Le autorità indiane delle imposte sul reddito emettono avvisi fiscali ai commercianti di criptovaluta

annuncio pubblicitario Phemex

Un gruppo blockchain indipendente dall’India, IndiaBits, ha recentemente pubblicato documenti ufficiali emessi dalle autorità indiane delle imposte sul reddito. Questi documenti sono avvisi fiscali inviati a investitori e commercianti di criptovalute in tutto il paese. 

Il dipartimento IT indiano invia avvisi a commercianti / investitori crittografici

Nonostante la recente bozza del disegno di legge sulla regolamentazione delle criptovalute, la posizione normativa dell’India sulla criptovaluta è ancora poco chiara. Tuttavia, nonostante l’incertezza che regna sullo stato delle criptovalute, l’Indian Income Tax Department ha inviato comunicazioni fiscali ai trader e agli investitori di criptovalute. Gli avvisi, datati 22 luglio 2019, contengono un elenco di ventisei domande sul reddito, sui beni mobili e immobili del destinatario e sul suo coinvolgimento in criptovaluta e bitcoin. La prima pagina degli avvisi di tre pagine totali ordina ai destinatari di presentarsi presso l’Ufficio del vicedirettore delle imposte sul reddito in una data specifica, fornire prove con il libro dei conti o altri documenti e di “non partire fino a quando non ricevono l’autorizzazione da funzionari a farlo ”. Notifica inoltre all’utente la possibile multa fino a Rs 10.000 se non si presenta e non fornisce le prove richieste.

Il dipartimento ha chiesto un totale di 26 domande relative all’associazione degli utenti nel settore delle criptovalute in cui la prima domanda è “Quali sono le fonti di reddito”. Inoltre, le domande si concentrano su quanto tempo l’utente è stato coinvolto nelle criptovalute e quali specifiche criptovalute è il destinatario che attualmente tratta.

L’autorità informatica ha anche posto domande sugli scambi che gli utenti utilizzano per effettuare transazioni in criptovalute. L’avviso richiede di menzionare il nome degli scambi crittografici indiani, se presenti.

Invia i dettagli di tutti gli ID cliente / portafogli univoci di tua proprietà e dei tuoi familiari sul Bitcoin / Cryptocurrency Exchange in India e all’estero.

Diverse domande mirano a scoprire i modi in cui gli indiani hanno utilizzato per investire o scambiare criptovalute nonostante il severo divieto bancario su qualsiasi tipo di transazione di criptovaluta. È interessante notare che l’avviso evidenziava specificamente se un utente utilizzava “localbitcoins.com”;

Per favore, sazia, se stai acquistando / vendendo Bitcoin e altre criptovalute da localbitcoins.com. In caso affermativo, qual è stata la modalità di pagamento effettuato / ricevuto? Invia i dettagli.

⚠️ Il dipartimento indiano delle imposte sul reddito invia di nuovo avvisi ai trader di criptovaluta & Investitori

ℹ️ Questo è il motivo per cui Crypto ha bisogno di normative positive in India. I commercianti e gli investitori ignari vengono trascinati nelle complessità della valutazione dell’imposta sul reddito. pic.twitter.com/uXi6u3kzer

– IndiaBits (@ indiabits21) 30 luglio 2019

Non è la prima volta


Da un lato, paesi come l’Iran hanno ufficialmente annunciato l’autorizzazione del crypto mining come attività industriali, dall’altro, paesi come l’India stanno ancora esaminando l’impatto negativo del crypto mining. Per quanto riguarda il mining, l’autorità ha anche chiesto agli utenti di condividere i dettagli “se hanno investito nel crypto mining;

  • Indipendentemente dal fatto che tu sia coinvolto nel settore minerario investendo nella propria configurazione fisica
  • Sia che tu stia avendo un investimento in stagno Cloud Mining, Hash Mining
  • Dettagli dell’investimento totale nel settore minerario, anno finanziario saggio
  • Dettagli delle commissioni di ricompensa guadagnate dall’estrazione di Bitcoin e altre criptovalute per l’anno finanziario
  • Dettagli delle società minerarie in cui hai investito insieme ai dettagli delle commissioni di ricompensa guadagnate durante l’anno finanziario Fornisci il registro dettagliato dei profitti guadagnati dall’estrazione di Bitcoin e altre criptovalute

L’avviso si concludeva con la domanda che richiede agli utenti di condividere i dettagli se hanno mai pagato le tasse sul profitto che hanno generato dalle transazioni crittografiche.

IT-India

Non è la prima volta che un avviso del genere viene diffuso tra i trader e gli investitori di criptovalute. Secondo l’avvocato di Blockchain, Varun Sethi, avvisi simili sono stati diffusi anche nel 2018. Sethi ha affermato che;

Tuttavia, indipendentemente dalla posizione legale adottata dal governo sulle valute virtuali, l’Ordine, quando emesso a seguito di tale Avviso fiscale, convaliderà indirettamente la legalità delle valute virtuali, in cui il Funzionario fiscale potrebbe dover trattare i profitti derivanti dal trading di valute virtuali come reddito d’impresa o plusvalenza, fornendo in tal modo indirettamente la sua validità legale.

Per tenere traccia degli aggiornamenti DeFi in tempo reale, controlla il nostro feed di notizie DeFi Qui.

PrimeXBT

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector