Weekly News Digest: carta VISA con punti BTC, società crittografiche colpite da una causa collettiva, co-fondatore di Coinbase supporta il progetto di collegamento BTC-ETH

crypto

Stai cercando gli ultimi avvenimenti nel settore delle criptovalute e della blockchain? Quindi, controlla il nostro riepilogo delle notizie settimanali per tenerti aggiornato.

Fold aggiunge BTC a VISA Card Rewards

Fonte: Tradesilvania

Piega, un’app di crypto cashback ha rilasciato una nuova carta Visa che consente agli utenti di guadagnare premi Bitcoin invece di normali punti o contanti. Poiché Fold è stato incluso nel programma Fintech Fast Track di Visa, ciò consente alla startup crittografica di emettere una carta Visa in co-branding.

Quando gli utenti della nuova carta Fold effettuano un acquisto con essa, guadagneranno Bitcoin ad ogni utilizzo.

Il CEO di Fold, Will Reeves, ritiene che integrando l’opzione per creare e mantenere Bitcoin, la carta cambierà il modo in cui le persone fanno le loro abitudini di spesa.

“Le persone non sono interessate a spendere Bitcoin in questo momento, ma sono interessate ad accumularlo. Se le persone non capiscono ancora Bitcoin come denaro, sicuramente lo capiranno come una ricompensa migliore “.

Reeves continua a spiegare che i clienti Fold avranno un vantaggio maggiore rispetto all’accumulo di Bitcoin invece di miglia aeree, punti fedeltà e altri premi.

“Poiché Bitcoin non ha una data di scadenza, i premi possono essere utilizzati per compensare il costo del prossimo acquisto di un consumatore, salvato o ritirato, offrendo ai consumatori libertà e flessibilità. I consumatori possono anche spendere dai loro premi Bitcoin acquistando carte regalo denominate in fiat per i rivenditori sull’app Fold da utilizzare sul loro prossimo acquisto o consentire che il valore si accumuli come farebbero in un conto di risparmio “.

La rete Fold comprende importanti aziende e marchi di vendita al dettaglio, come Amazon, Airbnb, Delta Airlines, Uber, Nike, Starbucks, Nintendo eShop, L.L. Bean, Domino’s e Burger King.

Binance, Bitmex, Kucoin e altre società crittografiche colpite con 11 cause legali

35 cause legali si combinano sul richiamo del cibo per cani alla vitamina D di Hill ...

Fonte; Petfoodindustry

Un certo numero di scambi di criptovalute e società, tra cui Binance e BitMEX, hanno ricevuto 11 denunce di azioni collettive presso un tribunale federale di Manhattan.

Studi legali, Roche Cyrulnik Freedman e Selendy & Gay PLLC, ha presentato per conto degli investitori di criptovaluta la causa collettiva contro 42 imputati con almeno 10 denunce presentate nel distretto meridionale di New York il 3 aprile. Alcune di queste società nella causa erano scambi di criptovaluta Binance e l’operatore BitMEX HDR Global Trading, e progetti blockchain come Tron, Civic, Block.One, Kyber Network, Status, Bibox, Quantstamp, Bancor e Kucoin, e sono stati accusati di vendere token crittografici a investitori statunitensi anche se erano titoli non registrati.


L’azione legale afferma che gli imputati hanno violato le leggi federali sui titoli attraverso la distribuzione di beni non registrati.

“Binance e gli Emittenti si sono impegnati ingiustamente in milioni di transazioni — inclusa la sollecitazione, l’offerta e la vendita di titoli — senza registrare i Token come titoli e senza che Binance si registri presso la SEC come exchange o broker-dealer. Di conseguenza, gli investitori non sono stati informati dei rischi significativi inerenti a questi investimenti, come richiedono le leggi federali e statali sui titoli “.

“Non diversamente dalla crisi dei mutui che ha portato alla Grande Recessione, il presunto modello di cattiva condotta da parte di borse e emittenti ha prodotto miliardi di profitti per i trasgressori attraverso un tradimento di base della fiducia pubblica”, un partner dello studio legale Selendy & Gay, Philippe Selendy, ha dichiarato questo lunedì.

Nelle accuse, le normative statunitensi prevedono che le criptovalute e i token emessi tramite ICO rientrino nella categoria dei titoli. Per questi motivi, i querelanti affermano che emittenti come Block.one e Tron e scambi come Binance e BitMEX hanno operato contro le leggi statunitensi perché offrivano token che erano, in realtà, titoli.

Le piattaforme di criptovaluta che offrono titoli dovrebbero registrarsi come borsa nazionale, sistema di trading alternativo o broker-dealer presso la SEC.

Secondo il reclamo, molte piattaforme si appropriano del termine “scambi” e hanno i propri criteri di quotazione per le nuove criptovalute. Ciò potrebbe indurre in errore gli investitori a credere di essere regolamentati o di soddisfare gli standard normativi quando, in realtà, la SEC non è coinvolta in questo processo e non può garantire la sicurezza di tali investimenti.

“Siamo a conoscenza dei reclami opportunistici presentati contro diverse società di blockchain e criptovaluta. Non ci è stato notificato alcun reclamo, ma siamo ben preparati ad affrontare qualsiasi cosa possa sorgere “, ha scritto Block.one in un’email a Reuters.

Roche Cyrulnik Freedman, uno degli studi legali che rappresentano gli investitori in criptovaluta nel contenzioso, ha partecipato ad altre due cause legali di criptovaluta di alto profilo, una contro Tether e l’altra contro il caso giudiziario di Craig Wright.

Il co-fondatore di Coinbase supporta Bitcoin ed Ethereum Bridging Project

RSK migliora l'interoperabilità Blockchain con Bitcoin-Ethereum Bridge

Il co-fondatore di Coinbase Fred Ehrsam ha investito in modo indipendente diversi milioni di dollari in un progetto che stabilirà un ponte decentralizzato tra Bitcoin ed Ethereum.

La rete Keep ricevuto 7,7 milioni di dollari in un round di finanziamento privato a cui hanno partecipato il fondo di venture capital cinese Fenbushi Capital e la società di venture capital tecnologica Collaborative Fund e molte altre società. Il round è stato tenuto da Paradigm Capital, un intermediario di investimenti indipendente guidato dal co-fondatore di Coinbase.

La rete Keep consente l’archiviazione di Bitcoin in un portafoglio e quindi la loro conversione in un token compatibile con Ethereum. I possessori di Bitcoin possono quindi utilizzare i token per accedere alle numerose dapps che girano sulla blockchain di Ethereum. Il nuovo token si chiama “tBTC” e può essere utilizzato nelle applicazioni DeFi come garanzia per prestiti o negoziazione a margine. Per rivendicare i token in Bitcoin, devi solo convertire il loro tBTC in BTC tramite Keep Network.

Il fondatore di Keep Network, Matt Luongo, ritiene che tBTC riunisca la parte migliore di Ethereum e Bitcoin.

“L’obiettivo è dare a Bitcoin i superpoteri che i contratti intelligenti hanno su Ethereum e, inoltre, portare Bitcoin come garanzia per la finanza decentralizzata”.

Una data di lancio non è stata ancora rivelata, ma la società ha dichiarato che nelle prossime settimane rilasceranno tBTC.

Immagine delle caratteristiche: The Coin Radar

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
Adblock
detector
map