Il prezzo di Bitcoin subisce un calo importante: i minatori sospettati di essere la causa

Prezzo bitcoin

Una nuova ondata ribassista è iniziata il 2 luglio, con Bitcoin che ha perso $ 300 in un periodo di due ore e mezza.

Gli indirizzi orari di Bitcoin hanno raggiunto un massimo di 2 anni in quel giorno e anche gli indirizzi orari attivi hanno raggiunto un nuovo massimo annuale, secondo i dati di Glassnode.

Tuttavia, questo aumento degli indirizzi è riuscito a coincidere con il crollo di $ 300 del prezzo di Bitcoin, con la capitalizzazione di mercato della moneta principale che ha perso $ 4 miliardi nelle ultime ore.

Gli indicatori mostrano l’inizio di una nuova stagione ribassista

Negli ultimi due mesi, Bitcoin ha mostrato uno schema di scambio laterale, sebbene la recente pressione sia a favore dei venditori. La moneta è salita a $ 9.780 il 22 giugno, ma poi nei giorni successivi è scesa di nuovo, attualmente scambiata a $ 9.134,94 secondo i dati di Coinmarketcap.

Da questo grafico BTC / USD, si può notare che l’azione dei prezzi è entrata in un lato ribassista, fuori da un pattern a cuneo ascendente.

btc_jul2_4h-min-min

L’improvviso aumento della pressione di vendita ha spinto Bitcoin oltre il supporto aperto settimanale (linea bianca) a 9.113 $ al di sotto del supporto 500-EMA (contrassegnato in rosso), che è di circa 8.944 $..

Prima della discesa ribassista, i rialzisti sembravano piuttosto attivi, ripetendo due volte il 50-EMA (linea blu), ma il sentimento del mercato è cambiato bruscamente dopo che non sono riusciti a superare la forte resistenza di $ 9.260 per la quinta volta (come notato sul Grafico di 30 minuti di seguito).

Attualmente, i livelli di prezzo a cui Bitcoin affronterà la maggiore resistenza contro qualsiasi trend rialzista a breve termine sarà il prezzo al quale la moneta ha aperto questa settimana $ 9.113, e da qualche parte vicino al livello $ 9.200 se il prezzo del Bitcoin torna al livello di supporto precedente del motivo a cuneo ascendente (linea gialla).

Si può notare che c’è un certo supporto al livello psicologico di $ 9.000 e di nuovo al livello 500-EMA in base ai livelli inferiori. Tuttavia, gli specialisti ipotizzano che potrebbe esserci un secondo movimento di vendita che si verificherà una volta che gli orsi rinnoveranno le loro forze dal recente calo. Se ciò dovesse accadere, i venditori di Bitcoin potrebbero puntare al livello di $ 8.800 per l’obiettivo a breve termine, un prezzo che in precedenza serviva da supporto e il livello di estensione di Fibonacci 0,5.

btc_jul2_30m-min

“È probabile che Bitcoin si rechi a un nuovo test del quotidiano MA 200, dopo aver violato, ritestato ed essere stato rifiutato dalla linea di tendenza rialzista dal picco del 20 marzo, dai minimi del 10 maggio e oltre”, ha dichiarato l’analista crittografico e la personalità di Twitter BigCheds da CNBC Africa il 2 luglio.

La media mobile a 200 giorni indicata da BigCheds è attualmente collocata a $ 8.360. La linea di tendenza è servita da resistenza di prezzo per Bitcoin il 20 marzo, quando veniva scambiato intorno a $ 6.980. La stessa linea di tendenza ha agito da supporto sul rovescio della medaglia il 10 maggio, vicino a $ 8.100.


Bitcoin ha recentemente attraversato questa linea di tendenza al ribasso e ha iniziato a ripetere il test di questo livello come nuova resistenza.

Bitcoin è riuscito a tornare da meno di $ 9.000 ancora una volta il 2 luglio e ha ripristinato la sua posizione a questo livello prima della stampa.

Sono i minatori la ragione del calo dei prezzi di Bitcoin?

Il co-fondatore e CEO della società di analisi dei dati Digital Assets Data, Mike Alfred, ha recentemente suggerito che i minatori di Bitcoin potrebbero aver avuto una certa influenza nelle recenti fluttuazioni dei prezzi di Bitcoin (BTC).

“È difficile dirlo in modo definitivo, ma sembra che le azioni dei miner stiano avendo un impatto diretto e immediato sul prezzo”, ha dichiarato Alfred il 1 ° luglio.

“Ciò è particolarmente evidente durante eventi anomali come il 23, dove abbiamo visto i minatori scaricare >Il 300% in più di BTC rispetto a quello che hanno estratto quel giorno “, ha affermato riferendosi al movimento dei prezzi di bitcoin il 23 giugno.

Immagine per gentile concessione di Digital Assets Data

“Rolling MRI (Miner’s Rolling Inventory) è diminuito in modo significativo dal dimezzamento, il che significa che i minatori si stanno trattenendo su più BTC di quanti ne stanno estraendo”, ha detto Alfred il 18 giugno, sottolineando un aumento significativo della difficoltà di mining della catena Bitcoin. Tuttavia, ha notato che pochi giorni dopo, il 23 giugno, la risonanza magnetica è aumentata.

In teoria, questo suggerirebbe che c’è una maggiore enfasi sulla vendita da parte dei minatori, il che potrebbe spiegare perché il prezzo di Bitcoin è sceso così bruscamente.

L’11 maggio, Bitcoin ha attraversato il suo terzo dimezzamento, che ha ridotto la ricompensa mineraria del blocco Bitcoin. Ciò significa che i miner ora ricevono 6,25 BTC invece dei 12,5 BTC che avevano precedentemente realizzato quando scoprono un nuovo blocco. Molti analisti e trader si aspettavano che i minatori potessero iniziare a vendere i loro BTC, poiché il mining non sarebbe più redditizio per loro a causa della riduzione della ricompensa del blocco.

Dai grafici storici del passato, Bitcoin è cresciuto prima del suo dimezzamento e, dopo l’evento, si è verificato un periodo ribassista. Il prezzo del bitcoin aumenta quindi in modo significativo circa un anno dopo il dimezzamento, che è ciò che la maggior parte dei trader di criptovaluta spera accada anche questa volta.

Immagine in primo piano: TechCrunch

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector