Il settore delle criptovalute richiede ai regolatori una politica chiara, ferma e accomodante che supporti Cryptos

Uno degli ostacoli chiave che tiene lontani gli investitori statunitensi dall’industria delle criptovalute è il quadro normativo poco chiaro. Comprendendo la necessità di un ambiente normativo adeguato e favorevole per la sopravvivenza delle criptovalute negli Stati Uniti, molti esperti del settore e analisti nel paese esprimono le loro opinioni e suggerimenti alle autorità di regolamentazione e ai legislatori. In uno di questi ultimi tentativi. i leader dell’industria americana delle criptovalute si sono incontrati con i legislatori a Capitol Hill per una tavola rotonda, concentrandosi principalmente sulla regolamentazione per le ICO e le valute digitali.

Il membro del Congresso invita i dirigenti della finanza tradizionale e dell’industria blockchain

L’incontro è stato organizzato dal membro del Congresso repubblicano Warren Davidson, che è già tenuto in grande considerazione nella comunità degli asset digitali a causa della sua visione crypto-friendly. Più di 50 dirigenti di aziende sia della finanza tradizionale che del settore blockchain hanno partecipato alla tavola rotonda con la rappresentanza di giganti crittografici come Coinbase, Kraken, ConsenSys, Nasdaq, Circle e Fidelity, tra gli altri. Il motivo per cui questo incontro si distingue è il signor Davidson, l’ospite sta attualmente redigendo un disegno di legge sulla regolamentazione delle criptovalute, che sarà introdotto alla Camera dei rappresentanti più tardi questo autunno.

La discussione si è svolta nell’ultima sessione prima delle elezioni, dando una buona possibilità agli appassionati di crittografia di esprimere le loro preoccupazioni sulla regolamentazione della sfera crittografica. Il messaggio principale, al legislatore, era chiaro: i regolatori devono adottare una politica chiara e ferma nei confronti delle crypto altrimenti le società blockchain saranno costrette a cercare nuovi pascoli.

Dopo quattro ore di discussioni, il membro del Congresso Davidson ha ricordato che la sua proposta di legge sulle criptovalute non è ancora finita e il panel è stato un ottimo modo per ascoltare l’industria e decidere cosa includere prima che la bozza finale venga presentata ai legislatori.

Ha detto che “I legittimi attori del settore desiderano una sorta di certezza in modo da poter prevenire e perseguire le frodi. Sono fiducioso che possiamo andare avanti e rendere questo mercato fiorente negli Stati Uniti. Per noi è imperativo farlo, lo abbiamo fatto bene con Internet “.

Mike Lempres, chief policy officer di Coinbase, ha ribadito la necessità di un cambiamento, affermandolo,

“Vogliamo tutti un mercato equo e ordinato, vogliamo tutte le stesse cose che fanno i regolatori. Non deve essere fatto nello stesso modo in cui è stato fatto in passato, e dobbiamo essere aperti a questo. “

Carla Carriveau, un alto ufficiale al Circle ed ex funzionario della SEC ha risposto che anche se la SEC chiarisce le leggi esistenti, spetta al Congresso farsi avanti. Secondo lei,

“Il Congresso deve agire perché la SEC ha detto quello che pensava fosse giusto e ha già fatto quello che pensava di dover fare”.

L’avvocato di ConsenSys Joyce Lai ha ricordato ai legislatori che poiché le criptovalute non sono legate a nessun governo, i loro fondatori hanno poche o nessuna restrizione sulla posizione della loro attività. Almeno la metà dei partecipanti ha avvertito che le autorità di regolamentazione degli Stati Uniti devono dare chiarezza senza reprimere le attività crittografiche, altrimenti i progetti si sposteranno in territori cripto-esperti, come Malta o la Svizzera.

Inoltre, leggi: L’attuale quadro normativo non è adatto all’adozione da parte delle imprese di Cryptos: Veterans Tell SEC

Gli esperti di crittografia richiedono il funzionamento di un quadro normativo adatto alle criptovalute

All’inizio di questa settimana, un gruppo di esperti del settore e veterani composto dallo sviluppatore principale di Bitcoin Bryan Bishop, l’ex amministratore delegato di Morgan Stanley Caitlin Long, il pioniere della codifica e-commerce Chris Allen, fondatore di Ernst & Il team blockchain di Young Angus Champion de Crespigny e l’avvocato del gestore di fondi Gavin Fearey, in una lettera alla SEC, hanno espresso il loro intento di assistere la SEC rivelando quelle che ritengono essere considerazioni critiche per la gestione della regolamentazione della criptovaluta che non era stata affrontata in altre lettere di commento precedentemente fatte pubblico dalla SEC.


La lettera affermava che le risorse digitali sono una classe di attività unica con punti di forza e capacità uniche e se sono inserite nell’infrastruttura di mercato esistente, ci saranno rischi per gli investitori che altrimenti non esisterebbero. Il gruppo ha suggerito che la SEC dovrebbe provare ad aggiornare possibilmente l’infrastruttura del mercato se effettivamente vuole sfruttare Bitcoin e altre tecnologie e rafforzare ulteriormente il sistema finanziario.

Con gli esperti del settore crittografico che esprimono le loro opinioni in merito alle normative, si può intuire che anche i regolatori si stanno attivando e stanno cercando di capire di cosa ha bisogno l’industria crittografica. Per fornire un quadro politico favorevole è necessario questo ponte di comunicazione.

I legislatori e le autorità di regolamentazione statunitensi prenderanno in considerazione la domanda del settore e elaboreranno una politica globale a favore delle criptovalute? Fateci sapere le vostre opinioni sullo stesso.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
Adblock
detector
map