Cosa significano i prezzi negativi del greggio per il futuro di Bitcoin?

annuncio pubblicitario Phemex

Il 20 aprile, i futures sul petrolio greggio West Texas Intermediate (WTI) con consegna a maggio sono scesi del 305% a -36,73 $ al barile nella sessione di New York..

È stato un bagno di sangue. Un accenno di come le forze di mercato della domanda e dell’offerta modellino i prezzi.

Per una volta, i trader e la comunità degli investitori hanno attribuito questo aspetto agli effetti del coronavirus e agli effetti negativi dei blocchi in diversi stati e in alcune parti del mondo.

La verità è che è stato devastante.

L’economia, secondo il progetto degli analisti, potrebbe impiegare anni prima che torni ai livelli pre-coronavirus.

Ciò avrebbe anche gravi conseguenze sull’occupazione, sul tenore di vita e sul benessere del lavoratore. Alla maggior parte di loro è stato detto di lavorare da casa, di accettare una retribuzione più bassa e, a volte, di perdere il lavoro.

Il costo dell’obbligo?

Tuttavia, il crollo del prezzo del petrolio di ieri rivela quanto siano cauti i commercianti. La loro avversione al rischio si basa sulla previsione che, nonostante l’ottimismo del governo, ci vorrà del tempo prima che le industrie e l’economia si riprendano. Più bassa è questa oscurità, minore sarà la domanda.

Nel frattempo, il calo della domanda, nonostante la tregua dei membri dell’OPEC per ridurre la produzione giornaliera, non impedirà a milioni di barili di petrolio di inondare gli impianti di stoccaggio. In sostanza, la dichiarazione del mercato ieri era che le strutture di stoccaggio del petrolio scaricheranno petrolio a chiunque fintanto che ci saranno strutture di stoccaggio extra con un forte sconto.

Ciò ha increspato il mercato e il prezzo di un contratto per ricevere il petrolio da una certa fonte in un determinato momento si è schiantato rivelando la paura. Per essere più chiari, il prezzo del petrolio alle pompe di benzina non è stato influenzato di per sé.

Tuttavia, l’eccesso di offerta probabilmente ridurrà il costo del gas e di altri prodotti petroliferi nell’immediato termine. Comprensibilmente, nessuno vuole tenere un contratto che può rinnegare a metà maggio o finire per pagare bollette enormi a causa della mancanza di strutture di stoccaggio.

“Il petrolio ha un costo di stoccaggio. Gli speculatori non vogliono ricevere barili fisici di petrolio. Per evitare di prendere in consegna devono vendere il futuro prima della scadenza. La pandemia globale ha portato a zero la domanda di petrolio. La guerra dei prezzi del petrolio ha mandato l’offerta all’infinito. Bitcoin non ha costi di archiviazione. “


Il petrolio ha un costo di immagazzinamento.

Gli speculatori non vogliono ricevere barili fisici di petrolio.

Per evitare di prendere in consegna devono vendere il futuro prima della scadenza.

La pandemia globale ha portato a zero la domanda di petrolio.

La guerra dei prezzi del petrolio ha mandato l’offerta all’infinito. #bitcoin non ha costi di archiviazione https://t.co/U4QAq7CAds

– James Viggiano (@jamesviggy) 20 aprile 2020

Bitcoin non ha costi di archiviazione come il petrolio, è un perfetto negozio di valore

L’enigma nel mercato Oil Futures ha spinto gli esperti a rivolgersi a criptovalute, fiat e oro.

L’oro ha per lungo tempo detenuto la corona come riserva di valore mentre l’USD si sta anche contendendo come alternativa soprattutto durante i periodi di crisi.

Da oggi il petrolio non può più essere considerato una riserva di valore affidabile. Le tue prossime migliori opzioni sono il dollaro USA (gulp), l’oro (scarso) o il Bitcoin (fisso).

– Cameron Winklevoss (@winklevoss) 20 aprile 2020

Il loro svantaggio è che l’intervento della banca centrale con l’USD e la probabilità di un’offerta infinita di oro fa brillare le luci su Bitcoin.

Bitcoin è controllato dalla matematica e esiste una fornitura fissa nota. Inoltre, la sua utilità non dipende dal consumo.

In realtà, il calo del prezzo dei futures sul petrolio esemplifica veramente ciò che può accadere a un asset, il petrolio, la cui domanda si basa sul consumo che a sua volta è influenzato da altri fattori esterni.

Possiamo incolpare il Coronavirus per questo, ma la distribuzione e il decentramento di Bitcoin finora ha contrastato il suo effetto.

“Il recente crollo del prezzo del petrolio esemplifica ciò che può accadere quando qualcosa usato come riserva di valore fa affidamento sul consumo di quel bene o sull’eleganza di quel bene come base principale del suo valore. Arte, vino, oro, argento e olio condividono questa caratteristica. Non Bitcoin “

Il recente crollo del prezzo del petrolio esemplifica ciò che può accadere quando qualcosa usato come riserva di valore fa affidamento sul consumo di quel bene o sull’elasticità di quel bene come base principale del suo valore. Arte, vino, oro, argento e #olio condividono questa caratteristica. Non #Bitcoin.

– Bob Burnett (@boomer_btc) 20 aprile 2020

Al momento della stampa, Bitcoin sta passando di mano a $ 6.815, in calo del quattro percento nell’ultimo giorno di negoziazione.

Per tenere traccia degli aggiornamenti DeFi in tempo reale, controlla il nostro feed di notizie DeFi Qui.

PrimeXBT

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
Adblock
detector
map