionario cinese è crollato, inviando un’onda d’urto al mercato forex. NZD / JPY ha perso quasi 11 centesimi in un solo giorno.

Questi sono solo alcuni esempi dei tanti tempi instabili a cui abbiamo assistito in un solo periodo di un anno. Se avessi piazzato uno stop loss di 100 pip, molte di queste mosse avrebbero sferzato le tue operazioni abbastanza facilmente. Quando fai trading a lungo termine e miri a 400-500 pip, anche il tuo stop loss deve essere di qualche centinaio di pip, perché non sai mai quando o dove potrebbe sorgere la volatilità.


Sappiamo tutti quanto possa diventare volatile il mercato forex e quando entriamo in questo business siamo consapevoli del pericolo del gioco. Pertanto, dobbiamo adattare il nostro stile di trading e gli obiettivi quando il mercato diventa volatile. Non sto dicendo di impazzire e piazzare 1.000 pip stop perché anche questo a volte potrebbe non essere sufficiente.

Negli ultimi sette mesi, l’USD / CAD è stato un ottimo esempio di quanto possa essere volatile il mercato in entrambe le direzioni. Ma i tempi sono cambiati, quindi dobbiamo adattarci. Circa tre anni fa, l’intervallo giornaliero nella maggior parte delle coppie era di soli 30-40 pip, mentre ora l’intervallo medio giornaliero è superiore a 100 pip. Quindi dobbiamo ampliare i nostri obiettivi, il che significa inevitabilmente che dobbiamo ridurre la dimensione degli scambi. Se scambiavamo tre lotti con uno stop di 40 pip, ora dobbiamo scambiare un lotto con uno stop di 120 pip.

La volatilità è stata bassa e l’intervallo giornaliero è stato ristretto per la maggior parte delle coppie forex negli ultimi anni (dal 2010 al 2014) e molti nuovi trader hanno acquisito un falso senso di sicurezza. Ma la volatilità è aumentata negli ultimi due anni, quindi dobbiamo adattarci a questo e cambiare la strategia forex. L’elevata volatilità non è una novità per noi. Dal 2008 al 2010 anche la volatilità è stata piuttosto elevata, quindi sappiamo che il mercato forex è in continua evoluzione e dobbiamo cambiare con esso, ponendo obiettivi di stop loss e take profit più ampi. Sulla nostra pagina dei segnali forex, abbiamo ampliato gli obiettivi per i segnali a breve e lungo termine dall’inizio dello scorso anno e finora si è rivelato vincente. Devi ampliare i tuoi obiettivi anche per avere successo.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector