Weekly News Digest: Brave Browser Joe Rogan Exposure, Bittrex and Poloniex Lawsuit, Crypto Bank Launches University Program, Crypto.com Security Certification

Se vuoi sapere cosa è successo la scorsa settimana nel mondo delle criptovalute, ma non puoi essere disturbato a setacciare tutti i siti di notizie, ecco il nostro riepilogo settimanale delle notizie.

Brave Browser ottiene visibilità sul podcast di Joe Rogan

cryptoslate.com

Il famoso cabarettista Joe Rogan ha rivelato nel suo recente episodio di podcast che utilizza annunci di blocco del browser Brave incentrati sulla privacy e il monitoraggio di Google.

Il podcast di Rogan ha una velocità di download mensile di oltre 190 milioni e lo spettacolo è stato recentemente concesso in licenza a Spotify dopo che è stato stipulato un contratto da $ 100 milioni. Quest’ultimo episodio, che presenta il musicista e comico americano Reggie Watts, ha accumulato oltre 1,7 milioni di visualizzazioni nelle prime 24 ore da quando è stato pubblicato su YouTube. Con così tante persone che ascoltavano / guardavano lo spettacolo, Brave non avrebbe potuto ottenere una migliore approvazione.

Rogan e Watts hanno parlato per circa mezz’ora di privacy online, app e pubblicità nell’episodio di 2,5 ore, affermando a un certo punto:

“Se vuoi usare Instagram o se vuoi usare Facebook, vieni tracciato.”

Hanno anche approfondito questioni relative alle grandi piattaforme e app di social media, come la sorveglianza e il monitoraggio di Google, che recentemente hanno portato alla società 5 miliardi di dollari per il monitoraggio degli utenti senza consenso in modalità privata..

Watts ha consigliato il browser Brave come browser preferito per evitare il monitoraggio online:

“Andrò su Brave, un browser privato, e cercherò il prodotto lì.”

Rogan ha dichiarato di aver utilizzato anche Brave, così come il motore di ricerca Duck Duck Go. Watts ha commentato che quest’ultimo non era ottimale come Brave, affermando che “il motore di ricerca fa schifo”.

Diverse altre figure del mondo delle criptovalute sono state ospiti del podcast di Joe Rogan, come l’esperto di Bitcoin e autore popolare, Andreas Antonopoulos, e l’ex CEO di Dogecoin, Elon Musk.

Bittrex e Poloniex denunciati per manipolazione crittografica

Citato in giudizio per manipolazione crittografica

cryptonomist.ch


Due dei più grandi scambi di criptovalute, Bittrex e Poloniex, sono stati schiaffeggiati da una causa collettiva in cui sono accusati di coniare USDT per manipolare la corsa al toro del 2017.

I contendenti della causa affermano che Bitfinex e Tether hanno spinto i prezzi di mercato delle criptovalute nel 2017 attraverso la manipolazione del mercato e hanno richiesto che Bittrex e Poloniex ricevessero entrambi citazioni in giudizio.

Secondo i documenti del caso, depositati per la prima volta nell’ottobre 2019, lo scambio di criptovalute Bitfinex e la sua consociata Tether hanno emesso un numero elevato di stablecoin USDT senza avere il sostegno del dollaro USA per gonfiare i prezzi delle criptovalute nel 2017. Le società sono state citate in giudizio da investitori che credono di aver acquistato criptovalute a falsi prezzi gonfiati.

Il tribunale è stato richiesto dai firmatari di ricompensare i costi ragionevoli della causa, gli interessi pre e post-sentenza e le spese legali realistiche.

Tether presumibilmente “ha emesso miliardi di USDT a se stesso senza il sostegno del dollaro USA, semplicemente creando l’USDT dal nulla”. La causa ha inoltre affermato che USDT è stato quindi utilizzato per acquistare criptovalute, il che ha spinto i prezzi “a salire molto al di sopra del loro valore legittimo nella più grande bolla della storia umana, e alla fine con conseguenti miliardi di dollari di danni agli acquirenti innocenti di criptovalute”.

Il deposito rivisto afferma che le due borse, Bittrex e Poloniex, erano anche co-cospiratori, in quanto consentivano a molti trader di eseguire enormi ordini di acquisto su più borse per ingannare le persone facendogli credere che ci fosse nuova liquidità in arrivo sui mercati.

“Con la volontaria assistenza di Bittrex, Inc. (” Bittrex “) e Poloniex LLC (” Poloniex “), altri due scambi di criptovalute, Bitfinex e Tether hanno utilizzato USDT emessi in modo fraudolento per fare acquisti massicci di criptocommodities con tempistiche strategiche proprio quando il prezzo di quelle merci stava diminuendo “, si legge nel reclamo.

Il deposito ha anche accusato gli scambi di lavorare “a stretto contatto con Tether e ha adottato la sua garanzia che ogni USDT è sostenuto da un dollaro USA”. Inoltre, il file ha notato che i loro elenchi USDT hanno permesso loro di ottenere un punteggio elevato e di posizionarsi in alto nel settore.

Uno dei cinque querelanti, Pinchas Goldshtein, ha affermato di aver subito perdite economiche a causa dell’acquisto di 629 contratti futures su Bitcoin (BTC) tra il 16 gennaio 2018 e il 3 giugno 2020. Secondo queste date, a quanto pare Goldshtein stava ancora negoziando. lo stesso giorno in cui è stato effettuato il deposito.

Crypto Bank Seba lancia un programma educativo dedicato con l’aiuto delle università

SEBA Bank

finews.com

Seba Bank, una società di criptovalute con sede a Zugo, ha raggiunto le università e ha lanciato una piattaforma educativa dedicata che si concentrerà sull’educazione crittografica.

Secondo una dichiarazione pubblicata venerdì, la banca crittografica Seba ha collaborato con tre dipartimenti universitari specializzati per creare una piattaforma educativa dedicata chiamata Sebaversity. La piattaforma è focalizzata sull’insegnamento e sulla fornitura delle conoscenze necessarie alla prossima generazione di sviluppatori ed esperti di criptovalute.

Le tre università collaboratrici di Seba Bank sono il Frankfurt School Blockchain Center, l’Università di scienze applicate e arti di Lucerna e lo Swiss Fintech Innovation Lab dell’Università di Zurigo. Sebaversity mira a insegnare blockchain e criptovalute a individui e dipendenti di aziende.

“La necessità di formazione nell’area della blockchain è enorme. Sebaversity, avviato dalla prima cripto-banca con una licenza Finma, fornisce un importante contributo qui “, ha dichiarato il direttore dello Swiss Fintech Innovation Lab, Thomas Puschmann.

Crypto.com Ricevi la certificazione di sicurezza Gold Standard

Crypto.com, un popolare emittente di carte crittografiche e piattaforma di scambio / app mobile, ha ricevuto il “Gold Standard” delle certificazioni di sicurezza da SGS, un’organizzazione di certificazione globale.

Il certificato applica strategie per la protezione dei dati quando si tratta di qualsiasi tipo di informazione di identificazione personale (PII) all’interno di un’organizzazione.

SGS è un organismo globale svizzero che possiede più di 2.600 uffici in tutto il mondo e offre servizi di certificazione dopo aver eseguito verifiche e audit indipendenti.

Jason Lau, Chief Information Security Officer di Crypto.com, ha dichiarato che l’aggiunta della certificazione ISO27701: 2019 alle certificazioni di sicurezza esistenti dell’azienda mostra la loro dedizione nel fornire la migliore sicurezza.

Pietra miliare a livello aziendale! Il nuovo # iso27701 è garanzia per i nostri clienti che ci impegniamo a migliorare continuamente la nostra gestione della privacy dei dati mentre continuiamo ad espanderci a livello globale. congratulazioni! @cryptocom @Kris_HK https://t.co/mazepqUobv

– Jason Lau (@JasonCISO) 2 giugno 2020

Il certificato è un componente di una più ampia certificazione di gestione della sicurezza, che di solito si concentra su misure di sicurezza e privacy continue.

“L’organizzazione dovrà mantenere rigorose politiche, procedure, controlli e impegno a migliorare continuamente al fine di mantenere il proprio stato di certificazione”, ha osservato Lau.

Secondo Lau, l’azienda è stata sottoposta a controlli intensivi per sei mesi prima di ricevere la certificazione, per assicurarsi che l’intero sistema di gestione dei dati lavorasse costantemente per una migliore privacy nelle loro operazioni quotidiane..

Poiché sono stati implementati livelli aggiuntivi in ​​tutta l’organizzazione, le informazioni degli utenti sono ora molto più protette contro i tentativi di hacking esterni, ha affermato Lau.

“Attualmente, ci sono regioni in tutto il mondo in cui i regolamenti crittografici non sono ancora stati creati o sono nelle primissime fasi di applicazione.”

Immagine in primo piano: freepik.com

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector