Scopri come evitare di pagare commissioni elevate sugli scambi crittografici

evitare di pagare commissioni elevate

Gli scambi prendono una parte dei tuoi fondi crittografici per i loro servizi e, sebbene non puoi eludere completamente le commissioni, puoi evitare di pagare commissioni elevate usando alcuni trucchi.

La prima cosa di cui devi essere consapevole sono le diverse strutture tariffarie impiegate dagli scambi e come puoi manipolarle a tuo vantaggio. Puoi finire per risparmiare denaro selezionando lo scambio crittografico giusto per una transazione specifica.

Vediamo quali commissioni ti vengono solitamente addebitate sugli scambi crittografici:

Commissioni di trading

La commissione di base sugli scambi è la commissione di negoziazione. Questa commissione viene applicata quando scambi una crittografia con un’altra crittografia. Un semplice consiglio sarebbe quello di trovare uno scambio che abbia la commissione di negoziazione più bassa. Ma ci sono molte altre commissioni che vengono aggiunte al processo di trading come scoprirai presto.

Commissioni di cambio

commissioni di cambioAltre commissioni addebitate dagli scambi possono includere la commissione per la creazione dell’indirizzo, la commissione di deposito e la commissione di prelievo per le transazioni. La maggior parte degli scambi non addebita commissioni di deposito, ma ciò potrebbe comportare una commissione di prelievo più elevata.

Inoltre, uno scambio che non addebita alcuna commissione di prelievo può riflettersi in commissioni di negoziazione più elevate, oppure una piccola commissione di negoziazione potrebbe avere maggiori commissioni di deposito e prelievo.

Devi stare attento a questa strategia di nascondere alcune commissioni mentre pubblicizza pesantemente quelle che sono apparentemente più piccole. La maggior parte delle borse si commercializza in questo modo e nasconde le commissioni non competitive nella stampa fine. Ecco perché molti utenti si lamentano online dopo il trading quando scoprono che l’exchange ha preso una parte maggiore dei loro fondi.

Alcune commissioni sono calcolate in base alla percentuale della transazione, mentre altre hanno un tasso fisso per tutti gli importi di negoziazione. Per evitare di pagare commissioni elevate quando si scambiano importi bassi, non optare per scambi che utilizzano un sistema di commissioni fisse.

Quando vedi uno scambio che afferma di avere zero commissioni, nessuna commissione di cambio e nessuna commissione di servizio, inizi a chiederti, come fanno a guadagnare i loro soldi? Semplice, vendono semplicemente la coppia a un prezzo più alto rispetto al mercato aperto.

Tariffa premium

Commissioni di conversionePer le negoziazioni istantanee, dovrai pagare di più lo scambio per questo tipo di servizio premium. Le opzioni di acquisto istantaneo hanno prezzi gonfiati. Supponiamo che uno scambio offra entrambi i tipi di servizi; l’acquisto di Bitcoin comporta immediatamente l’applicazione di una commissione di transazione del 7%, mentre il trading sul loro mercato avrebbe un prezzo più basso per scambio, da qualche parte sotto l’1% di solito. Naturalmente, opteresti per effettuare uno scambio di mercato invece di uno scambio istantaneo.

Commissioni di conversione


Altre commissioni nascoste comportano commissioni di conversione. Se depositi qualsiasi altra valuta fiat in una borsa che accetta solo dollari, ti verrà addebitata una commissione per la conversione della tua valuta. Ma quanto può costare una commissione di conversione? Ebbene, Coinbase aggiunge uno spread dello 0-2% al tasso di cambio. E se vuoi incassare nello stesso conto, perderai denaro sul tasso di cambio due volte. Un buon modo per evitare di pagare commissioni elevate per le conversioni è effettuarle in anticipo nella vita reale prima di depositare o ritirare su qualsiasi scambio.

Ora che hai una migliore comprensione di come funzionano le commissioni sugli scambi, esploriamo alcuni metodi per ridurre al minimo queste commissioni in modo da poter ottenere gli stessi soldi nelle tue operazioni quotidiane attive.

Non usare mai carte di credito

nocreditcardEffettuare depositi fiat tramite carta di credito o di debito comporta commissioni astronomiche su qualsiasi scambio. Coinbase applica una commissione del 3,9% per il deposito con carta di credito e l’addebito può arrivare anche al 5%.

Quindi, invece di utilizzare un conto di credito, dovresti optare per un conto di deposito di scambio, un conto bancario o un portafoglio elettronico.

I conti di deposito di scambio possono essere finanziati tramite ACH e di solito non ti viene addebitato il deposito e la maggior parte di questi conti sono USD assicurati FDIC. Utilizzando questo tipo di conto, le commissioni di negoziazione possono essere da qualche parte nell’intervallo dello 0,25% invece delle commissioni del 4% -5% addebitate utilizzando una carta.

Aggiungi liquidità tramite i tuoi ordini di mercato

Ci sono alcuni scambi che premiano gli utenti per l’utilizzo di ordini limite, in cui non solo eviti di pagare commissioni elevate, ma in realtà non paghi affatto alcuna commissione. Questo è il loro modo di premiare i trader per aver aggiunto liquidità al mercato. Tuttavia, paghi le commissioni quando prendi la liquidità (quella che viene chiamata una commissione per l’acquirente), il che significa che completi un ordine di acquisto sul lato della domanda o di un ordine di vendita sul lato dell’offerta.

Sii consapevole delle commissioni di prelievo

Invece di prelevare direttamente la criptovaluta dal tuo portafoglio Coinbase ad altri scambi, puoi scegliere di spostarli prima su Coinbase Pro.

Quindi, dal tuo account Coinbase Pro, puoi trasferire i tuoi fondi ad altri scambi. Non ci sono commissioni applicate per spostare i tuoi fondi da Coinbase a Coinbase Pro, e ci sono anche nuove commissioni sostenute quando si sposta la crittografia da Coinbase Pro ad altri scambi.

Piattaforme peer-to-peer

piattaforma peer to peerLe piattaforme o i mercati peer-to-peer consentono alle persone di connettersi tra loro senza richiedere a terzi di mediare la transazione. Le due parti stabiliscono autonomamente i termini dello scambio e concordano il prezzo di vendita o di acquisto, nonché il metodo di pagamento e il luogo (se decidono di incontrarsi di persona).

Alcuni di questi mercati sono LocalBitcoins, Paxful e LocalEthereum. Anche se non ci sono commissioni di trading, conversione, deposito o prelievo, la piattaforma applica una commissione dell’1% per i venditori. Gli acquirenti non devono pagare alcuna commissione.

Un altro svantaggio è che tali piattaforme hanno meno utenti, quindi dovrai aspettare per trovare un venditore, e una volta trovato uno, devi essere molto cauto, poiché ci sono molti truffatori.

Fai trading solo quando devi

Il modo più semplice per evitare di pagare commissioni elevate è non fare affatto trading. Negoziando attivamente, i soldi che spenderai per dozzine di commissioni si sommano. Quindi la mossa migliore sarebbe fare trading raramente solo quando ci sono opportunità che possono produrre risultati ad alto profitto.

Conclusione

Se sei un trader attivo, dovresti esaminare attentamente gli scambi e tutte le loro commissioni. Anche se potresti trovarne uno con commissioni inferiori in un dipartimento, molto probabilmente avrà addebiti più elevati per altri aspetti. Dovresti considerare il tuo stile di trading e come puoi usarlo per evitare di pagare costi inutili.

Immagine in primo piano: cryptowisser.com

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector