La Universal Protocol Alliance rilascia il token UPT, ma può resistere alla concorrenza?

annuncio pubblicitario Phemex

La Universal Protocol Alliance ha ora rilasciato il suo Universal Protocol Token (UPT), una nuova criptovaluta volta a migliorare l’interoperabilità. L’Alleanza è composta da diversi progetti e organizzazioni membri, tra cui OmiseGO, Blockchain a Berkeley e Cred, tra gli altri. Presentato come un token “mega-utility”, UPT mira a distinguersi dalla concorrenza offrendo molteplici casi d’uso ai titolari.

 Il Alleanza del protocollo universale convocato con l’obiettivo di superare una delle prossime grandi sfide della blockchain, quella dell’interoperabilità. La missione dichiarata dell’Alleanza è portare 100 milioni di nuovi utenti nella criptovaluta. Dato che al momento ci sono solo file 42 milioni di portafogli Bitcoin esiste, secondo Statista, è una nobile ambizione.

Da quando si è costituita nel 2018, l’Alleanza ha sviluppato la Universal Protocol Platform, che consentirà agli utenti di interagire con più criptovalute tramite un’unica blockchain. È ora lanciato UPT, che è il token nativo della piattaforma e il token di utilità sottostante per l’ecosistema del protocollo universale. UPT è attualmente disponibile come elenco iniziale su Bitcoin.com scambio. L’exchange elenca anche varie stablecoin del protocollo universale, tra cui Universal Dollar (UPUSD) e Universal Euro (UPEUR).

 Parlando del lancio di UPT, JP Thieriot, co-fondatore di UP Alliance e Uphold, ha dichiarato:

 “Il token di protocollo universale è la soluzione per aziende, consumatori e governi, grandi e piccoli, che richiedono soluzioni per manovrare digitalmente le risorse ovunque e in qualsiasi momento.”

 Un token multiutility

 Attualmente, UPT offre diverse utilità ai titolari, in base alle attività dei membri dell’Alleanza. Ad esempio, i titolari di UPT possono mettere i loro token sulla piattaforma di prestito e prestito Cred e, tramite la funzione CredEarn, generano interesse su qualsiasi token UP, come le stablecoin sopra menzionate.

La piattaforma di denaro digitale Uphold è anche un membro dell’Alleanza, il che significa che i titolari di UPT hanno diritto a sconti quando fanno trading su Uphold. Possono anche ricevere indietro valuta digitale aggiuntiva con il lancio della carta di debito Uphold.

Se si utilizza il sistema di regolamento dei pagamenti di OmiseGO, i titolari di UPT possono pagare le commissioni nei loro token. UPT acquista anche sconti su conferenze ed eventi tenuti dal membro dell’Alleanza Blockchain a Berkeley e tariffe ridotte per l’audit del codice con la società di sicurezza CertiK.

 UPT contro BNB

A questo punto dell’evoluzione della criptovaluta, ci sono letteralmente migliaia di token. Tuttavia, pochissimi di essi servono a più di un singolo scopo, sebbene ci siano alcune eccezioni. Un comparatore potrebbe essere il token BNB di Binance, che il gigante dell’exchange reclami ha oltre 120 casi d’uso sia all’interno che all’esterno dell’ecosistema Binance.

Il primo caso d’uso di BNB è stato come chiave per le commissioni di trading scontate sulla piattaforma Binance. Tuttavia, questi sconti si ridurranno nel tempo, quindi il team di Binance ha introdotto costantemente più funzionalità progettate per garantire che BNB abbia un fascino duraturo. Poiché Binance ha ampliato la sua impronta a più servizi, il token BNB ha acquisito ulteriore utilità.


Ora, i possessori di BNB possono investire in nuovi lanci di token tramite la piattaforma Binance Launchpad IEO, l’opportunità di guadagnare interessi partecipando alla piattaforma Binance Lending e pagare le commissioni di trading su Binance DEX. BNB è anche il token nativo della blockchain di Binance da quando è stato lanciato all’inizio di quest’anno.

 Binance ha anche stabilito diverse partnership e sforzi di collaborazione, consentendo casi d’uso per BNB al di fuori del proprio ecosistema. Ad esempio, gli utenti possono prenotare voli e hotel su TravelbyBit e Trip.io piattaforme o assumere liberi professionisti tramite CanWork.

 La partnership non è la stessa cosa dell’interoperabilità

Con oltre 100 casi d’uso accumulati nel corso dei suoi due anni di vita, BNB ha sicuramente un vantaggio su UPT come token alle prime armi integrato con cinque progetti membri dell’Alleanza. Tuttavia, laddove UPT può avere un vantaggio su BNB, è nella sua natura veramente interoperabile.

Chiunque utilizzi BNB al di fuori dell’ecosistema Binance dipende da una collaborazione tra Binance e quella particolare azienda. Se il rapporto si interrompe, l’utente potrebbe scoprire che non può più prenotare i voli o assumere i propri liberi professionisti con BNB. Al contrario, UPT si basa sulla Universal Protocol Platform, il che significa che il suo utilizzo non dipende da un rapporto commerciale per mantenere la sua utilità.

Inoltre, anche l’età dei token BNB funziona a suo favore. Se UPT si dimostrerà popolare, allora l’adesione all’Alleanza diventerà una prospettiva più attraente per altri progetti. Se ciò accade, alla fine UPT potrebbe aumentare notevolmente la sua utilità su un ampio spettro di piattaforme e progetti blockchain.

 L’interoperabilità è una delle maggiori sfide che la blockchain deve affrontare. Se il protocollo universale può risolvere quel particolare problema, non passerà molto tempo prima che superi la concorrenza.

Per tenere traccia degli aggiornamenti DeFi in tempo reale, controlla il nostro feed di notizie DeFi Qui.

PrimeXBT

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
Adblock
detector
map