Cosa potrebbe significare la lotta per il potere del Venezuela per il Petro e la criptovaluta

annuncio pubblicitario Phemex

Di seguito la notizia del presidente Nicolas Maduro apparente estromissione dal potere dopo tre turbolenti anni alla guida del Venezuela, ci sono indicazioni che l’ascensione del suo sfidante dell’opposizione sostenuto dagli Stati Uniti Juan Guaidó potrebbe segnare la fine di uno degli esperimenti di criptovaluta più curiosi al mondo.

Il Petro è stato fonte di significative polemiche, con Maduro che una volta ha proclamato che sarà il futuro del Venezuela, e i critici indicando fuori che non è mai sembrato diventare effettivamente operativo in qualsiasi momento. Mentre il presidente Maduro ha costantemente sostenuto che il futuro economico del paese era indissolubilmente legato al progetto crittografico sostenuto dal governo, alcuni credevano che il tanto pubblicizzato Petro ICO fosse poco più che un mezzo per raccogliere valuta forte da un regime affamato di denaro in responsabile di un paese con il più alto tasso di iperinflazione al mondo.

Ieri, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha compiuto il passo senza precedenti di annunciando riconoscimento ufficiale americano per Guaidó – una posizione che è stata rapidamente adottata dalle maggiori potenze regionali tra cui Brasile, Colombia e Canada. Con l’annuncio del supporto degli Stati Uniti a Guaidó arrivano alcuni scenari interessanti per l’uso del Petro e della criptovaluta in Venezuela nel suo complesso.

Il governo appoggiato dagli Stati Uniti significherebbe la fine del Petro

Se Guaidó riesce nel tentativo di spodestare definitivamente Maduro, il Petro è quasi certamente destinato all’obsolescenza perché sin dall’inizio è stato osteggiato dalle autorità americane. Durante l’ICO, il governo degli Stati Uniti ha annunciato che era illegale per i cittadini americani investire in esso, e in effetti, non ci sono mai state prove che il Petro fosse elencato da una borsa rispettabile.

L’intera ragione dell’idea alla base del Petro era che le sanzioni statunitensi non solo avevano indebolito in modo significativo l’economia del Venezuela, ma avevano anche lasciato il paese disperatamente a corto di valuta forte tanto necessaria, che in parte era responsabile dei dati sull’iperinflazione leader a livello mondiale. Il Petro avrebbe dovuto fornire una nuova fonte di investimenti esteri per il Venezuela che avrebbe aggirato il sistema finanziario globale che rientra nella giurisdizione delle autorità americane a causa dello status di de-factor del dollaro come commercio globale e valuta di riserva.

Un ritiro delle sanzioni e la normalizzazione dei legami economici renderebbe il Petro superfluo, e le autorità americane sarebbero anche ansiose di sbarazzarsi di un progetto che ha reso un breve tentativo fallito di sfidare l’egemonia finanziaria globale dell’America..

Possibile impatto sull’adozione di Crypto in Venezuela

Anche se la prognosi del Petro non sembra buona nel caso in cui Maduro sia disarcionato, lo stesso non si può necessariamente dire per l’adozione della criptovaluta in generale. I venezuelani sono già tra i commercianti di criptovaluta peer-to-peer più prolifici al mondo, e anche la normalizzazione dei legami economici con gli Stati Uniti non sarebbe sufficiente per convincerli a lasciare la criptovaluta per fiat.

Per prima cosa, è improbabile che ci sia un afflusso di investimenti su qualcosa di vicino alla scala necessaria per un rinnovamento economico su vasta scala. In assenza di tali investimenti, l’economia dipendente dal petrolio del Venezuela rimarrà sostanzialmente invariata per la maggior parte delle persone, il che significa che i metodi di transazione e trasferimento di valore che hanno raccolto negli ultimi due anni rimarranno in vigore per abbastanza un po ‘di tempo a venire.

Coingape ha recentemente riferito che Dash ha compiuto importanti incursioni nei mercati di consumo del Venezuela, stringendo accordi con i rivenditori e Kripto Mobile, un produttore di telefoni cellulari sudamericano che vende telefoni pre-equipaggiati con l’ecosistema Dash. È improbabile che tale innovazione si fermi a meno che il Venezuela non venga letteralmente sommerso da un’ondata di denaro fiat americano, che non sembra essere sulle carte..

Indipendentemente dal fatto che il Petro sopravviva o muoia, non c’è dubbio che rimarrà un punto di riferimento interessante nell’evoluzione delle criptovalute, e potrebbe, infatti, aver già generato successori in paesi colpiti dalle sanzioni come l’Iran..


Coingape porterà ulteriori aggiornamenti sulla situazione venezuelana man mano che si sviluppa.

Per tenere traccia degli aggiornamenti DeFi in tempo reale, controlla il nostro feed di notizie DeFi Qui.

PrimeXBT

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector