I pakistani che guardano alle criptovalute per la sopravvivenza in mezzo al collasso dell’economia, potrebbero cambiare la strada del Venezuela

annuncio pubblicitario Phemex

Sebbene il Pakistan stia celebrando la formazione del nuovo governo che molto probabilmente sarà guidato da Imran Khan, il problema del crollo dell’economia è ancora irrisolto. Mentre ogni pakistano vorrebbe che le celebrazioni della politica si rivolgano anche alla loro economia, molti pakistani si stanno muovendo verso le criptovalute per sostenersi dall’aumento dell’inflazione e dalla caduta della rupia pakistana, proprio come quello che è successo in Venezuela.

L’economia in rovina del Pakistan cerca tregua

Il Pakistan sta attraversando tempi difficili. La sua instabilità politica incombe anche sulla sua economia. Il suo governo uscente prevede che l’economia crescerà al ritmo più veloce in oltre un decennio nel prossimo anno fiscale, ma gli economisti sono dubbiosi. Secondo la media di sei economisti intervistati da Bloomberg, la crescita nella seconda economia dell’Asia meridionale dovrebbe diminuire al 5,2% nell’anno a partire da luglio..

Il previsto rallentamento arriva quando il governo ridimensiona i piani di spesa per strade e infrastrutture per raggiungere gli obiettivi fiscali, la chiave per ottenere il sostegno finanziario dal Fondo monetario internazionale.

Nella sua umiliazione globale, l’organismo di vigilanza internazionale contro il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo, la Financial Action Task Force (FATF), ha anche inserito il Pakistan in un elenco di “giurisdizioni con carenze strategiche”, noto anche come greylist. Il ragionamento del GAFI è “carenze strutturali” del Pakistan nell’antiriciclaggio (AML) e nella lotta al finanziamento del terrorismo (CFT). Questa non è la prima volta che il Pakistan si trova in uno degli elenchi di FATF di ragazzi non così bravi; il paese è stato lì nel 2008 e dal 2012 al 2015.

Ma il Pakistan si distingue come il nome più significativo della lista con la più grande popolazione e la più grande economia, per non dimenticare il più grande esercito.

Anche la rupia pakistana è scesa ai minimi storici tra i timori della banca centrale del paese di una crisi della bilancia dei pagamenti. L’apparente svalutazione mostra segni di vulnerabilità nelle economie pakistane di quasi 300 miliardi di dollari, poiché la diminuzione delle riserve estere e un crescente disavanzo delle partite correnti innescano speculazioni sul ritorno al Fondo monetario internazionale per i prestiti per la seconda volta dal 2013.

Mentre la rupia pakistana si svaluta, molti pakistani si stanno muovendo verso le criptovalute per sostenere, qualcosa che è bandito dal suo governo. Ciò è stato evidente poiché il numero di persone che acquistano e vendono bitcoin ha raggiunto 57 sulla piattaforma Localbitcoins, l’unica fonte per le persone di acquistare e vendere criptovalute dopo la sua prima chiusura di Urdubit di scambio di bitcoin..

“Le persone si rivolgono alla criptovaluta come investimento, ma più lentamente del mondo occidentale poiché il tasso di alfabetizzazione è più basso qui ed è un fenomeno totalmente nuovo per loro,

“Ha detto Abu Shaheer, il fondatore della criptovaluta pakistana Pakcoin. “Con la rupia in calo, alcuni la usano come mezzo di pagamento alternativo”,

Shaheer ha aggiunto.

“La maggior parte delle persone che utilizzano le criptovalute sono trader giornalieri o a breve termine che trovano opportunità di investimento in criptovalute e sono in crescita di numero”.


Inoltre, leggi: Venezuela iperinflazionato per ospitare la prevendita di PetroCryptocurrency il 20 febbraio

Il Pakistan replica le tendenze del Venezuela

Il Venezuela è diventato un esempio per le persone che si sono trasferite a Bitcoin mentre l’inflazione cresceva rapidamente. Il paese è in forte crisi negli ultimi anni da quando i prezzi del petrolio sono scesi al di sotto dell’area di $ 100 nel 2014 fino a un terzo del prezzo all’inizio del 2016. La Repubblica Bolivariana del Venezuela è sede di una delle peggiori crisi di iperinflazione al mondo di sempre.

Il presidente Nicolas Maduro aveva incolpato i fattori esterni e l’interferenza degli Stati Uniti, ma la realtà era che l’inflazione è salita alle stelle all’8900% nel marzo 2018, secondo tradingeconomics.com. e il venezuelano Bolívar si tuffa nelle strade di Caracas che ha abbassato il potere d’acquisto del salario minimo ufficiale rendendo il Bolivar quasi inutile.

Poiché l’economia dei paesi sudamericani ha raggiunto il suo minimo ad aprile, il volume di LocalBitcoins per la settimana del 14 aprile 2018 è stato di 2.789.991.957.138 Bolívares venezuelani. La settimana precedente ha tenuto una cifra inferiore a due trilioni di VEF, a 1.744.669.576.098 Bolívares venezuelani. I volumi erano per lo più inferiori a 1 trilione di VEF prima di allora.

Guardando la situazione, Erik Voorhees di Shapeshift aveva twittato Il volume del commercio di Bitcoin da persona a persona in #Venezuela ha raggiunto un livello record la scorsa settimana … purtroppo una misura dell’adozione di BTC quanto dello svalutazione di #bolivar.  

Fonte: coin.dance/volume/localbitcoins/VEF

Volume di scambi di Bitcoin da persona a persona #Venezuela ha raggiunto livelli record la scorsa settimana … purtroppo una misura dell’adozione di BTC tanto quanto lo è #bolivar svalutazione. https://t.co/mNAuT3KWb4

– Erik Voorhees (@ErikVoorhees) 19 aprile 2018

Questo ha scatenato le risposte mentre il popolo venezuelano si è rivolto a Twitter per dire che è in balia della criptovaluta che sta sopravvivendo. Un tweet letto

“Grazie alle criptovalute e al trading posso vivere qui in Venezuela senza soffrire ciò che la maggior parte delle persone soffre ogni giorno. Ma è straziante vedere persone che mangiano direttamente dal bidone della spazzatura (intere famiglie) e vedere così tanta povertà ”, ha detto.

Mentre l’economia del Pakistan si sta sgretolando, assomiglia agli stessi segni del Venezuela per quanto riguarda il passaggio alle criptovalute. Anche per la comunità crittografica un paese costretto a utilizzare la crittografia non è un buon segno. Spero che il nuovo governo migliori la situazione economica e abbracci le criptovalute in tempi buoni e non durante le crisi

Il Pakistan sarà in grado di risolvere la sua crisi o affonderà proprio come il Venezuela? Fateci sapere le vostre opinioni sullo stesso.

Per tenere traccia degli aggiornamenti DeFi in tempo reale, controlla il nostro feed di notizie DeFi Qui.

PrimeXBT

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector