Dash [DASH] comporta un rischio di non conformità normativa inferiore rispetto a Bitcoin: Dash Executive

annuncio pubblicitario Phemex

Dash [DASH], che è considerata una moneta per la privacy, è stata criticata per la sua presunta inosservanza delle regole di viaggio del GAFI. Molti scambi tra cui OKEx, Coincheck e CEX.io hanno già rimosso Dash o stanno pensando di farlo. Tuttavia, il responsabile regionale di Dash per lo sviluppo aziendale nella regione USA-Canada, Omar Hamwi, ha stabilito che Dash è conforme alle regole di viaggio del GAFI come Bitcoin in un blog su Medium. In effetti, ha persino affermato che Dash comporta un rischio inferiore di non conformità normativa rispetto a Bitcoin. 

Qual è la regola di viaggio del GAFI?

La regola di viaggio del GAFI impone a tutti i fornitori di servizi di risorse virtuali (VASP) di condividere i dati rilevanti dei clienti con le istituzioni beneficiarie. I dati includono il nome del mittente, il numero di conto del mittente utilizzato per l’elaborazione della transazione (ad es. Portafoglio di criptovaluta), i dettagli di identificazione del mittente come il loro indirizzo o il numero della carta d’identità, il nome del beneficiario e il numero di conto del beneficiario su cui è stata elaborata la transazione.

Dash è conforme alle regole di viaggio del GAFI?

Dall’annuncio di Regola di viaggio del GAFI, diversi scambi hanno annunciato che rimuoveranno Dash e altre monete per la privacy tra cui Monero e ZCash. A settembre, OKEx aveva annunciato che avrebbe rimosso Dash, ma all’inizio di ottobre aveva detto che stava rivedendo la sua decisione di fare lo stesso. Secondo un handle di Twitter, Electric Coin Company, CEX.io potrebbe anche rimuovere Dash. Coincheck aveva anche annunciato a maggio che sarebbe stato delisting Dash, Monero, e Zcash.

Dash, tuttavia, è conforme alle regole di viaggio del GAFI come Bitcoin, secondo un dirigente dell’azienda. Il responsabile regionale di Dash per lo sviluppo aziendale nella regione USA-Canada, Omar Hamwi, ha recentemente pubblicato un blog su Medium in cui spiega come le transazioni di Dash non fossero anonime e come fosse possibile per Dash rispettare le regole di viaggio del GAFI.

Il blog stabilisce come la rete Bitcoin e la rete Dash siano completamente identiche –

  1. Sia la rete Dash che quella Bitcoin funzionano con la stessa serie di regole di transazione.
  2. Entrambe le reti sono blockchain pubbliche e sono dati di transazione: l’indirizzo del mittente, l’indirizzo del destinatario e l’importo della transazione vengono registrati in modo trasparente sulla blockchain in entrambe le reti.
  3. Sia Bitcoin che Dash utilizzano facoltativamente CoinJoin per offrire alle transazioni un certo livello di privacy. CoinJoin, mentre migliora l’aspetto della privacy del profilo di un utente, non fornisce all’utente il completo anonimato. Infatti, CoinJoin può essere utilizzato con qualsiasi rete di criptovaluta. Le tecniche utilizzate per analizzare le transazioni Bitcoin sono applicabili anche alla rete Dash.

Pertanto, se Bitcoin può essere conforme alle regole di viaggio del GAFI, lo può essere anche Dash.

Dash non è una “moneta incentrata sulla privacy”

I blog spiegano come la privacy e la trasparenza non siano un binario, ma piuttosto uno spettro –

“Questo spettro include la schermatura completa delle transazioni (in cui indirizzi o importi sono completamente nascosti da osservatori di terze parti), schermatura opzionale delle transazioni e transazioni completamente trasparenti. Può anche includere transazioni “fuori catena” e altri miglioramenti che impediscono a terze parti di osservare le transazioni “.

Nel caso di Dash, la privacy è una caratteristica opzionale, altrimenti le sue transazioni sono completamente trasparenti per impostazione predefinita come Bitcoin. La funzione di privacy aggiunta è disponibile solo nel portafoglio desktop. Per quanto riguarda CoinJoin, combina più pagamenti da più spenditori in una singola transazione o in una serie di transazioni. Ciò rende più difficile per gli osservatori di terze parti determinare quale indirizzo pagato quale destinatario o destinatari. CoinJoin può essere utilizzato con qualsiasi blockchain trasparente incluso Bitcoin, rendendo quindi Dash e Bitcoin identici in termini di privacy. Il blog rileva inoltre che con la rete Lightning di Bitcoin, gli utenti di bitcoin possono usufruire di transazioni anonime.


Gli utenti di Bitcoin hanno un’opzione “off-chain” chiamata Lightning Network, che è completamente anonima. Anche i nodi (ad esempio i server) che trasmettono le transazioni sulla rete Lightning non sono in grado di determinare l’origine o il nodo di destinazione dei pagamenti che instrada.

Pertanto, Dash comporta un rischio inferiore di non conformità normativa rispetto a Bitcoin.

Il blog prosegue dicendo che Dash ha collaborato con molte aziende per garantire la conformità con le linee guida del GAFI. I suoi partner per la conformità lo stanno aiutando a soddisfare la Regola di viaggio e altri requisiti di conformità in diversi modi, tra cui il monitoraggio delle transazioni, l’identificazione e il blocco delle transazioni che fanno uso di mixer. La criptovaluta ha anche elencato le linee guida per i VASP su come identificare, bloccare e segnalare transazioni sospette di Dash con funzionalità di privacy avanzate come l’utilizzo di un mixer.

Il blog spiega in dettaglio come Dash non viola le linee guida del GAFI e aiuta gli scambi a decidere se rimuovere o meno la criptovaluta. Cosa ne pensi della mossa di Dash per spiegare come sia conforme come Bitcoin alla regola di viaggio FATF? Condividi le tue opinioni con noi nei commenti qui sotto!

Per tenere traccia degli aggiornamenti DeFi in tempo reale, controlla il nostro feed di notizie DeFi Qui.

PrimeXBT

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector