Citigroup decifra il codice crittografico per gli investimenti istituzionali in criptovalute

annuncio pubblicitario Phemex

Con il tipo di popolarità e le future criptovalute, le istituzioni sembrano essere interessate a investire con aria di sfida. L’unico ostacolo è come e quando può iniziare a fluire questa enorme somma, una risposta che ogni appassionato di crittografia sta aspettando. Mentre tutti aspettano l’arrivo dell’ETF Bitcoin, Citigroup sembra aver decifrato il codice per portare questo denaro nei mercati crittografici.

Ricevuta di risorse digitali: il modo di Citi per ottenere denaro istituzionale in criptovalute

Citi, la banca con sede a New York, ha escogitato forse il modo più diretto per investire in criptovalute senza possederle effettivamente, secondo le persone a conoscenza dei piani. In questo modo, la struttura collocherebbe le criptovalute all’interno dei regimi normativi esistenti e darebbe ai grandi investitori di Wall Street come i gestori patrimoniali e gli hedge fund un modo meno rischioso di investire nella nascente asset class.

Citi ha sviluppato uno strumento chiamato Ricevuta di risorse digitali o DAR. Funziona in modo molto simile a una ricevuta di deposito americana o ADR, che esiste da decenni per offrire agli investitori statunitensi un modo per possedere azioni straniere che altrimenti non sarebbero scambiate sulle borse statunitensi. Lo stock estero è detenuto da una banca, che poi rilascia la ricevuta di deposito.

In questo caso, la criptovaluta è detenuta da un custode e il DAR è emesso da Citigroup, hanno detto le persone. La banca informerà attentamente il Depository Trust & Clearing Corp, un intermediario di Wall Street che fornisce servizi di compensazione e regolamento, una volta emessa la ricevuta, ha detto una delle persone. Ciò conferisce un importante livello di legittimità e offre agli investitori un modo per monitorare l’investimento all’interno di un sistema con cui hanno già familiarità, ha aggiunto la persona.

Questa notizia ha lasciato molto entusiasmo nei follower e negli investitori delle criptovalute. Anche Joseph Young ha twittato lo stesso detto

“Il miglioramento delle infrastrutture istituzionali (Coinbase, Goldman, Citigroup) è fondamentale per portare enormi somme di capitale alle criptovalute”.

$ 175 miliardi Citigroup è l’ultima banca ad offrire soluzioni di custodia di criptovalute, Business Insider e @fintechfrank rapporto.

Il miglioramento dell’infrastruttura istituzionale (Coinbase, Goldman, Citigroup) è fondamentale per portare enormi somme di capitale alle criptovalute.https://t.co/jhJyum09ZV

– Joseph Young (@iamjosephyoung) 10 settembre 2018

Inoltre, leggi: Institutional Interest Bursting at the Seams, Bitcoin & Altcoins stende il tappeto rosso


Denaro istituzionale in attesa di entrare nelle criptovalute

I trader di criptovaluta hanno sperato nell’inclusione di denaro istituzionale per metà dell’anno, sperando di migliorare i loro potenziali guadagni con nuove opzioni fiat. Ogni notizia a favore del denaro istituzionale che entra nelle criptovalute porta il mercato più in alto. Anche se tali notizie danno una spinta temporanea ai prezzi, tutti sono ancora nel dilemma sul motivo per cui ci vuole così tanto tempo per entrare. I soldi istituzionali possono arrivare in grande, ma rispettano molti regolamenti e misure di controllo prima che investire. Le cose dovranno essere compilate prima che questo enorme denaro entri nel mercato. Il primo passo verso il legame di queste valute sarà la regolamentazione, che molti paesi stanno tentando di stabilire. Una delle principali preoccupazioni è avere un quadro specifico per le loro opportunità di investimento. Nick Cowan, che è il CEO del Gibraltar Blockchain Exchange (GBC), ha commentato il futuro di Bitcoin.

“[GBX] crede fondamentalmente che la tecnologia sia qui per restare”, inizia Nick Cowan, su bitcoin. “Crediamo fondamentalmente nell’adozione … in particolare istituzionale, ma ciò che accelererà, credo, sarà l’attuazione di alcune normative: fiducia dei consumatori, tutela degli investitori, trasparenza e quel tipo di questioni che, al momento, hanno frenato alcuni dei principali attori che potrebbero entrare in questo mercato “.

Dopo la regolamentazione, arriva la sicurezza. Gli investitori istituzionali necessitano di un livello di sicurezza più elevato che offra loro soluzioni finanziarie, che devono includere servizi di custodia. Kimley Kadoche, che è il capo delle relazioni con gli investitori per LGO ed è impostato per lanciare il loro scambio di investimenti istituzionali, ha detto che quel tipo di investitori non ha fiducia nella loro infrastruttura. Per questi investitori, il mercato non è adeguatamente preparato.

“C’è sempre un problema con il custode, le procedure KYC non sono molto sicure e inoltre stiamo aspettando che la SEC sia completamente trasparente su quali normative e azioni vogliono intraprendere riguardo alle risorse digitali”,

Ha detto Kadoche.

Il terzo passaggio da considerare è la liquidità. I trader istituzionali vogliono fare grandi acquisti e molte criptovalute non hanno la giusta quantità di valuta legale per sostenere i loro investimenti. I grandi nomi come Bitcoin ed Ethereum hanno le maggiori probabilità di liquidità, ma un grande contributo fa una grande ondata nei pool di criptovalute.

Ecco perché anche dopo le visualizzazioni e le recensioni il denaro istituzionale è ancora a un tiro di schioppo dai mercati delle criptovalute. Sembra che Citigroup abbia una soluzione ora l’unica cosa da guardare è quante istituzioni useranno questo percorso e quante aspetteranno un ETF Bitcoin.

Il Digital Asset Receipt aprirà le porte al denaro istituzionale o il mondo aspetterà il Bitcoin? Fammi sapere le tue opinioni sullo stesso. 

Per tenere traccia degli aggiornamenti DeFi in tempo reale, controlla il nostro feed di notizie DeFi Qui.

PrimeXBT

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector