Unire il mondo agricolo e criptato attraverso Flaming Farm

fattoria fiammeggiante

L’agricoltura è tra le industrie più antiche del mondo. La maggior parte dei suoi processi sono solitamente manuali come la lavorazione fisica della terra, la semina, la coltivazione, la raccolta e il trasporto ai mercati. Al contrario, l’industria delle criptovalute è molto giovane, lanciata per la prima volta in 2009 tramite bitcoin. È anche, in generale, un’industria digitale, che coinvolge la creazione di valore attraverso processi computerizzati online con scambi e trasferimenti digitalizzati. Flaming Farm promette di offrire una fusione di attori agricoli e trading di criptovalute in modo utile. L’articolo va approfondito spiegando come lo fa e i benefici che ne derivano.

Concettualizzazione dell’idea

L’idea della fattoria in fiamme è stata concepita per la prima volta grazie a un contadino in un villaggio dipendente dalla coltivazione. Il contadino, chiamato Flaming Farmer, un giorno si svegliò alla vista di interi campi coltivati ​​del villaggio in fiamme.

Mentre il resto del villaggio vedeva la rovina a causa dell’incendio, lui la pensava diversamente. Ha ricordato la storia di un tempo in cui i suoi nonni hanno affrontato una sfida simile, ma sono stati in grado di farcela ottenendo una sorta di “potere speciale” per mantenere viva l’agricoltura. È allora che è emerso il concetto di un elenco di criptovalute per fornire un cuscinetto al reddito degli agricoltori. La crittografia elencata è un token chiamato FFarm.

A proposito di Flaming Farm

Flaming Farm è un’organizzazione che offre Ethereum gettoni FFarm basati. Questi token generano passivamente entrate per gli investitori, fornendo un potenziale flusso di entrate agli agricoltori.

Per consentire la generazione di reddito, Flaming Farm ha il seguente approccio;

Produttività agricola

Conosciuto anche come estrazione di liquidità, è qui che i possessori di criptovalute possono prestarle a pagamento, generando così reddito. Queste commissioni e interessi vengono guadagnati passivamente senza dover scambiare le criptovalute.

Produrre gli agricoltori, idealmente i coltivatori di colture possono utilizzare i beni inattivi senza spendere sforzi nel commercio. Per fornire una copertura di sicurezza contro l’inadempienza, un eccesso di collateralizzazione il sistema è distribuito. Cioè, i mutuatari devono aver depositato beni di valore superiore al valore che prendono in prestito.

Tuttavia, un’enorme sfida deve affrontare l’agricoltura produttiva, quella delle pressioni inflazionistiche. In sostanza, c’è sempre un aumento dell’offerta dell’asset senza che vi sia necessariamente un aumento della domanda. L’eccesso di offerta spinge quindi i prezzi al ribasso nel tempo, portando ad una graduale perdita di valore. Flaming Farm ha un approccio diverso che promette di risolvere questo problema creando una misura deflazionistica di contrasto.

Protocollo deflazionistico

Flaming Farm è tra i primissimi fornitori di servizi finanziari decentralizzati ad avere un protocollo deflazionistico. L’approccio introduce a gettone che brucia aspetto al proprio mercato per contribuire a contrastare la prevista pressione inflazionistica.

Il token burning è la rimozione permanente di alcuni token dalla circolazione del mercato da parte dei suoi creatori. Questo affronta l’eccesso di offerta garantendo così prezzi stabili. Se lo si desidera, potrebbe anche essere utilizzato per aumentare il valore del token nel tempo.


Il token FFarm ha una velocità di combustione iniziale del 2,5%, la velocità è regolabile come richiesto dal mercato. Il tasso di combustione può anche essere aggiustato per proteggersi dagli effetti delle uscite da parte dei principali fornitori di liquidità. Tali uscite di solito portano a determinazioni speculative del prezzo con conseguenti forti cali di valore per i token.

Con la pressione inflazionistica deflazionata, i token FFarm offrono anche ulteriori vantaggi in termini di commissioni ai suoi fedeli abbonati attraverso i suoi pool.

Guadagno di fedeltà aggiuntivo

I fornitori di token offrono anche un nuovo vantaggio in termini di reddito ai propri utenti sotto forma di commissioni comunitarie. Attraverso la conservazione di una parte delle operazioni, l’adesione al pool e i ricavi delle transazioni, riescono a reinvestire più liquidità nel pool. Questa aggiunta viene ridistribuita ai membri ancora nel pool, premiando i membri fedeli che continuano a partecipare. Inoltre, i pool più attivi ottengono il maggior numero di trasferimenti di liquidità, quindi maggiori guadagni dalle commissioni comunitarie.

I membri possono guadagnare da vari pool grazie alle molteplici piattaforme di liquidità di FFarm. Non è disponibile solo in Ethereum ma anche in DAI token e il Tether USD moneta crittografica, con colloqui in atto per aumentare la sua copertura crittografica. Lo staking dei token FFarm in tutti questi pool è possibile da una sola interfaccia utente lanciata dall’organizzazione Flaming Farm.

Dettagli sul token FFarm

Sono disponibili un totale di 10.000 gettoni. Questi sono distribuiti nel modo seguente; 4.000 (40%) per una vendita pubblica, 2.500 (25%) per una vendita privata, altri 2.500 (25%) da utilizzare su Uniswap, e 500 (5%) gettoni ciascuno per il team e lo sviluppo del progetto.

Sia gli elenchi di vendita pubblici che quelli privati ​​iniziano prima il loro lancio. La vendita privata che si è conclusa il 9 dicembre 2020 ha un hardcap di 300 ETH. Il limite massimo per individuo è fissato a 30 ETH, un minimo di 0,5 ETH e attira un prezzo scontato per i first mover di 0,12 ETH. Segue la vendita pubblica con un prezzo di 0,16 ETH, un limite massimo di 20 ETH per persona e un limite massimo di 600 ETH.

La liquidità di Uniswap è a 495 ETH, con l’obiettivo di utilizzare la più grande piattaforma di scambio decentralizzata del mondo. Il token sarà disponibile entro sette giorni dalla sua quotazione su questo market maker automatizzato indispensabile per la generazione di liquidità di Ethereum. Ci sono altri due scambi di pool di liquidità in cui il token sarà utilizzato in seguito; finanza curva e bilanciatore.

Nota dell’autore

Il token FFarm ha le sue origini provenienti da un ambiente agricolo, con l’intenzione di lanciare un’altra ancora di salvezza per mitigare i rischi dell’agricoltura. In tal modo, è anche tra i pionieri nell’affrontare i rischi inflazionistici e la graduale perdita di valore simbolico nell’agricoltura di rendimento. Inoltre, offre una varietà di pool di liquidità con ulteriori vantaggi in termini di reddito. Entrambi i redditi sono passivi, quindi non è richiesta alcuna negoziazione.

Come tale, Flaming Farm offre vantaggi sostanziali sia ai coltivatori che ad altri investitori. L’organizzazione può svolgere un ruolo chiave nell’aumentare l’onboarding degli agricoltori agricoli nel mondo delle criptovalute, unendo le due industrie.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector