Il grande tiro alla fune tra Bitcoin e Altcoin

guerra bitcoin altcoin

Indipendentemente da quanto il bitcoin sia o diventerà obsoleto, nessuno potrà mai dire che non sia stato il primo. L’alto titolo di “King Coin” è meritato, perché bitcoin rappresenta la piccola tempesta localizzata che alla fine ha creato abbastanza turbolenze da diventare un vero e proprio tsunami di interesse degli investitori. Il mercato delle criptovalute, che ora vanta un dominio capitalizzazione totale di circa 400 miliardi di dollari, può ringraziare bitcoin per aver catturato e mantenuto l’attenzione del mondo per anni e aver creato lo slancio su cui i progetti una volta nati come Ethereum hanno portato sulle spalle. Ora c’è un vivace mercato di altcoin che cavalcava le code di bitcoin, con l’ambizione di raggiungere un token molto apprezzato e una fiorente comunità come il loro comune patriarca.

Questi altcoin, non importa quanto siano robusti o impressionanti la loro utilità, saranno sempre secondi ai bitcoin. Una dicotomia più che sentimentale, la relazione tecnica tra bitcoin e altcoin evidenzia anche la loro relazione unica. Bitcoin e praticamente l’intero mercato degli altcoin hanno l’estensione curiosa relazione inversa—Quando il bitcoin aumenta di valore fiat, le altcoin stanno diminuendo. Gli investitori esperti in criptovaluta riconoscono questo fenomeno e possono capitalizzarlo, ma non dovrebbe essere considerato una garanzia. Per una strategia di trading più informata, aiuta a capire l’impulso dietro la misteriosa connessione di bitcoin con le altcoin che ha generato.

Principale mezzo di investimento

Bitcoin è la valuta di fatto per investire in altre criptovalute. L’industria è ancora giovane e certamente stratificata, priva della perfetta interoperabilità che la blockchain può presumibilmente raggiungere, quindi il bitcoin funge da imbuto per il denaro fiat nel più grande mercato delle altcoin. Ci sono pochi scambi che consentono ai trader di collegare un conto bancario fiat, ma vendono solo le criptovalute più tradizionali: bitcoin, Ethereum e talvolta Ripple o Litecoin. Bitcoin è anche facilmente acquistabile su siti come Localbitcoins.com o minato. Per investire in nuove altcoin, esiste una più ampia varietà di scambi che operano utilizzando bitcoin esclusivamente come mezzo finanziario.

Questi scambi non sono più di nicchia e possono guadagnare milioni di dollari in bitcoin ogni giorno senza introdurre fiat nel loro ecosistema. I trader devono utilizzare un’infrastruttura blockchain come i portafogli per inviare bitcoin all’exchange, quindi possono usarlo per acquistare altcoin denominati in BTC, come Stellar Lumens (XLM), Request Network (REQ), Cardano (ADA) e innumerevoli altri. Quando questi trader vogliono chiudere la loro posizione, vendono questi altcoin in cambio di bitcoin. Pertanto, la domanda di altcoin alimenta la domanda di bitcoin. Molti preferiscono mantenere i loro rendimenti in bitcoin invece di trasferirli di nuovo in fiat, se possono, perché possono essere più veloci nel ristabilire nuove posizioni quando si presentano opportunità nel mercato delle altcoin. Questa nozione parla del legame speculativo condiviso da bitcoin e altcoin.

Altcoin come Booster di Bitcoin

Esistono molti modi per accumulare più bitcoin. Ovviamente si può comprarlo con denaro fiat da una borsa, o anche in contanti, ma per chi ha già speso tutto quello che è disposto a perdere, ci sono altre opzioni. Comprare bitcoin basso e venderlo alto è un modo anche se difficile da realizzare. Un metodo più rischioso, ma anche più redditizio, è investire in altcoin. Poiché altcoin e bitcoin sono influenzati dai cicli di notizie e non da un valore concreto e ancorato, le persone possono spostarsi tra altcoin e bitcoin allo scopo di guadagnare più bitcoin. Ciò si ottiene tramite gli scambi basati su bitcoin menzionati in precedenza.

Per esempio, Token di attenzione di base potrebbe raggiungere un traguardo cruciale stabilito nella sua road map, come il rilascio del suo browser Internet Brave, facendo salire il prezzo di BAT in modo dimostrabile. Vendendo bitcoin per BAT, i trader possono prendere una posizione con il loro bitcoin che guadagna molto di più nello stesso periodo rispetto al bitcoin stesso. Gli altcoin sono universalmente meno costosi in termini di moneta legale rispetto al bitcoin, quindi le loro mosse verso l’alto (o verso il basso) sono più pronunciate. Con un investimento di 2BTC che aumenta del 50%, un trader esperto può guadagnare 1BTC (l’equivalente di oltre $ 10.000 ai prezzi odierni) in poche ore.

Questa relazione funzionale e speculativa, così come le differenze sentimentali ed economiche tra loro, è il motivo per cui bitcoin e altcoin si nutrono a vicenda in modo ciclico. Può quasi essere paragonato a un mercato azionario in cui le persone possono acquistare “azioni blockchain”, ma quando vendono le azioni ottengono un asset che essenzialmente rispecchia i movimenti dell’intero mercato, invece del contante. Una moneta più vecchia e molto più costosa, quando la “svolta” del bitcoin per il boom, ci vuole molto più denaro e volume per muoversi, minando la forza di tutti tranne le altcoin più resistenti.

Combattimento contro Bitcoin

Alcuni altcoin non possono più essere considerati “alternativi”. Si sono differenziati, hanno dimostrato i loro casi d’uso o hanno fatto affidamento su un forte valore sottostante per resistere all’attrazione dell’onnipotente bitcoin. Sebbene sia ancora un dato di fatto che un crollo di bitcoin abbassa anche l’intero mercato, essendo un barometro per il sentimento della criptovaluta, la sua correlazione con alcuni altcoin è più forte che con altri. Ethereum, ad esempio, ha una serie di proposte di valore rimosse dai bitcoin ed è noto che si discosta frequentemente dal grafico di bitcoin.

È probabile che anche le monete emergenti, e anche alcune non ancora rilasciate, dimostrino resistenza alle tendenze del bitcoin. NEO, ad esempio, è come Ethereum ma sostiene alcuni dei difetti che rendono lo sviluppo su ERC20 uno sforzo precario. Parte della resilienza di NEO è anche questo i possessori guadagnano dividendi, sotto forma di GAS, che viene anche utilizzato per alimentare i contratti intelligenti costruiti sulla piattaforma. Il mercato sarà anche testimone di una pletora di nuovi token emessi nel prossimo anno, molti con forti casi d’uso progettati per riciclare valore e creare le proprie economie, piuttosto che capitolare alla gravità del bitcoin.

Tra questi, i partecipanti di spicco includono Coinseed, che aiuta le persone a investire in criptovalute utilizzando il resto di ricambio che raccolgono (digitale o fisico) e quindi costruire un portafoglio che può essere confrontato con altri. HoToKeN è un altro promettente parvenu già in uso in Thailandia, che promuove un sano ciclo di valore tra i rivenditori ei loro clienti. Per agire come sostenitori sui social media, pubblicare immagini e altre specifiche attività a valore aggiunto, i rivenditori ricompenseranno HTKN che sarà riscattabile per sconti nei loro negozi. La fungibilità con i prodotti al dettaglio è utile per i clienti, che vengono finalmente premiati per la fedeltà al marchio, ma anche per i negozi, che guadagnano sia fedeltà che business.

Non ci vuole molto perché il valore sfugga a qualsiasi criptovaluta. Tuttavia, con uno sviluppo intelligente che premia tutti i partecipanti allo stesso modo, i progetti blockchain possono difendersi dai deflussi speculativi offrendo lo stesso tipo di incentivi per bloccare invece il valore. Le correnti di questo mercato giovane sono ancora selvagge, ma stanno anche tagliando la roccia e diventando più prevedibili. L’ultima generazione di aziende di criptovaluta lo dimostra in modo impressionante, e il mondo aspetta con il fiato sospeso che maturino, e forse un giorno spodestare il Re.


Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector