Il CEO di Binance commenta l’instabilità di Fiat mentre le valute precipitano in tutto il mondo

annuncio pubblicitario Phemex

Binance CZ usando il suo handle di Twitter avverte che le Fiat non sono più sicure per come sono state considerate. Le valute Fiat sono state considerate stabili in tutto il mondo. Almeno questo è quello che dicono i governi e le autorità di regolamentazione finanziaria. Ma le recenti crisi economiche in Turchia e in alcuni paesi dell’America Latina come Venezuela, Argentina e Brasile, le loro rispettive valute legali hanno preso una picchiata. 

Le turbolenze turche

L’economia turca ha subito una reazione avversa ai dazi di Trump su acciaio e alluminio turchi, la lira è crollata di oltre il 20 per cento in poche ore. Ciò ha spinto gli investitori non nel tradizionale bene rifugio dell’oro, ma in bitcoin.

Koinim, il più grande scambio della Turchia, ha registrato un aumento del 63% del volume degli scambi di Bitcoin e gli scambi BTCTurk e Paribu hanno registrato aumenti del volume rispettivamente del 35% e del 100%. Ciò ha spinto il prezzo del bitcoin in Turchia fino a $ 7000, oltre $ 500 in più rispetto al Brave New Coin Bitcoin Liquid Index, che si basa sulla maggior parte dell’attività di trading globale.

Sebbene il bitcoin potrebbe non agire come un mezzo di scambio quotidiano, i cittadini turchi si stanno riversando su di esso come un bene rifugio sicuro, un modo per sfuggire alle oscillazioni della lira turca contro il dollaro, che fanno sembrare calme anche le fluttuazioni del bitcoin.

Inoltre, leggi: Il CEO di Binance afferma che il mercato orso sta diminuendo poiché il futuro è luminoso per il mercato crittografico

Mensa sudamericana: Venezuela, Argentina e forse Brasile

Le prospettive economiche per l’America Latina nel 2018 sono fosche. Con l’instabilità politica in alcune delle maggiori economie della regione, nonché un crollo generale dei prezzi del petrolio e di altre materie prime, le imprese e i consumatori stanno affrontando una depressione e, nel caso del Venezuela, il collasso economico.

La crisi delle economie latinoamericane non è iniziata nel 2018, ma risale al 2015. Argentina, Venezuela e Brasile hanno chiuso il 2015 con gravi problemi economici, inclusi enormi tassi di inflazione – fino al 275% per il Venezuela (63% per il 2014), ~ 30% per l’Argentina (36,4% per il 2014) e 10,4% per il Brasile (6,3% per il 2014).

Per l’Argentina, la valuta del paese, il peso, è stata colpita in modo significativo negli ultimi 3 anni, è scesa del 15% rispetto al dollaro nel 2017. Il calo del 2017 è stato causato dalla perdita del 34% nel 2015 e del 18% nel 2016. Anche il 2018 non ha cambiato le fortune del paese poiché il peso argentino è precipitato al minimo storico. Lo stesso è avvenuto con il Real brasiliano, ma è intervenuta la banca centrale

Il Venezuela ha problemi anche suoi, la sua inflazione è all’82766,0% come riportato su Trading Economics a causa del quale il bolivar venezuelano si è avvicinato a livelli assurdi. La risposta del governo venezuelano all’aumento del tasso di inflazione è stata la creazione della propria “criptovaluta”, soprannominata Petro, che dovrebbe essere sostenuta dalla fornitura di petrolio del paese. Tuttavia, data la cattiva gestione dell’attuale bolivar da parte dello stesso governo, oltre alle preoccupazioni su come funzionerebbe una criptovaluta completamente centralizzata (la realtà è che la valuta è più fiat digitale che criptata), ha portato i venezuelani ad abbandonare il progetto a frotte. prima ancora che potesse decollare.

Voci di spicco dicono che le fiat non sono completamente stabili


Oggi, usando la sua mano su twitter, CZ di Binance ha detto: “fiat non implica stabile”. Insieme a questo, ha pubblicato i grafici della lira turca e del peso argentino sotto la forte pressione di paesi che stanno crollando la condizione economica.

fiat non implica stabile pic.twitter.com/ad0CJYh2nA

– CZ Binance (@cz_binance) 30 agosto 2018

CZ non è il primo a dirlo. In precedenza il CEO di Coinbase Brian Armstrong aveva dichiarato che le crisi economiche in corso in tutto il mondo nei prossimi 3-5 anni potrebbero essere il catalizzatore per l’adozione organica delle criptovalute.

“I paesi in crisi economica e sacche di persone in quelle aree si stanno interessando [alle criptovalute]. C’è interesse tra le persone con il più alto punto dolente nell’avere una valuta stabile […] Nei prossimi tre-cinque anni i paesi in crisi economica potrebbero vedere le persone che adottano organicamente la crittografia come alternativa “.

Mentre questi paesi continuano le loro turbolenze e le loro valute vanno in picchiata, le persone continuano a spostarsi verso il bene rifugio dell’oro e ora verso il bitcoin protettore più liquido. Alcuni commentatori suggeriscono anche che il bitcoin stia intaccando il dominio dell’oro.

Le criptovalute toglieranno anche il predominio delle Fiat? Fateci sapere le vostre opinioni sullo stesso.

Per tenere traccia degli aggiornamenti DeFi in tempo reale, controlla il nostro feed di notizie DeFi Qui.

PrimeXBT

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector