Il progetto DeFi Kava incorpora misure di sicurezza rigorose come l’App Store di Apple

Apple riceve spesso critiche per le sue rigorose linee guida sull’App Store che l’azienda mette in atto per isolare i suoi utenti con la migliore esperienza. Gli sviluppatori di applicazioni devono aderire a standard e requisiti elevati, altrimenti le loro richieste verranno rifiutate. Un approccio simile viene proposto dagli sviluppatori della blockchain Kava anche all’intero ecosistema di sviluppatori DeFi. Hard Protocol è la prima app su Kava a fungere da mercato monetario cross-chain da parte di utenti che detengono asset tra cui Bitcoin, XRP, USDX e altri. Analogamente ad Apple, Kava richiede agli sviluppatori di applicazioni di applicare un ecosistema di sviluppatori più rigoroso in cui la comunità partecipa alla governance, vota le proposte e mantiene rigide regole per gli sviluppatori. Ad esempio, sono richiesti controlli regolari del codice. 

L’approccio Apple protegge i clienti

Iscriversi all’Apple App Store è un calvario. I termini e le condizioni delineato dal gigante della tecnologia indicare chiaramente quali tipi di richieste saranno accettate. Apple richiede un processo pulito e corretto dal suo ecosistema di sviluppatori che non lascia spazio all’interpretazione. Allo stesso tempo, le domande rifiutate possono essere ripresentate se vengono apportate le modifiche necessarie. 

Tutte queste misure vengono adottate da Apple per proteggere i propri clienti in ogni momento. Mentre l’Apple App Store è una sorta di gatekeeper per il futuro dello sviluppo di app mobili, l’implementazione di un approccio simile per la finanza decentralizzata, o DeFi, aiuta a raccogliere il grano dalla pula. Attraverso gli sviluppatori di lenti che si basano sulla blockchain di Kava, dovrebbe essere necessario applicare efficacemente un tale processo di gatekeeping per le app che costruiscono l’infrastruttura finanziaria per il futuro del settore bancario.

Lo stato attuale della DeFi non è sostenibile

Il principio fondamentale per coltivare i rendimenti DeFi su Ethereum potrebbe non essere fattibile a lungo termine. Se l’obiettivo della DeFi è aumentare l’efficacia e la portata della tecnologia per soddisfare al meglio le esigenze degli utenti con i servizi finanziari. Più di quanto il settore all’interno del settore abbia bisogno di supportare le esigenze di sicurezza e scalabilità necessarie per soddisfare le esigenze degli utenti in modo sicuro. Nello specifico, i nuovi progetti sono quasi incentivati ​​a promettere maggiori ricompense agli investitori rispetto ai loro concorrenti. Un gioco di abilità può andare bene solo per così tanto tempo prima che tutto crolli perché la DeFi dovrebbe essere più delle guerre degli incentivi e concentrarsi sul servire gli utenti con servizi finanziari sicuri e protetti meglio delle banche

Fonte: CoinGeckoFonte: CoinGecko

Nel suo stato attuale, la maggior parte degli appassionati di DeFi è qui per guadagni a breve termine. Essere in esso “per la tecnologia o per i valori fondamentali” è apparentemente di minore importanza. Piuttosto che creare più tensione tra coloro che apprezzano i principi e gli utenti che vogliono guadagnare di più, sarà necessario un nuovo piano d’azione. 

Premiare i contributori piuttosto che gli speculatori

Un possibile modello di business si presenta sotto forma di gratificanti contributori di rete, invece di quelli che speculano sui prezzi simbolici. Chiunque svolga attività per la rete, come agire come validatore o staker, può essere ricompensato per il proprio impegno. Questo crea un incentivo per coloro che contribuiscono e garantisce che gli sviluppatori di protocolli possano concentrarsi su ciò che sanno fare meglio: snellire il codice. 

Un progetto che esplora questo modello è Kava, una blockchain di livello uno progettata per fornire una base agli sviluppatori DeFi per creare app cross-chain. Costruite con Cosmos SDK, le app su Kava possono anche interagire perfettamente con altre catene di Cosmos SDK. La prima app a sfruttare Kava si chiama Hard Protocol. Erediterà caratteristiche della catena incrociata oltre alla robusta sicurezza fornita dai nodi di convalida Kava. Inoltre, le app su Kava come Hard Prtocol possono sfruttare Chainlink Oracles per feed di prezzi sicuri. Gli attuali fornitori di liquidità che forniscono attività al mercato monetario di Hard Protocol guadagneranno HARD, il token di governance di Hard Protocol. Questo serve come incentivo per i contributori esistenti a continuare a fare ciò che stanno già facendo.

Una crescente attenzione alla sicurezza

La sicurezza è un problema per i progetti DeFi costruiti su Ethereum. Più specificamente, ci sono stati dozzine di nuovi progetti che hanno riscontrato bug, problemi o tiri. I problemi di codice possono essere risolti da audit, eppure i tappetini sono chiari esempi di violazioni della sicurezza con intenti nefasti. La protezione dei clienti deve essere una priorità più grande nel settore DeFi se le istituzioni finanziarie più grandi utilizzeranno la tecnologia. 

Da questo punto di vista, Kava mantiene attivamente un approccio simile a quello delle istituzioni finanziarie, creando partnership e lavorando con banche tradizionali. Più specificamente, la rete di Kava è rappresentata da alcune delle più grandi istituzioni finanziarie dello spazio. Man mano che il progetto continua a crescere, verranno lanciate più app e più validatori verranno aggiunti all’ecosistema. Di conseguenza, il elenco dei validatori è cresciuto piuttosto nelle ultime settimane, con oltre 80 istituzioni che gestiscono nodi. Ogni validatore, elettore e staker decentralizza ulteriormente la rete. Una maggiore decentralizzazione fornirà una migliore sicurezza per tutti gli utenti. 


Un altro aspetto da tenere a mente è che il codice che alimenta questo progetto DeFi è costruito appositamente con una forte attenzione alla scalabilità e alla velocità. Inoltre, vengono eseguiti controlli regolari del codice per evitare eventuali bug imprevisti lungo il percorso. Questi audit sono un altro esempio della crescente attenzione alla sicurezza. 

Questo approccio si estende anche a chiunque costruisca sopra Kava ecosistema. Un po ‘simile ai requisiti imposti dall’App Store di Apple, Kava richiederà più controlli del codice e fornirà un ambiente più sicuro agli utenti. Inoltre, il codice di qualsiasi nuova applicazione, prodotto o servizio verrà esaminato durante un audit per creare un ambiente sicuro per gli utenti di prodotti e servizi DeFi.

Pensieri conclusivi

Il panorama DeFi è cresciuto in modo significativo, ma ha ancora problemi specifici da superare. Il lancio del mercato monetario di Kava Protocollo rigido confermerà se l’approccio del team alla finanza decentralizzata può ripagare. È una blockchain nativa, piuttosto che un progetto in esecuzione su Ethereum. Ciò lo rende diverso da molte delle attuali “migliori” iniziative DeFi sul mercato oggi perché simile a Ethereum qualsiasi token può costruire e lanciare i propri progetti come applicazioni su Kava. 

Fornire un’alternativa all’ecosistema finanziario decentralizzato di Ethereum può produrre risultati indicativi .. KAVA è ancora relativamente nuovo e non è ben noto. Il progetto non è elencato su DeFi Pulse e non è ancora disponibile su Coinbase. Tuttavia, è previsto che venga elencato presto. Pochi hanno sentito parlare del progetto KAVA, considerando quanti soldi sono attualmente rinchiusi in DeFi.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector