I migliori scambi crittografici per utenti sudcoreani

Scambi coreani

La Corea del Sud ospita un gran numero di scambi di criptovaluta affidabili. Nonostante gli attuali impedimenti generati dal governo e dalle banche, la Corea è ancora uno dei paesi che hanno un mercato di scambio di criptovalute sviluppato. Nell’articolo di oggi, esamineremo alcuni dei migliori scambi di criptovaluta per gli utenti sudcoreani nel 2019.

UPbit

UPbit è uno dei più grandi scambi di criptovaluta coreani per volume di scambi giornalieri. Lo scambio è stato fondato nel 2017 da Song Chi-Hyung, uno degli uomini più ricchi della Corea del Sud.

Mentre nel 2018, il fondatore di UPbit e altri due membri senior sono stati accusati di creare account falsi per aumentare il loro volume di scambi, le affermazioni sono state negate dalla società e lo scambio è ancora nelle principali preferenze coreane.

UPbit ha una base di utenti di quasi 1,2 milioni e un volume di scambi giornalieri di $ 192,422,573 USD.

Lo scambio supporta il Won sudcoreano, che è ottimo per gli utenti locali che desiderano utilizzare valuta fiat per acquistare criptovalute. I depositi Fiat possono essere effettuati dentro e fuori da conti bancari sudcoreani.

Attraverso la sua collaborazione con Bittrex, UPbit è in grado di elencare un’ampia varietà di monete e gettoni di criptovaluta. Gli utenti possono fare trading con tutte le prime 100 criptovalute per capitalizzazione di mercato, oltre ad alcune altcoin esotiche.

Poiché lo scambio è supportato dal gigante fintech Kakao, le misure di sicurezza applicate per i fondi degli utenti UPbit sono di prim’ordine. La sicurezza del portafoglio è offerta da BitGo, un fornitore globale di portafogli multi-firma che viene utilizzato da molti grandi scambi crittografici.

Bithumb

Bithumb è stata fondata nel 2013, con sede a Seoul, in Corea del Sud. È uno scambio popolare in Corea, con un volume di scambi di $ 627,306,115 USD. Gli utenti possono scambiare circa 90 tipi di criptovalute contro il won sudcoreano (KRW). Lo scambio è di proprietà della società BTC Korea.com Co. Ltd.

Nel 2017, Bithumb è stato violato due volte, perdendo nella violazione i dati personali di 30.000 clienti. Un altro hack si è verificato nel giugno 2018, con 30 milioni di dollari di criptovaluta persi nell’incidente. Nel marzo 2019, altri $ 20 milioni di criptovaluta sono stati rubati dall’exchange in un attacco alla sicurezza.

A causa della frequenza degli hack, lo scambio ha collaborato con KISA (Korean Internet & Security Agency) per cercare di recuperare le perdite. Dall’hack da 30 milioni di dollari, Bithumb è riuscito a recuperare 14 milioni di dollari.


Bithumb offre tariffe molto competitive per le sue commissioni, 0,15% per essere più precisi, che è inferiore alla media di mercato dello 0,25%.

Bithumb ha rivelato di avere in programma di installare chioschi in ristoranti e caffè in tutta la Corea del Sud, dove i clienti potranno pagare utilizzando criptovaluta. Hanno anche sviluppato Touchpad, Touchbone e Bithumb Cache per facilitare l’uso dei pagamenti crittografici per i loro clienti.

Korbit

Korbit è stato il primo scambio di criptovalute nel paese a offrire scambi contro il won coreano. La piattaforma di trading è considerata il terzo più grande scambio di criptovalute in Corea. La borsa detiene il 6% della quota di mercato coreano.

Korbit supporta circa 30 criptovalute, inclusi bitcoin, Litecoin, Ethereum, Zcash, XRP, Bitcoin Cash e persino Qtum e Zilliqa, che possono essere scambiati contro KRW.

Il sistema delle commissioni è più vantaggioso per coloro che commerciano in volumi maggiori, poiché la percentuale addebitata diminuisce in base all’importo scambiato. Gli utenti possono finanziare i propri conti con KRW tramite carta di credito o di debito o bonifici bancari.

Sebbene non ufficialmente regolamentato, Korbit è tra i primi exchange che cercano di seguire tutte le normative stabilite dal governo coreano.

Korbit ha una buona reputazione nella comunità crittografica, essendo valutato come uno scambio affidabile e affidabile.

Coinone

Coinone è uno dei più grandi scambi di criptovalute in Corea del Sud, con un volume di scambi di 24 ore di $ 49,744,290 USD. Sebbene l’exchange abbia in programma di espandersi nel sud-est asiatico, in particolare Hong Kong e Singapore, è ancora una piattaforma di trading popolare nella sua nativa Corea del Sud.

Coinone è anche uno scambio gateway in quanto supporta il trading in won coreano contro un certo numero di criptovalute. Anche i depositi di criptovaluta sono accettati. La selezione di criptovalute offerta da Coinone include quasi 50 risorse digitali, tra cui Bitcoin, Ethereum, EOS, XRP, OmiseGo, Tron, IOTA, Stellar e molti altri.

La struttura delle commissioni si basa anche sul volume degli scambi e gli utenti possono ridurre le commissioni del produttore e dell’acquirente fino allo 0,02% e allo 0,06% rispettivamente.

Coinone Transfer è una filiale della società di cambio che gestisce i pagamenti che è responsabile del lancio della prima app mobile di rimesse Blockchain nel paese. L’app Cross remittance si basa su xCurrent di Ripple che consente transazioni transfrontaliere veloci.

Huobi Korea

Huobi Korea è una delle filiali gestite da Huobi, uno scambio di criptovalute attivo dal 2013 e che ha altre filiali in Asia. Hanno uffici a Singapore, Giappone, Cina e Hong Kong, oltre che negli Stati Uniti. Huobi è il quinto più grande scambio di criptovalute su scala globale per volume regolato.

Lo scambio elenca più di 100 monete e 208 mercati, di cui 19 vengono scambiati contro il won coreano. Dal punto di vista della sicurezza, il 98% dei fondi dei suoi clienti è detenuto in cold wallet per prevenire tentativi di hacking.

Huobi Korea ha recentemente rafforzato le sue procedure antiriciclaggio, monitorando tutte le transazioni sospette sulla sua piattaforma e rivedendo i suoi prelievi e i processi di deposito.

OKCoin Korea

Un’altra filiale di un popolare scambio di criptovalute è OKCoin Korea, la filiale della società cinese di crittografia OKCoin.

Lo scambio supporta più di 60 valute digitali abbinate al won coreano. Tuttavia, OKCoin Korea è stata rimproverata per non essere in grado di conservare i dati personali dei propri utenti. Hanno anche ricevuto sanzioni per le procedure di chiusura dell’account perché troppo complicate.

OKCoin implementa la crittografia di sicurezza SSL a livello di banca, cold storage per fondi crittografici, GSLB e server distribuiti e monitoraggio di depositi e prelievi in ​​tempo reale.

OKCoin è gestito dalla stessa società con sede a Malta che possiede l’exchange di criptovalute OKEx.

GOPAX

GOPAX, abbreviato da Global Online Professional Assets Exchange, è il quinto più grande scambio di Bitcoin della Corea del Sud.

Lo scambio supporta più di 40 criptovalute e il won coreano è l’unica valuta fiat abbinata alle risorse digitali. Le altre valute di base sono Bitcoin ed Ethereum.

Le commissioni di negoziazione sono molto basse considerando la media di mercato, con una commissione maker-taker dello 0,040% basata su un volume di 30 giorni.

È molto facile registrare un account su GOPAX. È l’unico scambio a ricevere la certificazione del sistema di gestione della sicurezza delle informazioni (ISMS) da KISA.

Hanno anche lanciato una piattaforma di trading per i loro utenti stranieri, ma i server coreani non possono accedere al sito.

Conclusione

Ci sono molti scambi sudcoreani che supportano il trading di criptovalute. Ci auguriamo che il nostro elenco aiuti i nostri utenti sudcoreani a trovare la piattaforma di trading più conveniente per loro.

Immagine in primo piano: mercati CCN

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector