Sfide associate alla blockchain e modi per superarle

blockchain

Blockchain è una delle tecnologie in rapido sviluppo in questo mondo. Come ogni altra tecnologia, la blockchain presenta diverse sfide e questo è il motivo della sua lenta adozione in molti settori. Ci sono diverse organizzazioni di leader e leader aziendali che sono pronti ad adottare questa tecnologia. Tuttavia, alcune serie di sfide devono essere risolte poiché sono responsabili della lenta diffusione della tecnologia.

Sfide per l’adozione di Blockchain

La blockchain tende a essere normalmente pubblicizzata come una delle tecnologie previste per rivoluzionare diversi settori, tra cui il settore finanziario, sanitario, ecc. Tuttavia, molte questioni, come la mancanza di standardizzazione, tendono a minacciarne la crescita. Ecco alcune delle principali sfide che interessano il blockchain per le imprese e le sue soluzioni. Per cominciare, la blockchain tende ad avere il suo costo ambientale.

Blockchain tende a fare affidamento sulla crittografia per dare la sua sicurezza e stabilire il consenso su una data rete, che normalmente viene distribuita. Ciò, quindi, significa che molti degli algoritmi blockchain devono essere eseguiti affinché uno dimostri che un determinato utente ha il permesso di sviluppare o scrivere la catena. Questi algoritmi complessi richiedono grandi quantità di potenza di calcolo e quindi comportano costi elevati. Ad esempio, uno degli esempi comuni di blockchain, che è Bitcoin nell’anno 2019, è stato affermato di aver consumato enormi quantità di energia necessaria per far funzionare l’energia, il che si è rivelato essere costato alla gestione un’enorme quantità di risorse.

Inoltre, altri fattori, come gli elementi essenziali per la sicurezza, aumentano i costi di manutenzione e gestione della tecnologia, cosa che la maggior parte delle industrie non può permettersi. Si è scoperto che le blockchain consumano una quantità esorbitante di energia a causa dell’algoritmo seguito per la sua creazione. L’adozione della blockchain consuma molta energia a causa dell’algoritmo utilizzato nel suo sviluppo.

Soluzione al problema del consumo di energia

consumo di energiaFonte: TheCable

Esistono due applicazioni che possono fornire la soluzione per ridurre il consumo di energia nella blockchain. Ciò include l’allontanamento dai metodi di convalida della prova del lavoro e l’adozione invece della prova della posta e delle tecniche della prova dell’autorità. Questo metodo consuma molta meno energia rispetto alla convalida della prova di lavoro normalmente utilizzata nello sviluppo di algoritmi blockchain. L’adozione di queste tecniche nelle applicazioni blockchain si traduce in una diminuzione del consumo energetico della blockchain.

Ad esempio, la Energy Web Foundation sta sviluppando un nuovo design di metodi di prova dell’autorità, che è ad alta intensità energetica in quanto sostiene l’adozione della fonte di energia rinnovabile distribuita. Un’altra sfida della tecnologia blockchain è l’interoperabilità. Molti giocatori stanno entrando in industrie in continua espansione e quindi creano la preoccupazione che con molte reti, non avere standard per consentire ai giocatori di interagire sia una delle sfide affrontate. La standardizzazione è quella che è stata definita interoperabilità. La mancanza di interoperabilità darà spazio ai programmatori blockchain e agli sviluppatori.

D’altra parte, sottoporre i reparti di tecnologia dell’informazione a un momento difficile poiché impareranno che alcune piattaforme potrebbero non comunicare poiché richiedevano aiuto per la traduzione. Secondo il rapporto, è chiaro che alcune piattaforme, come Github, ad esempio, hanno circa 6500 progetti blockchain attivi che utilizzano totalmente o sono sviluppati utilizzando diversi protocolli, linguaggi di codifica nonché attraverso l’uso di diversi meccanismi di privacy le misure. Lo sviluppo di una blockchain è impossibile poiché non è possibile fornire una soluzione a molti settori specifici con diversi casi d’uso, schemi di privacy, meccanismi di consenso e modelli economici.

Differenze nei requisiti per Blockchain

blockchainFonte: Otesi.net

Blockchain differenti hanno requisiti differenti; ad esempio, a blockchain della catena di approvvigionamento richiede una decentralizzazione più elevata e un TPS minore, mentre una blockchain IoT richiede throughput TPS elevati e tariffe inferiori. Ciò si traduce in sfide per le blockchain che comunicano tra loro poiché sono significativamente isolate e disconnesse. Tuttavia, questo problema può essere risolto attraverso l’uso di alcune tecnologie cross-chain come NeoX per aiutare a interconnettere le diverse blockchain. Anche le catene sidechain come ICON sono state abilitate a funzionare parallelamente alle blockchain, che hanno un piolo a due vie che consente l’intercambiabilità delle risorse tra le due catene. Quando entrambe le catene utilizzano lo stesso meccanismo del protocollo di consenso, la catena laterale può convalidare facilmente le transazioni nella catena principale.

Un’altra soluzione di interoperabilità è la metodologia escrow utilizzata da Ripple (XRP). La Società utilizza i protocolli Interledger che collegano i diversi registri e consente agli utenti di utilizzare connettori di terze parti per trasmettere liberamente le valute. Questo protocollo prende l’algoritmo crittografico e può generare la custodia del fondo per i diversi sistemi di libro mastro coinvolti attraverso connettori o validatori di terze parti. Entrambe le parti, successivamente, confermano le transazioni cross ledger dopo aver raggiunto un accordo. La rete lampo Raiden e Bitcoin può essere utilizzata anche per la comunicazione cross-chain. Queste reti Ethereum utilizzano una dura tecnologia di blocco che consente pagamenti cross-chain. Una rete di pagamento off-chain viene stabilita tra i diversi blockchain per costituire la rete fulminea per consentire il trasferimento di valore tra di loro.

La rete Raiden aiuta Ethereum a passare dal modello attuale mentre le diverse transazioni passano attraverso la blockchain verso il modello in cui gli utenti trasferiscono i token. Ciò avviene attraverso lo scambio di dati in una catena off-chain senza coinvolgere il protocollo di consenso globale, pur sostenendo la sicurezza della rete Ethereum. Alcuni progetti come WAN, AION e ICON stanno anche collaborando per consentire la comunicazione blockchain. Insieme hanno formato BIA per ridurre questo problema di isolamento blockchain.

Privacy della blockchain pubblica

privacy blockchainFonte: media


La privacy è un’altra sfida nell’ambiente blockchain. Le transazioni ei registri di rete in un ambiente blockchain pubblico sono aperti a tutti per trasparenza e facile tracciamento. La mancanza di privacy in tali transazioni contribuisce notevolmente a varie questioni come la riservatezza aziendale. Alcuni protocolli sono stati creati per fornire un’alternativa all’anonimato dei Bitcoin, tra cui Coin Join, Zero-knowledge proof e Ring signature.

Le aziende richiedono privacy nelle loro transazioni, ma con blockchain, questo non è considerato il risultato di molte aziende che si sforzano di trovare una soluzione a questo problema. Un esempio è EY, che nel 2020 ha lanciato il protocollo Baseline insieme a Microsoft per aiutare le aziende a operare utilizzando la blockchain di Ethereum utilizzando Zero proof, identità distribuita e archivi off-chain per migliorare l’uso di standard comuni nell’elaborazione delle transazioni. Questo aspetto potrebbe consentire all’azienda di non archiviare le proprie informazioni personali e sensibili sulla blockchain garantendo loro la piena privacy dei propri processi.

La firma dell’anello è un protocollo di privacy utilizzato da Monero. Quando si utilizza questo protocollo, una volta che un mittente ha avviato una transazione, la transazione viene unita alle transazioni di altri utenti per formare un anello. Le transazioni vengono quindi mascherate in modo tale che tutte le transazioni diventino indistinguibili l’una dall’altra, rendendo più difficile per i perpetratori tracciare una transazione specifica. Monero utilizza inoltre la tecnologia Stealth Address per creare un indirizzo una tantum per ogni transazione sul ring. Una prova a conoscenza zero è una metodologia utilizzata da Zcash per consentire l’elaborazione di transazioni anonime. La tecnologia può nascondere le informazioni sulle transazioni in modo che i dettagli del mittente, del destinatario e degli importi non siano visibili nel sistema ad eccezione degli utenti che hanno le proprie chiavi private nello smart contract.

La tecnologia Coin Join è utilizzata da Dash, per cui il protocollo combina più pagamenti da molti spendaccioni e li combina in un’unica transazione. La combinazione di transazioni rende difficile tracciare una singola transazione specifica. L’adozione su larga scala e il successo della tecnologia blockchain nel mondo richiedono di affrontare le attuali sfide che la piattaforma sta affrontando. Ciò include problemi di consumo energetico, interoperabilità e privacy nel suo ambiente. Il consumo di energia può essere ridotto evitando la convalida della prova del lavoro e adottando la prova della posta in gioco e la prova dell’autorità poiché consumano meno energia.

Le sfide dell’interoperabilità possono essere risolte utilizzando una catena incrociata per migliorare la connessione tra diversi blockchain. La privacy può, d’altra parte, essere risolta attraverso l’uso di Coin Join, Zero-knowledge proof e Ring signature, che rende le transazioni non tracciabili nel sistema ad eccezione degli utenti che hanno la chiave di apertura. Queste barriere possono quindi essere superate più facilmente implementando nuovi progressi tecnologici per aumentare l’adozione e la crescita della tecnologia Blockchain nel mondo.

Immagine in primo piano: Cryptofans

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector