Zilliqa- Revisione approfondita della criptovaluta

Per quanto innovativi e ingegnosi come la maggior parte dei progetti di criptovaluta, c’è ancora una grande sfida che la maggior parte di loro fatica a superare, ed è la scalabilità. Questo è un problema di cui soffrono attualmente le piattaforme crittografiche più complesse e di grandi dimensioni.

La scalabilità può essere definita come la capacità della rete di elaborare le transazioni in un periodo predefinito (o più breve). Due degli esempi più ovvi sono Bitcoin ed Ethereum. Nel caso di Bitcoin, l’enorme numero di transazioni che devono essere elaborate è aumentato così tanto che la rete ha semplicemente raggiunto i suoi limiti. Quindi, Bitcoin ha uno dei tassi di transazione più lenti e costosi di qualsiasi progetto di crittografia.

Mentre il caso di Ethereum è un po ‘diverso, i risultati sono praticamente gli stessi e il problema diventa più che evidente quando l’intero ecosistema si è fermato per quasi una settimana quando la mania di CryptoKitties è iniziata alla fine di dicembre 2017. In breve, il Il problema sorge a causa del fatto che man mano che la rete cresce, diventa più difficile raggiungere il consenso.

Tuttavia, esiste una piattaforma crittografica che è stata progettata da zero per tenere conto di questo problema e risolverlo effettivamente in un modo molto ingegnoso. Quel progetto si chiama Zilliqa (ZIL).

Che cos’è Zilliqa?

Zilliqa è un ambizioso progetto di criptovaluta new age che si basa sullo sharding e su una tecnologia che consente alla sua blockchain di scalare in modo lineare, illimitato ed efficiente man mano che l’ecosistema cresce di dimensioni. In teoria, Zilliqa non ha limiti al numero di transazioni che può elaborare al secondo.

La cosa probabilmente più impressionante di Zilliqa è il fatto che riesce a elaborare decine di migliaia di transazioni al secondo (proprio come tutte le tradizionali soluzioni di pagamento digitale), il tutto pur essendo in grado di eseguire contratti intelligenti su una rete frammentata.

In che modo Zilliqa risolve effettivamente il problema della scalabilità?

Per correggere la scalabilità, la maggior parte dei progetti blockchain aumenta la dimensione del blocco. Ciò consente di confermare più transazioni in ogni round di consenso. Un’altra soluzione è spostare le informazioni della blockchain. Queste misure, per quanto efficaci possano essere a breve termine, non possono risolvere il problema della scalabilità.

La soluzione di Zilliqa, invece, risolve il problema della scalabilità consentendo di riprogettare l’intera architettura della blockchain. Ciò significa che le dimensioni e la velocità della rete non sono collegate direttamente o inversamente.

Condivisione di Zilliqa, DS Epoch e DS Committee

Un modo semplice per pensarci è che la blockchain di Zilliqa rimodella la sua architettura da zero. La piattaforma utilizza un protocollo di consenso ibrido che aumenta il throughput ogni 600 nodi aggiuntivi.

Pertanto, una delle caratteristiche distintive di Zilliqa è il fatto che è scalabile linearmente, il che significa che all’aumentare del numero di nodi sulla rete, il throughput aumenta a una velocità quasi lineare.


Zilliqa fa anche uso di una caratteristica unica basata sul concetto di partizionamento orizzontale. Lo sharding può essere definito come il processo attraverso il quale la rete viene suddivisa in gruppi di consenso più piccoli chiamati shard. Ogni frammento è in grado di elaborare transazioni in parallelo, consentendo loro di elaborare in ultima analisi più transazioni. Giusto per darvi un’idea di quanto sia efficace questa tecnologia, nei primi giorni della sua Testnet, Zilliqa ha registrato un throughput 250 volte superiore a quello di Ethereum.

Ogni frammento crea un microblocco con tutte le transazioni che elabora. Il team di Zilliqa ha chiamato la fine del periodo di elaborazione parallela DS Epoch. DS Epoch significa che i microblocchi vengono combinati per formare un blocco completo, che viene aggiunto contemporaneamente alla blockchain.

Un altro concetto che vale la pena discutere è quello del Comitato DS. Secondo il team di Zilliqa, DS Epoch ha un comitato DS. Un comitato DS è un piccolo gruppo di nodi selezionati casualmente che gestiscono tutti gli altri frammenti: fondamentalmente decide quali transazioni vengono assegnate a quali frammenti.

Il meccanismo di consenso di Zilliqa

Una delle caratteristiche più importanti di Zilliqa è il suo meccanismo di consenso. Utilizza un meccanismo Proof-of-Work che si concentra solo sulla creazione di identità minerarie. La cosa più interessante è che Zilliqa non si basa su un protocollo di consenso tradizionale. Invece, utilizza un protocollo di consenso bizantino Fault Tolerant (pBFT) per consentire una gestione più efficiente dei requisiti di archiviazione. Per semplificare il concetto il più possibile, questo protocollo di consenso fa in modo che l’intera cronologia delle transazioni non debba essere salvata sulla blockchain, il che si traduce in requisiti di gestione e archiviazione più efficienti.

Il linguaggio di programmazione personalizzato di Zilliqa

Il fatto che Zilliqa abbia anche creato un proprio linguaggio di programmazione su misura non dovrebbe sorprendere, soprattutto considerando quanto sia innovativa la piattaforma. Il linguaggio di programmazione su misura chiamato Scilla ha la capacità di separare lo stato e la funzione dei contratti intelligenti, rendendo la programmazione funzionale più sicura e standardizzata.

Lo svantaggio di questo particolare linguaggio di programmazione è il fatto che non è Turing completo. Pertanto, non può essere utilizzato per creare app, in particolare app che richiedono istruzioni condizionali e vari tipi di loop.

Token ZIL

Come ci si può aspettare, anche Zilliqa ha il suo token, chiamato ZIL. Il token ZIL ha lo stesso scopo della maggior parte dei token: è utilizzato per incentivare il mining, come mezzo per pagare le commissioni di transazione, e può anche essere utilizzato come gas per l’esecuzione del contratto. ZIL è un token ERC-20, ancora in esecuzione sulla blockchain di Ethereum.

ZIL può essere acquistato, venduto e scambiato su un gran numero di borse come Binance, Upbit, Bithumb, KuCoin e Huobi.pro. Ovviamente, una volta lanciata la mainnet di Zilliqa, il token verrà scambiato con token Zilliqa nativi.

Testnet e Mainnet

Zilliqa ha recentemente lanciato il suo Testnet 2.0 e ha apportato un gran numero di miglioramenti. Il team ha lavorato per migliorare la stabilità dell’infrastruttura e offrire un migliore supporto per contratti intelligenti. Inoltre, gli utenti possono ora beneficiare del portafoglio Scilla che consentirà loro di implementare i propri contratti intelligenti sulla loro testnet.

#Zilliqa Testnet v2.0 – Nome in codice: D24 è qui. Puoi leggere l’articolo dettagliato nel nostro post sul blog qui https://t.co/QoD6WEieCF

– Zilliqa (@zilliqa) 30 giugno 2018

Anche se il lancio di Mainnet era previsto per il secondo e poi per il terzo trimestre del 2018, il team ha rinviato il lancio per garantire la consegna di un prodotto di alta qualità. Il team sta attualmente lavorando duramente per il lancio di Mainnet che avverrà alla fine dell’anno oa gennaio 2019.

Una volta lanciata la sua Mainnet, ci sono buone probabilità che Zilliqa diventi ancora più grande di quanto non sia già.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector