Crypto vs RBI – L’avvocato presenta un caso forte contro il Crypto Ban di RBI

annuncio pubblicitario Phemex

In una precedente udienza tenutasi il 14 agosto, la comunità crittografica ha assistito a Internet & La posizione della Mobile Association of India (IAMAI) sulla criptovaluta che ha esortato il governo a creare regolamenti sulle criptovalute piuttosto che vietarle. L’udienza di oggi si è concentrata maggiormente sul motivo per cui il divieto di criptovaluta di RBI è ingiusto e non è servito a nulla.

Secondo gli aggiornamenti in tempo reale condivisa da Crypto Kanoon, una piattaforma crittografica indiana che fornisce informazioni sullo stato delle criptovalute nel paese. Ashim Sood, consulente di IAMAI, ha continuato i suoi argomenti a favore della regolamentazione delle criptovalute. La lunga udienza si è concentrata su come altri paesi stanno regolando le criptovalute e su come RBI le ha erroneamente bandite tra gli altri argomenti. La discussione non è ancora finita e si riprenderà domani.

Puoi seguire l’argomento sollevato durante una precedente udienza, il 14 agosto – QUI

IAMAI Counsel – Crypto non può essere bandito semplicemente perché comporta rischi

Per quanto riguarda l’udienza di oggi, Sood ha esortato che il decreto della RBI è “contro la dottrina della proporzionalità”, il che significa che la circolare della RBI del 2018 per vietare le criptovalute era troppo dura. Non era proporzionato al problema presentato dalle criptovalute. L’avvocato ha presentato alla Corte Suprema i vari approcci alla crittografia adottati dalle autorità di regolamentazione di tutto il mondo, tra cui il Wyoming, le leggi degli Stati Uniti in merito alle risorse crittografiche e ai servizi di custodia, i requisiti di licenza impiegati a New York e le linee guida dei paesi del G20 per regolamentare le criptovalute.

Condividendo la classificazione dei token del Regno Unito, il legale ha confrontato il divieto di RBI con l’approccio adottato dalle autorità di regolamentazione del Regno Unito. Crypto Kanoon segnalato;

Il Regno Unito è un esempio che presentava gli stessi rischi riconosciuti dall’India. I regolatori hanno esercitato i loro poteri in modo intelligente e hanno studiato la tecnologia. Il Regno Unito si è reso conto che non puoi impedire a nessuno di gestire i propri affari con Crypto. Considerando che RBI non ha applicato mente.

Le argomentazioni del signor Sood sono continuate sul modo in cui la circolare RBI non rivela alcuno scopo e mostra che nessuno studio è stato condotto prima di implementare il divieto. Sottolinea che i regolatori indiani stanno proponendo il divieto di criptovaluta semplicemente perché comporta rischi, ma anche i mercati azionari comportano rischi. Le persone sono passate dagli scambi crittografici centralizzati allo scambio crittografico P2P e quindi, nonostante il divieto bancario all’inizio del 2018, l’RBI non ha ottenuto nulla.

La RBI presumibilmente ha agito nella protezione dei consumatori, antiriciclaggio, finanziamento del terrorismo, ecc. Tuttavia in uno dei suoi documenti (post circolare), RBI si è resa conto di aver spinto gli scambi trasparenti al porto oscuro, le persone ricorrono al peer to peer usando denaro contante.

Poiché l’India dispone già di leggi sulla protezione dei consumatori, Sood ha affermato che potrebbero essere rese applicabili alle criptovalute mentre altre disposizioni speciali potrebbero essere formulate per far fronte a situazioni particolari.

Giudice – Il rapporto sembra guidare solo la tecnologia e non la crittografia

Dopo una lunga discussione del signor Sood, Ld. L’avvocato senior, il signor Nakul Dewan, che rappresentava la petizione dello scambio, ha spiegato cosa sono i soldi e cosa significa criptovaluta contro fiat. Ha presentato come l’India e l’Iran avessero l’opzione di transazioni peer to peer per accedere al carburante quando gli Stati Uniti si opposero. Inoltre, le sei preoccupazioni critiche della RBI sono state avanzate con controargomentazioni.


rbiFonte: Twitter

Considerando i fatti presentati in dettaglio insieme al rapporto del Comitato Interministeriale (IMC), il giudice ha infine risposto dicendo: “questo rapporto sembra guidare solo sull’aspetto come la tecnologia può essere utilizzata dai trasferimenti intra / interbancari. E non Crypto “.

RBI – Bitcoin and Crypto è uno schema Ponzi, bolla dei prezzi

Il tribunale ha ripreso l’udienza dopo pranzo e la discussione è iniziata a favore dell’azione di RBI. Ha delineato come le criptovalute con poche caratteristiche monetarie abbiano avuto un impatto diretto sul sistema monetario e dei pagamenti.

Se sempre più persone continuano ad adottarli come mezzi di pagamento, potrebbe compromettere gravemente il nostro sistema monetario. Ha anche la capacità di effettuare transazioni transfrontaliere. È qui che sta il problema.

L’avvocato ha anche evidenziato un rapporto dell’ex ministro delle finanze Arun Jaitely che ha acconsentito all’approvazione della tecnologia Blockchain ma ha negato di considerare le criptovalute. L’audizione ha anche evidenziato una maggiore preoccupazione di RBI per quanto riguarda le criptovalute: il suo utilizzo come forma di pagamento per attività illecite.

Nessuna decisione conclusiva è emersa dall’udienza di oggi, ma la seduta riprenderà domani.

Per tenere traccia degli aggiornamenti DeFi in tempo reale, controlla il nostro feed di notizie DeFi Qui.

PrimeXBT

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
Adblock
detector
map