Recensione di Coinbase: è sicuro e legittimo nel 2021?

Coinbase è il secondo più grande scambio di criptovalute (dietro Binance) misurato in volume.

Sono uno scambio americano che è in attività dal 2012, il che rende Coinbase probabilmente lo scambio di criptovaluta più affermato e affidabile al mondo.

Il CEO di Coinbase lo è Brian Armstrong che è stato un sostenitore schietto delle criptovalute per tutta la durata del suo mandato. Armstrong ha co-fondato Coinbase a San Francisco con Fred Ehrsam e il successo dello scambio ha reso entrambi gli uomini estremamente ricchi.

In questa recensione tratteremo tutto ciò che devi sapere su Coinbase, dall’acquisto di Bitcoin alla protezione del tuo account.

Coinbase è davvero uno scambio di servizi completo con molte funzionalità diverse ma come con qualsiasi scambio di criptovaluta, le migliori pratiche sono importanti per mantenere le tue monete al sicuro. Per cominciare esamineremo il processo per l’acquisto di Bitcoin su Coinbase.

Coinbase è un buon posto per acquistare Bitcoin?

Coinbase è ampiamente considerato come il miglior fiat to crypto on ramp nell’intero ecosistema crypto. Quando un investitore di criptovalute ha bisogno di acquistare Bitcoin, il primo scambio a cui probabilmente penserà è Coinbase.

In larga misura questo perché Coinbase ha un layout estremamente intuitivo che è facile da navigare anche per gli investitori che stanno appena iniziando a essere coinvolti con le criptovalute.

Avere una buona interfaccia utente è importante perché rende facile usare Coinbase e acquistare Bitcoin senza commettere errori come digitare il prezzo sbagliato per un ordine.

Anche l’utilizzo di un account Coinbase per acquistare Bitcoin è un’ottima opzione perché Coinbase è disponibile in 49 stati. L’unico stato che attualmente non può utilizzare Coinbase sono le Hawaii

Un livello di supporto così elevato è insolito tra gli scambi di criptovaluta. Ad esempio, Kraken, Poloniex e Binance US non sono tutti disponibili nello stato di New York a causa della difficoltà nel garantire un BitLicense.

Lo scambio Coinbase è anche un’ottima scelta per acquistare Bitcoin a causa dei diversi metodi di pagamento che accettano. Ad esempio, è possibile utilizzare un bonifico bancario, un deposito bancario o una carta di debito come metodo di pagamento su Coinbase.

Quanto costa Coinbase per acquistare Bitcoin?

L’addebito per acquistare Bitcoin su Coinbase dipende principalmente dal metodo di pagamento che desideri utilizzare. L’opzione più costosa è usare una carta di debito. Con una carta di debito la commissione è di solito intorno al 4%, quindi con un acquisto di $ 100 c’è una commissione di $ 4.

Purtroppo non è più possibile acquistare Bitcoin con carta di credito su Coinbase. A un certo punto è stato possibile, tuttavia, nel 2018 Coinbase smesso di permettere per l’acquisto con carta di credito.


L’acquisto con un conto bancario è più economico e un acquisto di $ 100 Bitcoin normalmente incorre in una commissione di circa $ 3. Per capire come funziona il tariffario e come variano le tariffe a seconda del paese in cui vivi, è necessario verificare il sito web di Coinbase.

A questo punto della nostra recensione di Coinbase è importante sottolineare una differenza fondamentale tra l’acquisto di Bitcoin con un bonifico bancario e l’acquisto con una carta di debito. Quando utilizzi una carta di debito per acquistare Bitcoin su Coinbase, il BTC è immediatamente disponibile nel tuo account. Ciò significa che puoi tenerlo su Coinbase o ritirarlo quando vuoi.

L’acquisto di un conto bancario è diverso. Quando utilizzi il tuo conto bancario, il Bitcoin non è disponibile per il prelievo per un massimo di cinque giorni. Il prezzo di acquisto è bloccato in modo da ottenere il Bitcoin al prezzo che vedi non appena premi il pulsante di acquisto, tuttavia, quel BTC è bloccato in Coinbase per un massimo di una settimana. Questo è molto importante da tenere a mente e se devi ritirare immediatamente il Bitcoin è importante acquistare con una carta di debito anche se la commissione è più alta.

Come posso acquistare Bitcoin su Coinbase?

Per acquistare Bitcoin o qualsiasi altra valuta digitale su Coinbase il primo passo è creare un account Coinbase. Come accennato, Coinbase è disponibile per quasi tutti negli Stati Uniti. Al di fuori degli Stati Uniti, Coinbase è disponibile in oltre 100 altri paesi, incluso Coinbase UK. Un elenco completo dei paesi in cui opera Coinbase è disponibile qui.

Dopo aver creato un account e superato il processo di verifica dell’ID Coinbase, il passaggio successivo consiste nell’aggiungere un metodo di pagamento. Per fortuna Coinbase semplifica la creazione di un conto bancario utilizzando le informazioni di accesso al banking online. Grazie a questo sistema di login è possibile impostare un bonifico bancario in pochi minuti. Anche l’aggiunta di una carta di debito è facile e richiede meno di 2 minuti.

Dopo aver aggiunto il metodo di pagamento, puoi iniziare ad acquistare e vendere Bitcoin e qualsiasi altra valuta digitale su Coinbase. Come puoi vedere, capire come acquistare su Coinbase è molto facile e diretto.

Come posso vendere Bitcoin su Coinbase?

Vendere Bitcoin su Coinbase è facile come acquistare una valuta digitale sulla piattaforma. Trasferisci semplicemente il Bitcoin a Coinbase utilizzando l’indirizzo pubblico fornito dall’exchange. Una volta che la transazione è stata cancellata, che di solito richiede circa un’ora per Bitcoin, puoi quindi vendere la crittografia.

Le commissioni di Coinbase per la vendita di Bitcoin sono simili alle commissioni per l’acquisto di Bitcoin. Ancora una volta, ulteriori informazioni sono disponibili su il sito web di Coinbase.

Come ottengo i miei soldi da Coinbase?

Esistono diversi metodi di pagamento che possono essere utilizzati per prelevare fondi da Coinbase.

Se hai già collegato il tuo conto bancario a Coinbase, questo è il metodo più semplice per il prelievo. Negli Stati Uniti, i fondi prelevati da Coinbase tramite bonifico bancario in genere richiedono due giorni lavorativi per essere visualizzati nel tuo account.

Anche i bonifici bancari sono una buona opzione in quanto sono gratuiti. Questo è al contrario di un bonifico bancario. Ogni prelievo tramite bonifico bancario dal portafoglio Coinbase costa $ 25.

Alla fine del 2018 anche Coinbase reso possibile per consentire ai clienti degli Stati Uniti di prelevare fondi dal tuo account tramite PayPal. Questa è una buona opzione in quanto il denaro prelevato verrà visualizzato immediatamente nel tuo conto PayPal, senza attese. Inoltre, come per un bonifico bancario, non ci sono commissioni per il prelievo di valuta fiat su PayPal.

Come aumentare il limite di Coinbase?

Come suggerisce il nome, il limite di Coinbase è un limite alla quantità di criptovaluta che puoi acquistare e vendere ogni giorno. Alcuni anni fa il limite di Coinbase era piuttosto piccolo, a partire da un limite di acquisto di $ 500 a settimana. Tuttavia, ora con un account verificato gli utenti possono acquistare fino a $ 25.000 di Bitcoin ogni giorno rendendo Coinbase un’ottima opzione per tutti tranne i trader più seri.

Per ottenere il limite di acquisto più alto possibile, dovrai verificare il tuo account Coinbase con informazioni come il tuo indirizzo, numero di telefono e dovrai anche inviare una copia del tuo documento d’identità, sia che si tratti di patente di guida o passaporto. Una volta fatto, potrai prelevare di più dal tuo portafoglio Coinbase ogni giorno.

Nomi crittografici ENS

I nomi ENS sono interessanti nuovo sviluppo che tentano di risolvere uno dei maggiori problemi nell’ecosistema crittografico: gli indirizzi crittografici complicati. L’indirizzo crittografico medio è composto da diverse dozzine di cifre di numeri e lettere privi di senso, sono quasi impossibili da ricordare o da dare un senso. Un nome ENS risolve questo problema.

Un nome ENS crittografico è come un nome di dominio. È facile da leggere e consente agli utenti di criptovaluta di inviare criptovaluta a un nome facile da ricordare invece che a un indirizzo crittografico complesso. Sulla strada per l’adozione di massa dei nomi ENS potrebbe essere un passo importante che rende la crittografia del tutto più accessibile ai nuovi utenti.

Il motivo per cui stiamo citando questi nomi è che Coinbase di recente annunciato che il loro portafoglio Coinbase inizierebbe a supportare i nomi ENS. I nomi funzionano con la maggior parte delle valute sulla piattaforma Coinbase, non solo con i token Ethereum ed ERC20. Gli utenti saranno in grado di scegliere nomi univoci, come @ cryptofan99 e quindi altre persone saranno in grado di inviare loro crittografia utilizzando quel nome invece di un indirizzo crittografico.

Questo rappresenta uno sviluppo entusiasmante per l’ecosistema delle criptovalute nel suo insieme e dovrebbe aiutare Coinbase a ottenere un’adozione ancora più diffusa, specialmente con le persone che non conoscono le valute blockchain.

Reporting fiscale Coinbase

Le tasse crittografiche, in particolare le tasse negli Stati Uniti, sono diventate un argomento caldo.

Anche se le normative fiscali in molti paesi rimangono poco chiare, sta comunque diventando sempre più chiaro che i trader e gli investitori di criptovaluta saranno responsabili del pagamento delle tasse. In effetti, l’IRS americano ha recentemente inviato lettere a migliaia di possessori di criptovalute, informandoli che avrebbero bisogno di segnalare le loro partecipazioni in criptovaluta.

Cosa ha a che fare con Coinbase? In effetti era Coinbase che si è rigirato informazioni sull’account per migliaia di persone all’IRS.

Per coloro che intendono pagare le tasse, questo non è stato un grosso problema, tuttavia, per coloro che speravano di riferire all’IRS alle loro condizioni è stato un duro colpo. Questa collaborazione con l’IRS suggerisce che Coinbase potrebbe non essere il miglior scambio per i trader e gli investitori che non vogliono che le informazioni del proprio account vengano inviate involontariamente all’IRS.

Se desideri saperne di più sulle tasse crittografiche negli Stati Uniti, Coinbase ha molte informazioni che dovrebbe rispondere alle tue domande.

Un’informazione che vale la pena coprire ora è che gli investimenti in criptovaluta detenuti per più di un anno sono tassati a un’aliquota inferiore rispetto a quelli venduti prima. In questa configurazione, i crypto hodlers vengono ricompensati più dei trader.

Come funziona Coinbase?

Le persone che vogliono sapere cos’è Coinbase potrebbero essere sorprese nell’apprendere che l’exchange ha effettivamente due servizi distinti.

Innanzitutto c’è Coinbase, la piattaforma di cui abbiamo discusso finora in questa recensione. Questa è una piattaforma che si rivolge principalmente agli utenti di criptovaluta per la prima volta. Con un account Coinbase è facile acquistare e vendere Bitcoin e altre criptovalute.

Il secondo servizio offerto da Coinbase è qualcosa chiamato Coinbase Pro (precedentemente noto come scambio GDAX). Coinbase Pro è un vero e proprio scambio di criptovaluta, nel senso che qui è possibile scambiare una valuta con un’altra. Ad esempio, scambia Bitcoin con Ethereum o cambia Bitcoin Cash o Bitcoin. Ci sono ordini limite, ordini di mercato e molti altri strumenti che ti aspetteresti di trovare su qualsiasi altro scambio di criptovaluta.

Il trasferimento di criptovalute tra Coinbase e Coinbase Pro è veloce e gratuito. Ciò significa che è facile aprire un account Coinbase, acquistare Bitcoin e quindi inviarlo a Coinbase Pro per scambiare con altre valute.

Coppie di trading Coinbase Pro

Coinbase Pro ha aggiunto alcune nuove coppie di trading dalla corsa dei tori nel 2017. Ad esempio, ora è possibile scambiare criptovalute come XRP, XLM, REP, BAT e persino DAI sulla piattaforma Coinbase Pro. Molte recensioni di Coinbase hanno sottolineato quanto sia migliore la piattaforma da utilizzare ora che offrono più monete.

In precedenza, quando Coinbase offriva solo monete come Bitcoin ed Ethereum per il trading, quando una nuova moneta veniva aggiunta alla piattaforma Coinbase il prezzo aumentava spesso perché così tante persone potevano ora comprarla e scambiarla.

Questo è stato doppiato l’effetto Coinbase. Da quel momento però le cose sono cambiate. Ora con tutti i tipi di nuove piattaforme di scambio i trader hanno più accesso alle criptovalute e quando Coinbase aggiunge una nuova moneta non è più considerato un grosso problema.

Purtroppo non tutte le monete sono disponibili in tutte le aree. Per determinare quali criptovalute potrai fare trading su Coinbase Pro, in base alla tua posizione, puoi controllare il Sito Web di Coinbase. Se una moneta non è ancora disponibile per il commercio nella tua zona, potrebbe essere disponibile in futuro poiché Coinbase è sempre al lavoro per espandere il proprio servizio.

Puoi fare trading con la leva su Coinbase Pro?

Molti scambi di criptovaluta sono noti per la quantità di leva che consentono ai loro trader di utilizzare. Ad esempio, alcune piattaforme come Bitmex lo consentono operazioni con leva finanziaria fino a 100x.

Fino all’inizio del 2020 era possibile solo acquistare e vendere o scambiare criptovaluta su Coinbase, non c’era alcuna opzione per il trading con leva. Tuttavia, le cose sono cambiate e recentemente Coinbase ha iniziato a offrire ai propri clienti la possibilità di fare trading con la leva finanziaria. Sfortunatamente, questa opzione è tutt’altro che ampiamente disponibile.

Al momento della pubblicazione, la leva su Coinbase Pro è disponibile solo per i residenti di 23 stati in America. Per essere idoneo per il trading a margine, il trader deve utilizzare Coinbase regolarmente e mantenere un saldo attivo nel proprio account. Sono disponibili ulteriori informazioni sul trading con leva sul blog di Coinbase. In generale Coinbase non è davvero la migliore piattaforma per il trading con margine, un exchange come FTX è molto meglio per questo.

Come posso utilizzare l’app Coinbase?

Quando esamini Coinbase e tutte le funzionalità che ha, l’app Coinbase è progettato per offrire le stesse funzionalità della piattaforma basata su desktop. Ad esempio, puoi avviare trasferimenti bancari, modificare il metodo di pagamento e trasferire fondi dentro e fuori dal tuo portafoglio Coinbase. La commissione di prelievo di Coinbase è la stessa sia che utilizzi l’app o l’exchange.

Ovviamente l’app consente anche ai trader di acquistare e vendere criptovaluta. Ciò è particolarmente utile data la natura volatile dell’ecosistema delle criptovalute. A volte i prezzi aumentano o diminuiscono molto rapidamente e potresti voler acquistare o vendere mentre sei lontano dal computer. L’app lo rende facile. Come la piattaforma desktop, non puoi ancora utilizzare una carta di credito per acquistare criptovalute, ma puoi utilizzare altri metodi di pagamento come bonifici bancari o carta di debito.

L’app mobile ha tutte le stesse coppie di trading di Coinbase, inclusi BTC, BCH, ETH, ETC, LTC, BAT e USDC tra gli altri. Dispone inoltre di un avviso di prezzo che può essere utile per scoprire improvvise variazioni di prezzo. Infine, l’app ha una funzionalità che consente di disabilitarla istantaneamente in caso di furto del telefono.

Se qualcuno avesse accesso al tuo telefono non sarebbe in grado di rubare fondi o effettuare acquisti con l’applicazione Coinbase.

Come fa Coinbase a guadagnare?

Coinbase guadagna la maggior parte dei suoi profitti in due modi unici. Il primo sono le commissioni che addebitano per l’acquisto e la vendita di criptovalute. Poiché Coinbase offre forse il modo migliore per acquistare criptovaluta e milioni di persone utilizzano la piattaforma per questo scopo, ha senso che Coinbase tragga un buon profitto dall’offerta di questo servizio.

Le commissioni di Coinbase addebitate per il trading sono il secondo modo in cui Coinbase guadagna un profitto. Recentemente Coinbase Pro aumentato il loro compenso per creatore e acquirente allo 0,5% che è abbastanza alto per uno scambio di criptovaluta.

Nonostante queste commissioni elevate, Coinbase rimane il secondo scambio di criptovalute più popolare per volume, quindi continua a ottenere un buon profitto dai clienti che fanno trading sulla piattaforma.

C’è un terzo modo in cui Coinbase realizza un profitto, tuttavia, rappresenta solo una piccola parte dei loro profitti. Lo staking si verifica quando un investitore in criptovaluta blocca alcune delle sue monete per proteggere la rete. Normalmente questo viene fatto su base individuale, tuttavia, ora è anche possibile puntare tramite Coinbase.

A partire da ora l’opzione di picchettamento più popolare su Coinbase c’è Tezos anche se una volta che Ethereum passerà a Proof of Stake, questa diventerà probabilmente la criptovaluta più puntata. Coinbase addebita una commissione agli investitori che partecipano a loro e questo è il terzo modo in cui Coinbase guadagna un profitto.

Coinbase è sicuro?

Quando le persone chiedono se Coinbase è sicuro, la risposta è sicuramente sì.

Se c’è un punto che vale la pena sottolineare in questa recensione di Coinbase è che la piattaforma è legittima e non taglia gli angoli quando si tratta di sicurezza. In effetti, Coinbase è anche noto per il rilevamento sofisticati tentativi di hacking e affrontarli prima che possano diventare un problema.

Detto questo, è comunque importante seguire le procedure di sicurezza di base quando si utilizza lo scambio Coinbase, come l’utilizzo dell’autenticazione sicura a due fattori.

Autenticazione a due fattori con Google Authenticator

Sebbene ci siano stati sicuramente attacchi più grandi che hanno avuto luogo, uno che ha davvero attirato l’attenzione di tutti è avvenuto nel 2019 quando un hacker ha rubato $ 100.000 da un ingegnere crittografico Conto Coinbase. L’hacker è stato in grado di farlo perché invece dell’ingegnere che utilizzava l’autenticatore di Google per 2FA (Two Factor Authentication), stava usando un messaggio di testo. Per questo l’hacker è stato in grado di farlo uno scambio di SIM, accedere al suo account e prosciugare tutti i suoi fondi.

Questo mostra perché è così importante configurare 2FA con Google Authenticator invece di un messaggio di testo SMS. Gli hacker o chiunque altro possono chiamare una compagnia telefonica e convincerli a trasferire un numero di telefono su una nuova scheda SIM controllata dall’hacker.

Una volta ottenuto questo, insieme a una password di scambio compromessa, un hacker può estrarre tutta la crittografia da un account e forse anche la valuta fiat. Sebbene Coinbase non sia mai stato tecnicamente violato con questo attacco, hanno un buon dipartimento di assistenza clienti per aiutare chiunque incontri problemi mentre usa lo scambio.

Assistenza clienti

Nel caso in cui ti imbatti in un problema durante il trading su Coinbase, o vuoi sapere come usare meglio Coinbase, c’è un buon centro di assistenza clienti. Coinbase offre diversi modi per contattare l’assistenza clienti, tramite e-mail o con una telefonata. Ulteriori informazioni su questo, incluso un indirizzo email dell’assistenza clienti, sono disponibile qui.

Quando le persone chiedono se Coinbase è legittimo, uno dei modi più semplici per dimostrare la legittimità della piattaforma è guardare i loro uffici fisici. A differenza di altri scambi loschi in cui può essere difficile persino capire in quale paese hanno sede, con Coinbase sai che hanno uffici in tre diverse località negli Stati Uniti. Una truffa Coinbase come azienda non è affatto reale, con la loro buona reputazione, l’assistenza clienti e gli uffici in California Coinbase è il vero affare.

Il più grande trasferimento crittografico di sempre

È molto interessante in una recensione di Coinbase parlare di Coinbase che invia quella che potrebbe essere ancora oggi la più grande criptovaluta transazione nella storia. Verso la fine del 2018, come parte di un aggiornamento al loro sistema di conservazione a freddo, Coinbase ha spostato circa il cinque percento di tutti i BTC, l’otto percento di tutto ETH e il venticinque percento di tutto LTC. All’epoca ammontava a circa $ 5 miliardi di criptovalute, tuttavia, a partire dalla primavera del 2020 vale molto di più.

Questi erano tutti saldi detenuti nel portafoglio Coinbase interno, il che è interessante in quanto mostra che oltre a cancellare le transazioni di altri trader, Coinbase detiene effettivamente una quantità significativa di criptovaluta stessa. Mostra anche che Coinbase è sicuramente una piattaforma sicura in quanto questa poltiglia di criptovalute rappresenta uno dei più grandi honeypot di tutti i tempi. Se ci fossero delle vulnerabilità, la crittografia verrebbe inevitabilmente compromessa.

Quali altri scambi sono come Coinbase?

Se desideri un servizio simile a quello che offre Coinbase, ma quando rivedi Coinbase hai deciso che non è lo scambio giusto per te, allora potresti prendere in considerazione uno di questi altri scambi con sede in America. Tutti questi scambi sono pienamente conformi alle normative degli Stati Uniti e sono considerati piattaforme sicure su cui fare trading.

L’unica restrizione degna di nota, tuttavia, è che i trader dello stato di New York non possono utilizzare nessuna di queste piattaforme.

Kraken

Fondato nel 2011, Kraken è uno dei più antichi scambi di criptovaluta ancora in circolazione. Come Coinbase, Kraken ha sede a San Francisco. Sfortunatamente, per coloro che vogliono acquistare criptovaluta, i bonifici bancari Kraken sono gli unici metodi di pagamento validi per la piattaforma. Non accettano carte di debito o carte di credito.

Il vantaggio di Kraken rispetto a Coinbase è che hanno in modo significativo più coppie di scambio, comprese monete come NANO, WAVES, Dogecoin e Cosmos. Kraken non è mai stato violato e il loro volume di scambi è, in media, da un quarto a metà di quello di Coinbase.

Poloniex

Fondato nel 2014, Poloniex è l’unico scambio in questo elenco che è stato violato con successo. Detto questo, hanno imparato molto dai loro errori e oggi sono una piattaforma molto più sicura. Poloniex ha sede a San Francisco e il volume degli scambi giornalieri è circa la metà di quello di Kraken.

A differenza di Kraken, uno dei metodi di pagamento di Poloniex è una carta di debito. Tuttavia, la transazione non viene eseguita direttamente tramite la piattaforma Poloniex, ma viene autorizzata da Simplex che è un fornitore di terze parti. Il vantaggio di questa configurazione, tuttavia, è che è possibile farlo usa una carta di credito su Poloniex per acquistare criptovalute. Ciò li rende un ottimo scambio per chiunque desideri acquistare criptovaluta a credito.

Binance US

Lanciata solo nell’autunno del 2019, la filiale statunitense di Binance è l’exchange più recente della nostra lista. Finora lo scambio non ha suscitato molto interesse tra gli appassionati di criptovaluta e il loro volume di scambi giornalieri a volte non supera nemmeno $ 10.000.000. Questo è paragonato alla piattaforma Binance originale che spesso ha un volume di scambi giornalieri di diverse centinaia di milioni di dollari.

Uno dei vantaggi di Binance US è che offrono molto coppie di scambio, compresi ICX e NEO. Sebbene Binance US non consenta ai suoi trader di acquistare criptovalute con una carta di credito, supportano acquisti con carta di debito.

Inizia a fare trading su Coinbase

È una buona idea rivedere Coinbase in quanto sono uno degli scambi di criptovaluta più importanti nell’intero ecosistema blockchain. Secondo il loro sito Web, Coinbase ha 25 milioni di utenti provenienti da 32 paesi diversi in tutto il mondo. Questi utenti aiutano a tenere conto della popolarità di Coinbase e del loro volume di scambi insolitamente alto rispetto ad altri scambi come Kraken e Poloniex.

Anche con la recente esplosione di nuovi scambi Coinbase rimane uno dei modi migliori e più semplici per acquistare criptovaluta. Accettano diversi metodi di pagamento e il loro processo di verifica KYC è veloce e semplice in modo che sia facile registrarsi rapidamente. Sebbene Coinbase non consenta gli acquisti con carta di credito e le loro commissioni siano leggermente superiori alla media, molte persone ritengono che valga la pena pagare di più a causa degli elevati standard di sicurezza di Coinbase.

Inoltre, poiché Coinbase ha sede negli Stati Uniti, è responsabile delle rigide normative americane che fanno molto per proteggere gli investitori sulla piattaforma.

Tra Coinbase e Coinbase Pro la maggior parte dei trader e degli investitori di criptovaluta dovrebbe trovare una piattaforma che gestisca la maggior parte delle loro esigenze. Le commissioni di trasferimento di Coinbase tra questi due scambi collegati sono gratuite, quindi è sempre facile spostare i fondi se necessario. Se hai ancora domande, ci sono sempre più informazioni disponibili sul sito Web di Coinbase e hanno anche un ampio Pagina di supporto delle domande frequenti che copre un’ampia varietà di argomenti.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector