La Cina sta portando un regolamento di livello bancario su Blockchain ma non è pronta per abbracciare Crypto

annuncio pubblicitario Phemex

La Cina è nota per la sua posizione ribelle nei confronti delle criptovalute. Sebbene circolassero voci secondo cui la Cina adotterà la crittografia quando la Cina ha approvato la legge crittografica, tuttavia, la realtà è tutt’altro che vera. D’altra parte, le iniziative blockchain cinesi suggeriscono che sta portando sicurezza di livello bancario alla blockchain e sta lavorando seriamente alla regolamentazione della blockchain. Ecco uno sguardo alle diverse iniziative blockchain della Cina. 

Huangzhao rilascia la prima blockchain governativa

In un recente sviluppo, la città orientale della Cina di Hangzhou ha completato la costruzione e il test della sua “catena di servizi governativi”, il primo sistema sottostante basato su blockchain per gli affari governativi. L’iniziativa è stata tecnicamente supportata dal progetto blockchain locale Bytom. Il sistema offre una sicurezza di prim’ordine con l’architettura one-mainchain + multi-sidechain di Bystack e ha inizialmente impostato quattro nodi blockchain.

È un dato di fatto, il test è iniziato a maggio e negli ultimi 6 mesi sono stati generati più di 3 milioni di blocchi. I blocchi generati hanno alimentato molti scenari applicativi. 

La costruzione del sistema è anche un indicatore che in futuro ci saranno blockchain indipendenti e controllabili che supporteranno più affari governativi e scenari blockchain. 

Ha detto Ma Qianli, CEO di Bytom’s Bytack, 

Contrariamente al prodotto POC (Proof of Concept), la catena di servizi governativi è stata rilasciata dopo sei mesi di test e un po ‘di lavoro di ricerca, che farà progressi con il modello blockchain più servizi governativi e servirà le persone con una migliore esperienza di e-government.

I residenti devono sottoporsi all’autenticazione dell’identità per condurre affari con gli organi delle autorità. In futuro, le informazioni sull’identità verranno anche sincronizzate nella catena dei servizi governativi, in modo che le informazioni sull’identità dei residenti possano avere un periodo di validità maggiore e un ambito di applicazione più ampio. Inoltre, verrà eliminata la necessità di tornare indietro tra i reparti superiori. Inoltre, in futuro, man mano che più dipartimenti diventeranno parte della catena, diventerà sempre più facile coordinare gli affari governativi tra dipartimenti, città e province. 

People’s Bank of China fisserà gli standard di settore in tutto il settore finanziario

Yifei Fan, vicepresidente della PBoC presso il Comitato tecnico nazionale, ha recentemente affermato che la banca mira a migliorare l’implementazione delle nuove tecnologie nel settore finanziario. È interessante notare che anche la blockchain è nella lista. Alcuni di questi includono servizi cloud e intelligenza artificiale. 

“Il settore finanziario non dispone degli standard o deve aggiornare gli standard esistenti. Le attuali normative per i servizi finanziari non sono abbastanza chiare e forti per guidare sviluppi di alta qualità nel settore “. 

Egli ha detto, 


È interessante notare che la dichiarazione arriva dopo che altri due standard di settore sono stati creati dal governo. Uno per la registrazione di tutti i nuovi progetti blockchain e 11 categorie di prodotti fintech per i pagamenti digitali. 

Alibaba’s Ant Financial Working Towards Singapore Virtual Bank License

Ant Financial di Alibaba Group, la società cinese di pagamenti online disse richiedere una licenza di digital banking a Singapore. Inoltre, l’Autorità monetaria di Singapore rilascerà fino a cinque nuove licenze di banca digitale. Questi includono inoltre giocatori non bancari. Ciò autorizzerà gli operatori a fornire una gamma di servizi finanziari e ad accettare depositi dai clienti al dettaglio con la licenza di banca digitale completa. 

Inoltre, la norma ha chiesto ai candidati di presentare le loro domande entro il 31 dicembre, dopodiché MAS prevede di annunciare i candidati selezionati a metà del 2020. 

Si prevede di rilasciare cinque licenze di banca virtuale, comprese 2 licenze di banca virtuale e 3 licenze di banca virtuale. Ciò consentirà alle società Fintech di adottare tecnologie avanzate e analisi dei dati per fornire servizi bancari migliori a un costo relativamente basso.

Shanghai per sondare gli scambi crittografici locali

I funzionari di Shanghai sono tutti pronti a ispezionare gli scambi di criptovaluta locali. Inoltre, il giro di vite della Cina sulla piattaforma di social media Weibo, che vieta la pubblicazione di qualsiasi post utilizzando contemporaneamente “Blockchain e Crypto Trading” è sufficiente per supporre che la certezza intorno alle criptovalute in Cina non è vicina e richiederà molto tempo.

Non solo questa miscela di probabilità ha un’altra svolta, in un altro caso la Cina sta pianificando di ricompensare i suoi soldati in criptovalute. I gettoni basati su blockchain verranno dati ai soldati che avranno ottenuto voti alti dagli insegnanti nel loro periodo di addestramento. Inoltre, i soldati possono anche ottenere ricompense crittografiche quando completano determinati compiti o eccellono nel loro campo.

La Cina potrebbe nazionalizzare i desk OTC

In un recente colloquio con Luke Martin, Dovey Wan, il fondatore di Primitive Crypto, ha affermato che è molto probabile che nel prossimo futuro tutti i canali di liquidità, inclusi i desk OTC e gli exchange, vengano nazionalizzati. Lei disse,

“Esiste la possibilità, in un futuro molto prossimo, che tutti i canali di liquidità, inclusi i desk e gli exchange OTC, vengano nazionalizzati. Loro (il governo cinese) possono influire sulla liquidità e sulle dApp. “

Inoltre, si è discusso sui possibili vantaggi di un renminbi digitale. Su questo, Wan ha commentato che “centralizzerà fortemente il potere monetario alla PBoC”. Ha anche affermato che aiuterà a frenare il “problema bancario ombra” della Cina, che ammonta a $ 10 trilioni di attività. È un dato di fatto, mentre il RMB digitale intende essere un sostituto diretto del fiat cinese, eliminerà la privacy offerta dalla valuta tradizionale e sarà registrato nel registro centralizzato della Cina.

Rafforzare la regolamentazione e il controllo, ridurre il trading di criptovaluta – Ufficio PBOC di Shanghai

In un recente sviluppo, l’Ufficio della conferenza congiunta per la stabilità finanziaria di Shanghai e la sede della Banca popolare cinese di Shanghai sono pronti a reprimere il trading di criptovalute. Monitoreranno attivamente le attività commerciali in valuta virtuale all’interno della giurisdizione. Una volta scoperto, verrà smaltito immediatamente e verrà impedito che accada in anticipo. L’annuncio afferma inoltre,

Una volta scoperto, verrà smaltito immediatamente e verrà impedito che accada in anticipo. Gli investitori dovrebbero fare attenzione a non mescolare la tecnologia blockchain con la valuta virtuale. Esistono molteplici rischi nel finanziamento e nel trading delle emissioni di valuta virtuale, inclusi il rischio di attività false, il rischio di fallimento aziendale, il rischio di speculazione sugli investimenti, ecc. Gli investitori dovrebbero aumentare la loro consapevolezza sulla prevenzione dei rischi e stare attenti a non essere ingannati.

Inoltre, se gli investitori scoprono varie forme di attività e organizzazioni o individui in valuta virtuale, possono riferire alle autorità di regolamentazione. I cittadini sospettati di aver commesso reati possono essere inviati alla pubblica sicurezza.

Per tenere traccia degli aggiornamenti DeFi in tempo reale, controlla il nostro feed di notizie DeFi Qui.

PrimeXBT

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector