L’India fa un giro completo nella legalizzazione delle criptovalute; Le startup indiane di Crypto credono che sia un FUD

annuncio pubblicitario Phemex

Secondo quanto riferito, il ministero delle Finanze indiano ha spostato una nota che sollecitava il divieto delle criptovalute in India dopo che la Corte Suprema ha revocato il divieto nel marzo 2020. Gli influencer indiani ritengono che il governo dovrebbe consultare le persone rilevanti della comunità crittografica prima di prendere una decisione.

La scena crittografica indiana prende una svolta di 360 gradi

In termini di adozione, l’industria delle criptovalute ha assistito a un significativo trend rialzista. Sebbene queste risorse digitali siano state legalizzate in alcuni paesi, alcuni altri governi ritengono che sia una valuta che apre la strada ad attività illecite. Tuttavia, la scena delle criptovalute in molte altre nazioni rimane ancora incerta.

L’India, un paese con una popolazione di oltre 1 miliardo di persone, potrebbe aver portato il tasso di adozione delle criptovalute a nuovi massimi. Mentre lo stato delle risorse digitali nel paese è stato incerto per molti anni, lo scorso anno a luglio, Subhash Chandra Garg, l’ex segretario delle finanze del paese, aveva redatto una legge che sollecitava il divieto delle criptovalute che vieterebbero ai cittadini indiani di estrarre, detenere , vendita, acquisto o utilizzo di criptovalute in qualsiasi modo. I cittadini che andavano contro la legge dovevano essere schiaffeggiati con una multa di Rs.25 crore insieme a 10 anni di reclusione.

4 marzo 2020, il giorno che la comunità indiana delle criptovalute aveva anticipato poiché la Corte Suprema del paese aveva revocato il divieto delle criptovalute da parte della Reserve Bank of India. Mentre la SC ha respinto il divieto della RBI etichettandolo come “incostituzionale”, il paese si è rallegrato della legalizzazione delle criptovalute.

L’ultimo rapporto di The Economic Times afferma che il Ministero delle finanze indiano ha ancora una volta alimentato il divieto delle criptovalute. Un funzionario del governo ha rivelato che una proposta sarebbe stata presentata al Parlamento solo dopo essere stata esaminata dal Consiglio dei ministri dell’Unione. Il funzionario ha detto,

“Una nota è stata spostata (dal ministero delle finanze) per le consultazioni interministeriali”.

Mentre la comunità crittografica è stata nuovamente messa in uno stato di incertezza, volti di spicco della scena crittografica indiana hanno indagato sulla questione. Nischal Shetty, il fondatore della piattaforma acquisita da Binance, WazirX ha detto a CoinGape, che lo status quo della questione rimane ambiguo poiché la comunità attendeva l’accesso alle informazioni sulla nota. Shetty ha suggerito che il ministero delle Finanze indiano potrebbe lavorare sulla vecchia legge crittografica o anche lavorare per lanciare una legge aggiornata.

Shetty aggiunto,

“Attualmente, l’Internet and Mobile Association of India (IAMAI) sta lavorando a un codice di condotta per le società di criptovalute in India. Abbiamo una bozza di versione pronta e stiamo lavorando all’aggiornamento delle linee guida in linea con i cambiamenti tecnologici avvenuti negli ultimi anni “.

Inoltre, ha insinuato che il governo dovrebbe piuttosto utilizzare le criptovalute come diversi account, le operazioni potrebbero essere tracciate per identificare i criminali piuttosto che vietare le attività legate alla crittografia. La lotta alla criminalità e la promozione dell’innovazione dovrebbero andare di pari passo, ha affermato Shetty.

Co-fondatore e CEO di CoinDCX, Sumit Gupta ha parlato anche dell’ultimo aggiornamento con CoinGape. Gupta ha suggerito che la comunità crittografica dovrebbe guardare le notizie con una lente oggettiva invece di diffondere disinformazione e allevare il panico. Ha inoltre affermato,


“Confidiamo e crediamo che il governo indiano consulterà le parti interessate pertinenti della comunità crittografica indiana e ascolterà le nostre voci prima di prendere qualsiasi decisione. Le regolamentazioni criptate intelligenti e ragionevoli sono la giusta via da seguire, e CoinDCX e la comunità criptata indiana sono pronti a promuovere un dialogo aperto e trasparente con il governo al fine di presentare il nostro caso sul perché la criptovaluta ha un futuro in India “.

Il segnale verde della Corte Suprema verso le criptovalute aveva dato origine a una serie di scambi che si avventuravano nel paese. Tuttavia, le ultime notizie potrebbero mettere in pericolo il destino di questi scambi di criptovaluta. Commentando lo stesso, Gupta ha sottolineato il fatto che la Corte Suprema che revoca il divieto sulle criptovalute ha rafforzato l’economia indiana e l’industria delle criptovalute in India. Ha aggiunto,

“Il risultato di ciò è stato che i mercati delle criptovalute sono fioriti e abbiamo visto numeri record nei volumi di scambio e nell’adozione da parte degli

decisione, dimostrando i suoi punti di forza come asset class per proteggere la ricchezza degli investitori indiani “.

Per tenere traccia degli aggiornamenti DeFi in tempo reale, controlla il nostro feed di notizie DeFi Qui.

PrimeXBT

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector