Il candidato presidenziale degli Stati Uniti critica l’NBA per non aver permesso al giocatore di tokenizzare il suo contratto

annuncio pubblicitario Phemex

Giocatore leader dell’NBA, Spencer Dinwiddie ha recentemente rivelato di voler tokenizzare parte del suo contratto sulla blockchain di Ethereum. Voleva raccogliere 13,5 milioni di dollari dai suoi contratti triennali da 35 milioni di dollari. Tuttavia, la sua iniziativa non è stata accolta bene dalla NBA. È interessante notare che le personalità di Crypto sostengono il suo sostegno e la considerano un’idea rivoluzionaria. 

Il cambiamento è raramente facile

L’NBA venerdì ha affermato che il suo piano di impegnare parte dei suoi guadagni di contatto per un token di sicurezza viola l’accordo di contrattazione collettiva della lega. Secondo una dichiarazione rilasciata al New York Times, NBA disse,

“La disposizione descritta è vietata dal C.B.A., che prevede che” nessun giocatore ceda o trasferisca in altro modo a terzi il suo diritto a ricevere un risarcimento dalla squadra in base al suo contratto di giocatore uniforme “

Dinwiddie ha preso Twitter e ha dato una risposta adeguata e ha detto che aveva tutti i saluti per l’NBA. Tuttavia, non cede il suo contratto.

Inoltre, ha detto che la notizia è stata deludente e ostacola il sviluppo di un nuovo asset presupponendo che una regola venga infranta. Ha poi detto che non vede l’ora di capire e anche portare più coinvolgimento dei fan e liquidità per i proprietari del team. 

fonte- Twitter

Come parte della piattaforma DREAM Fan Shares, Dinwiddie aveva in programma di costruire un’azienda in cui qualsiasi intrattenitore potesse tokenizzare il proprio contratto. Inoltre, gli animatori potrebbero aumentare parte del loro stipendio da investire oppure utilizzarlo immediatamente. Non è ancora chiaro se l’NBA abbia parlato con Dinwiddie prima di fornire la dichiarazione al Times. Tuttavia, la guardia dei Brooklyn Nets ha affermato di aver detto alla lega delle sue intenzioni prima che fossero annunciate pubblicamente. 

Candidato presidenziale degli Stati Uniti, personalità criptate stanno a sostegno di Dinwiddie

Nonostante la posizione sfavorevole della NBA sulla questione, il piano di Dinwiddie ha ricevuto un massiccio sostegno pubblico. Il candidato alla presidenza Andrew Yang ha dichiarato che il piano era puro genio. Anche Yang lo è stato sostenendo un quadro normativo per criptovaluta e blockchain. 

fonte- Twitter

Il CEO di Binance, Cz, ha concordato con Yang e alle persone dovrebbe essere consentito di stipulare contratti commerciali concordati di comune accordo. 


fonte- Twitter

Il principale avvocato, Larry Cermak, ha lodato gli sforzi di Dinwiddie e ha detto che in realtà è un affare più grande di quanto la gente pensi. Ha inoltre affermato che il token è ben pensato e sarebbe più di un legame noioso. Inoltre, gli investitori potrebbero ottenere potenziali bonus e un pagamento molto più elevato nel terzo anno del contratto. Inoltre, non vi è praticamente alcun rischio di mancato pagamento. Questo perché il contratto di Dinwiddie è garantito per tre anni. Anche se non gioca bene o si infortuna, guadagnerebbe comunque dei soldi. Inoltre, diventa un incentivo a giocare bene, poiché Dinwiddie sta tokenizzando solo una parte del suo contratto.

fonte- Twitter

Inoltre, i vantaggi sono per entrambe le parti: quando gioca bene, gli investitori ne traggono vantaggio e anche se non lo fa, gli investitori ottengono comunque la loro giusta quota di profitti. L’unico problema è ottenerlo emesso ai sensi del Reg D, rendendolo disponibile solo per “investitori accreditati”. Ciò implica inoltre che è necessario un investimento di un minimo di $ 150.000. 

fonte- Twitter

Ha inoltre espresso disappunto per la posizione dell’NBA e ha affermato di aver frainteso la struttura del suo gettone. Non cede il suo contratto ma garantisce una parte del denaro che guadagna agli investitori.

fonte- Twitter

Un utente crittografico con l’handle “Crypto Oracle” ha affermato che questo potrebbe essere l’avvento di un campionato sportivo totalmente nuovo in cui i fan hanno un’equità diretta nei giocatori e ricavano una parte delle entrate del campionato. 

fonte- Twitter

Dinwiddie collabora con Tron per beneficenza

Venerdì scorso, Dinwiddie ha rivelato di aver collaborato con la Fondazione Tron e il suo CEO, Justin Sun, per donare 8,2 Bitcoin in beneficenza vendendo le sue scarpe indossate dal gioco per la stagione 2019/2020. Ha inoltre assicurato che, indipendentemente dai suoi problemi con il suo piano contrattuale, avrebbe fatto la sua parte e avrebbe fatto la donazione.

fonte- Twitter

Pensi che l’NBA stia ragionevolmente impedendo a Spencer Dinwiddie di tokenizzare il suo contratto? Condividi le tue opinioni con noi nei commenti qui sotto!

Per tenere traccia degli aggiornamenti DeFi in tempo reale, controlla il nostro feed di notizie DeFi Qui.

PrimeXBT

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector