Top 10: scopri se è legale scambiare criptovalute nel tuo paese

legale per scambiare criptovalute nel tuo paese

La legalità delle criptovalute varia a seconda della legislazione di ciascun paese. Per scoprire se è legale scambiare criptovalute nel tuo paese, continua a leggere questo articolo.

Gli Stati Uniti

Gli Stati Uniti generalmente supportano il trading di criptovalute, anche se diverse agenzie governative stanno lavorando per impedire l’uso di transazioni illegali di Bitcoin. Molte aziende importanti accettano pagamenti in criptovalute e persino i mercati dei derivati ​​statunitensi hanno iniziato a ottenere uno status legale.

La guida su Bitcoin è stata emessa costantemente dal 2013, il Financial Crimes Enforcement Network (FinCEN) del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti. Il trading di criptovalute è legale negli Stati Uniti ed è soggetto a tassazione da parte di Internal Revenue Service (IRS).

La crittografia legale degli Stati Uniticoinlist.me

Canada

Il Canada ha anche un atteggiamento favorevole nei confronti delle criptovalute come BTC nei confronti del CAD e implementa misure preventive contro il riciclaggio di denaro mediante l’uso di criptovalute.

La Canada Revenue Agency (CRA) ha classificato le criptovalute come una merce, affermando sulla propria pagina web che “è possibile utilizzare valute digitali per acquistare beni e servizi su Internet e nei negozi che accettano valute digitali. Puoi anche acquistare e vendere valuta digitale su scambi aperti, chiamati scambi di valuta digitale o criptovaluta “. Tuttavia, le criptovalute, incluso Bitcoin, non sono considerate moneta a corso legale in Canada; “Solo il dollaro canadese è considerato valuta ufficiale in Canada.”

Le transazioni crittografiche sono anche tassate a seconda che l’individuo abbia un’attività di compravendita o desideri utilizzare le monete solo a scopo di investimento.

news.bitcoin.com

Regno Unito

Il Regno Unito non riconosce le criptovalute come moneta a corso legale ma consente il trading di risorse digitali. Tutti gli exchange di criptovalute che operano nel paese devono avere licenze di Autorità di condotta finanziaria (FCA) – anche se alcune aziende crittografiche potrebbero invece utilizzare una licenza elettronica.

Nel 2019, la FCA ha avviato l’aggiornamento delle sue linee guida per le criptovalute, con una serie di consultazioni sulla regolamentazione delle criptovalute programmate per essere rilasciate verso la fine dell’anno.

Il trading di criptovalute è inoltre soggetto a imposte sulle plusvalenze e questa tassa è punibile con qualsiasi guadagno realizzato tramite una criptovaluta.


Financial-Conduct-Authority-londraindependent.co.uk

Australia

Se vivi nello spazio del Commonwealth, è probabilmente legale scambiare criptovalute nel tuo paese. L’Australia è uno di quei paesi che consente ai suoi residenti di commerciare, estrarre o acquistare legalmente criptovalute.

Tutti gli scambi crittografici nel paese come Riserva indipendente sono tenuti a registrarsi presso l’AUSTRAC (Australian Transaction Reports and Analysis Center) e ad attuare un programma AML / CTF “per mitigare i rischi di riciclaggio di denaro, nonché identificare e verificare l’identità dei propri clienti”. Per poter operare, le borse australiane devono anche segnalare transazioni sospette e tenere traccia di tali attività.

Australia-bitcoinccn.com

Corea del Sud

La Corea del Sud è uno dei principali hub crittografici dell’Asia, con una miriade di scambi e regolamenti compatibili con le criptovalute.

Il governo ha dichiarato che solo gli scambi di criptovalute possono essere effettuati utilizzando conti bancari con nome reale (“sistema di conti con nome reale”) e che gli scambi sudcoreani devono avere contratti con le banche per quanto riguarda gli scambi di criptovaluta.

I minori e gli stranieri, indipendentemente dal loro paese di residenza, non sono autorizzati a scambiare criptovalute nel paese.

I profitti derivanti dalle transazioni in criptovaluta sono tassabili ai sensi della legge sull’imposta sul reddito delle persone fisiche, ma ci sono transazioni sinusoidali con bitcoin che hanno un’esenzione dalle imposte sul valore aggiunto.

Criptovaluta legale della Corea del Sudfinance.yahoo.com

Lussemburgo

Le criptovalute non hanno normative specifiche in Lussemburgo, sebbene il suo governo sia stato molto favorevole alle risorse digitali rispetto ad altri paesi.

Il ministro delle finanze, Pierre Gramegna, ha affermato che le criptovalute dovrebbero essere “accettate come mezzo di pagamento per beni e servizi”.

Gli scambi di criptovaluta in Lussemburgo sono regolati da Commission de Surveillance du Secteur Financier (CSSF), che è stato uno dei primi finanziari nazionali dell’UE a offrire una licenza di criptovaluta. Bitstamp è stata la prima azienda crittografica a ricevere la licenza nel 2016, che consente anche all’exchange di offrire i propri servizi ad altri stati membri dell’UE.

Le transazioni crittografiche non sono soggette all’imposta sul reddito fino a quando non vengono smaltite e le transazioni crittografiche sono esenti dall’IVA.

luxemburg-cryptonews.livecoinwatch.com

Giappone

Se vivi in ​​Giappone, è legale scambiare criptovalute nel tuo paese. The Land of The Rising Sun è noto per avere l’atteggiamento più progressista e le normative sulle criptovalute al mondo. Questo è il motivo per cui il 10% del traffico di trading totale dagli scambi crittografici proviene dal Giappone.

Già nel 2017, il paese ha riconosciuto le risorse di criptovaluta come moneta a corso legale ai sensi del Payment Services Act. Le transazioni crittografiche hanno anche chiare linee guida fiscali per gli investitori, con aliquote fiscali del 15% -55%.

Gli scambi di criptovaluta devono essere registrati presso la FSA per poter funzionare e possono essere necessari fino a sei mesi per ottenere una licenza, poiché i requisiti per la sicurezza informatica e AML / CFT sono molto rigidi.

È stato inoltre costituito un organismo di autoregolamentazione, The Japanese Virtual Currency Exchange Association (JVCEA), per fornire consulenza alle borse non ancora autorizzate e promuovere la conformità normativa.

Giappone-criptovalutacoinrevolution.com/

Svizzera

Anche se la Svizzera non fa parte dell’eurozona, fa molto parte della zona crittografica. Zugo ospita attualmente molte start-up e attività basate su blockchain, come ShapeShift.io, Bancor, ConsenSys e Xapo.

I cantoni di Zugo e Lucerna hanno pubblicato le proprie linee guida per la tassazione dei Bitcoin in giornali in lingua tedesca nel 2017.

La Crypto Valley è nota per essere un paradiso fiscale criptato per gli investitori, il che non sorprende perché così tanti investitori e aziende vengono a trasferirsi in questo paese.

Oltre a supportare il trading di criptovalute, il paese ha anche emanato regolamenti per i token emessi da ICO.

Svizzera cripto legaleicopresident.com

Malta

Il governo di questa piccola nazione insulare ha un atteggiamento favorevole nei confronti delle criptovalute e dei bitcoin in generale, con il primo ministro che afferma addirittura che le criptovalute rappresentano “l’inevitabile futuro del denaro”.

A quanto pare Malta non ha tasse per il trading di criptovalute o altre transazioni.

Il paese ha anche introdotto una legge sulla valuta virtuale, che servirebbe da quadro per le ICO, ed è stato anche riferito che il governo prevede di emettere la propria criptovaluta “all’interno di un quadro controllato, che consentirebbe alle autorità di regolamentazione di testare possibili controlli e legislazione tecnologia.”

Criptovaluta a Maltawelcome-center-malta.com

Gibilterra

Se vieni dal paese mediterraneo di Gibilterra, sappi che è legale scambiare criptovalute nel tuo paese.

Il paese ha rilasciato licenze per ICO e società FinTech ed è in vigore anche una legislazione sulla tassazione delle criptovalute, l’aliquota è fissata al 10% dal 2011.

Una filiale della Gibraltar Stock Exchange, Digital Asset Exchange di Gibilterra, offre anche una copertura assicurativa per le risorse crittografiche supportate sulla sua piattaforma.

Crypto Gibilterranews.bitcoin.com

Se risiedi in uno dei suddetti paesi, ora puoi scambiare criptovalute in sicurezza, sapendo che tale attività è legale.

Immagine in primo piano: stockhax.com

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector