Bitcoin e dollaro si invertono a settembre, ma probabilmente la tendenza continuerà

Bitcoin ha visto una contrazione nel settembre del 2020, in calo di quasi il 9%, poiché il dollaro ha guadagnato terreno. Il dollaro ha beneficiato dell’avversione al rischio e delle prese di profitto in attività più rischiose, nonostante un calo dei rendimenti del Tesoro USA. I dati tecnici in bitcoin rispetto al biglietto verde riflettono il consolidamento, ma quando gli investitori iniziano ad accumulare posizioni, c’è la possibilità che BTC / USD risalga ai nuovi massimi del 2020.

Il dollaro spinge le perdite di Bitcoin

Il ritracciamento in bitcoin nel mese di settembre è stato guidato dai guadagni del dollaro USA e dal calo delle attività più rischiose. I trader hanno realizzato profitti in attività più rischiose a settembre, facendo scendere i prezzi delle azioni insieme a bitcoin. Nel mese di settembre, le azioni e il bitcoin erano fortemente correlati muovendosi in tandem l’uno con l’altro. La correlazione tra la S&L’indice P 500 e il bitcoin hanno raggiunto l’80% a settembre, il che significa che l’80% del movimento in BTC / USD era correlato al movimento nella S&Indice P 500. Per compensare le perdite in un’attività più rischiosa, i trader si sono spostati verso beni rifugio, come il dollaro USA. Da maggio 2020, il dollaro ha perso circa il 6%, ma a settembre è rimbalzato di poco più del 2%.

I gestori patrimoniali restano corti sul dollaro

I guadagni del dollaro non hanno scoraggiato i gestori patrimoniali che rimangono corti sul biglietto verde. Secondo il più recente rapporto sugli impegni dei trader pubblicato per la data che termina il 22 settembre, i gestori patrimoniali rimangono molto lunghi sull’euro e corti sul biglietto verde. L’open interest per gli asset manager dimostra che lo sono contratti lunghi 446K rispetto ai contratti brevi solo 15K. L’opinione secondo cui i gestori di patrimoni sono fiduciosi che il biglietto verde possa continuare a muoversi verso il basso sarà utile per i tori di bitcoin.

Bitcoin Reverse continua a cadere

Le riserve di Bitcoin sugli scambi stanno diminuendo, il che riflette che gli investitori al dettaglio potrebbero accumulare bitcoin. Secondo i dati di CryptoQuant, tutte le riserve degli scambi è sceso a 2,4 milioni di BTC, che equivale a $ 25 miliardi. Ciò si confronta con i livelli inversi che sono stati osservati nell’ottobre 2019, in cui tutti gli scambi avevano circa 2,8 milioni di BTC, attualmente per un valore di $ 30 miliardi. Il calo al contrario di BTC è di circa 5 miliardi.

Le riserve di bitcoin sugli scambi aumentano quando gli investitori depositano Bitcoin su una borsa e diminuiscono quando vengono acquistati da una borsa. I depositi di bitcoin sulle borse riflettono la pressione di vendita poiché gli investitori acquistano valuta sovrana e vendono BTC. Questo perché i trader devono inviare BTC agli scambi per vendere la criptovaluta. Quindi, quando gli afflussi di cambio di BTC iniziano a diminuire e le riserve iniziano a diminuire, descrive una situazione in cui gli investitori sono meno interessati a vendere BTC. Secondo CryptoQuant, durante le ultime 8 settimane, gli afflussi netti si sono contratti di circa 20.000 BTC al mese. Gli afflussi netti sono diminuiti drasticamente mentre BTC ha registrato un forte rimbalzo.

Analisi tecnica

I dati tecnici mostrano che BTC / USD si sta consolidando appena al di sotto della resistenza vicino alla media mobile a 10 settimane a 11.100. Il supporto è visto vicino alla media mobile a 50 settimane a 8.919. La media mobile a 10 settimane ha superato la media mobile a 50 settimane, il che significa che è in atto un trend rialzista a medio termine. La volatilità è diminuita ed è ora vicina ai livelli più bassi visti nel 2020. La larghezza di banda di Bollinger si è contratta, il che significa che volatilità nel trading di bitcoin è notevolmente diminuito.

Lo slancio a breve termine è diventato positivo poiché lo stocastico veloce ha generato un segnale di acquisto incrociato. Lo stocastico veloce è un oscillatore della quantità di moto che misura la quantità di moto in accelerazione e decelerazione. Misura anche i livelli di ipercomprato e ipervenduto. La lettura corrente dello stocastico veloce è 53, al centro dell’intervallo neutro che riflette il consolidamento.

Lo slancio a medio termine è diventato negativo poiché l’indice MACD (Moving Average Convergence Divergence) ha generato un segnale di vendita crossover. Ciò si verifica quando la linea MACD (la media mobile a 12 settimane meno la media mobile a 26 settimane) attraversa al di sotto della linea del segnale MACD (la media mobile a 9 settimane della linea MACD). L’istogramma MACD ha anche generato un segnale di vendita crossover che si muove al di sotto della linea dell’indice zero. L’istogramma MACD viene stampato in rosso con una traiettoria inclinata verso il basso che punta a prezzi più bassi.

La linea di fondo


Il risultato è che gli investitori sembrano essere dollari USA ribassisti e accumulano bitcoin. L’impegno dei trader della CFTC mostra che i gestori patrimoniali continuano a scommettere che il dollaro diminuirà e le riserve sugli scambi stanno diminuendo, il che dimostra che gli investitori stanno acquistando bitcoin e ora rivendono agli scambi. Il calo delle attività più rischiose nel mese di settembre ha pesato sul bitcoin e ha contribuito a sostenere il dollaro USA, che ha agito da rifugio sicuro. I dati tecnici mostrano che la tendenza in BTC / USD è positiva, poiché di recente si è verificato un crossover della media mobile, ma lo slancio è negativo poiché il MACD ha recentemente generato un segnale di vendita crossover. Questo scenario indica probabilmente un consolidamento continuo a breve termine.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector