Cosa sono gli smart contract? | AGGIORNAMENTO 2021

contratti intelligenti

I contratti intelligenti sono parte integrante del mondo della tecnologia blockchain. Questi contratti sono programmi software che eseguono determinate attività tra due o più parti quando le condizioni stipulate sono state soddisfatte. In sostanza, è come un contratto regolare che si esegue da solo e non richiede un intermediario, poiché si basa sui suoi valori programmati.

contratto intelligente 1inn4science.com

Questi contratti vengono eseguiti sulla tecnologia blockchain, la tecnologia sottostante di Bitcoin e la maggior parte delle criptovalute. Le informazioni di input rappresentano i valori assegnati dagli sviluppatori e quando questi valori vengono soddisfatti, il contratto si esegue in base alle regole per cui era stato programmato.

I contratti intelligenti sono l’equivalente di un’API (Application Programming Interface), ma invece di essere utilizzati su una normale piattaforma web, vengono applicati su una blockchain. Un’API (Application Programming Interface) consente agli utenti di interagire e introdurre determinate funzionalità sulla piattaforma con cui stanno lavorando.

Cosa fanno gli smart contract

Lo smart contract consente all’utente front-end di un’applicazione decentralizzata (dApp) di accedere a determinate informazioni di un database blockchain decentralizzato. Una dApp può avere più contratti intelligenti che possono completare diverse funzioni quando interagiscono con la blockchain.

I contratti intelligenti possono anche essere programmati per eseguire attività oltre le transazioni crittografiche e possono essere utilizzati per eseguire funzioni in una varietà di settori, come legale, assicurativo, immobiliare e molto altro.

La storia degli smart contract

contratto intelligentebitbay.marke

Nick Szabo, accreditato per aver posto le basi della criptovaluta, è stato il primo a proporre il concetto di contratti intelligenti nel 1994. Quando il concetto è uscito per la prima volta, non c’erano piattaforme in grado di supportare contratti intelligenti, quindi ovviamente non c’era alcun interesse per loro.

Nel 2008 è stata creata la prima criptovaluta in assoluto: Bitcoin e, insieme ad essa, la tecnologia blockchain. Questa nuova tecnologia ha fornito l’ambiente giusto per lo sviluppo del codice di smart contract.

All’inizio, la blockchain veniva utilizzata principalmente per effettuare transazioni e creare nuove monete, ma quando Ethereum è apparso sulla scena, tutto è cambiato. Ethereum è stata la prima piattaforma blockchain a sviluppare codice appositamente creato per lo sviluppo di dApp.

Questo è stato il punto di svolta che ha portato all’apparizione di molte altre piattaforme, come NEO ed EOS. La crescente popolarità delle tecnologie blockchain ha anche attirato l’attenzione sugli smart contract e sui loro possibili casi d’uso, che, a loro volta, hanno portato a un’espansione delle blockchain basate su dApp.

Le Dapp per il gioco e il gioco d’azzardo hanno visto un aumento negli ultimi anni su piattaforme come TRON ed Ethereum. La piattaforma Cardano sta anche lavorando per implementare la funzionalità di contratto intelligente con l’aggiornamento Goguen quest’anno.

NEM, Stellar, Waves e Tezos sono anche popolari progetti blockchain che consentono la creazione e l’implementazione di contratti intelligenti.


Applicazioni Smart Contract e Blockchain

Blockchain è l’ambiente perfetto per contratti intelligenti, poiché tutti i dati archiviati sono immutabili e sicuri. I dati di uno smart contract sono crittografati e possono esistere su un libro mastro pubblico o privato, il che significa che le informazioni registrate nei blocchi non possono mai essere perse, modificate o cancellate.

L’integrazione della blockchain negli smart contract offre agli sviluppatori maggiore flessibilità, poiché non sono limitati a un solo tipo di dati. Gli sviluppatori sono anche in grado di implementare una gamma diversificata di opzioni di transazione durante l’implementazione di contratti intelligenti.

contratto intelligente 2produclic.fr

Contratto intelligente: il funzionamento interno

Interdipendenza

Uno smart contract può funzionare da solo o può essere implementato contemporaneamente ad altri smart contract. I contratti possono anche essere programmati per essere eseguiti in un certo ordine in base all’esecuzione di altri contratti. Ad esempio, uno smart contract può essere impostato per l’avvio solo quando un altro smart contract ha completato con successo la sua esecuzione.

I contratti intelligenti possono, in teoria, essere utilizzati per monitorare e gestire completamente i sistemi e le organizzazioni. Questo tipo di sistema è stato implementato in una certa misura in varie criptovalute, in cui le condizioni di governo della rete sono predefinite, consentendo così alla piattaforma di governarsi in modo autonomo e indipendente.

Oggetti Smart Contract

Ogni contratto intelligente è costituito da tre parti integranti, note anche come oggetti:

  • Viene chiamato il primo oggetto firmatari, le due o più parti che utilizzano lo smart contract; danno il proprio consenso o disaccordo in merito ai termini proposti tramite firme digitali;
  • Il secondo oggetto rappresenta oggetto dell’accordo. L’esistenza di questo oggetto è limitata solo all’interno dell’ambiente dello smart contract. Altrimenti, gli smart contract dovrebbero poter accedere liberamente all’oggetto;
  • Il terzo oggetto dello smart contract è termini specifici. Sulla base di questi termini, il contratto verrà eseguito da solo. Devono essere descritti in termini matematici dettagliati e implementati in un linguaggio di programmazione compatibile con la blockchain del contratto intelligente.

Ambiente

Per poter esistere, gli smart contract devono avere un file ambiente adatto specifico in cui possono operare. Il primo criterio dell’ambiente è supportare l’uso della crittografia a chiave pubblica, che consente la firma delle transazioni tramite i codici crittografici generati in modo univoco per ogni utente. Questo è il sistema che viene utilizzato quando si accede ai fondi crittografici da un portafoglio.

La seconda condizione che deve essere soddisfatta è avere un database aperto e decentralizzato, a cui hanno accesso tutte le parti contraenti. Il database deve essere affidabile e completamente automatizzato.

Infine, i dati digitali immessi dal contratto intelligente devono provenire da un fonte completamente affidabile. Ciò comporta l’utilizzo di certificati di sicurezza SSL radice, HTTPS e vari protocolli per una connettività sicura.

Codifica del contratto intelligente

Solidità è un linguaggio di programmazione su cui si basa uno smart contract e il linguaggio di programmazione nativo di Ethereum, creato nel 2015. Ha una sintassi che ha delle somiglianze con quella di JavaScript, ed è stato creato appositamente per compilare il codice per la Ethereum Virtual Machine.

Lo strumento più conveniente per lo sviluppo di contratti intelligenti è considerato Remix, un IDE online. Devi solo copiare il codice sorgente e incollarlo in Remix, e il codice dovrebbe essere compilato automaticamente.

I vantaggi degli smart contract

contratto intelligente 3cryptoast.fr

I contratti intelligenti forniscono alle loro parti un certo grado di fiducia e agiscono come una parte neutrale quando l’accordo viene firmato. Inoltre, poiché il processo è automatizzato, le parti coinvolte non saranno tenute a viaggiare e partecipare di persona. Persone provenienti da due luoghi diversi nel mondo possono regolare facilmente le transazioni senza mai incontrarsi faccia a faccia. Ciò consente a tutti di risparmiare tempo e denaro.

Essendo crittografato e distribuito tra i nodi, lo smart contract non verrà perso o modificato senza autorizzazione. Un altro vantaggio è che la maggior parte degli intermediari viene rimossa dal processo e solo lo sviluppatore che effettua il contratto è l’unica persona necessaria.

Le funzionalità di sicurezza possono anche essere integrate in uno smart contract per generare automaticamente backup e duplicati in caso di danneggiamento o perdita di dati rispetto a quello originale. La crittografia è la tecnologia utilizzata per proteggere i documenti. Gli hacker dovrebbero dedicare un’enorme quantità di tempo, impegno e denaro per infiltrarsi e comprometterli.

I contratti intelligenti aumentano anche la velocità e l’efficienza poiché non è più necessaria l’elaborazione manuale delle pratiche burocratiche.

Gli svantaggi degli smart contract

Tuttavia, i contratti intelligenti presentano alcuni svantaggi. La novità di questa tecnologia può far sì che i consumatori ne siano abbastanza diffidenti, poiché ancora non la capiscono.

I contratti intelligenti sono codici e questi codici sono scritti da persone. Pertanto, c’è un’alta probabilità che un codice di contratto intelligente abbia molti bug a causa di errori umani. Contrariamente alla credenza popolare, anche i programmatori sono umani e commettono anche errori. Alcuni errori, purtroppo, sono stati molto costosi (vedere l’incidente DAO).

Se i dati sono già registrati sulla blockchain, è molto difficile apportare modifiche. Ciò può, a sua volta, portare a più errori di sistema e a una sicurezza ridotta.

Un altro problema è che i contratti intelligenti non hanno uno status giuridico chiaro. Attualmente, non esiste un regolamento governativo ufficiale che si applica a loro.

Per realizzare contratti intelligenti perfettamente operativi è necessaria molta esperienza ingegneristica. I programmatori esperti che implementano contratti intelligenti a prova di errore e li implementano nella tecnologia e nei processi esistenti sono difficili da trovare; e costoso.

Anche se sei un programmatore decente, non puoi semplicemente creare il tuo contratto intelligente e usarlo per un affare immobiliare. Dovresti comunque consultare uno specialista IT a un certo punto per verificare l’accuratezza del tuo codice.

Pensieri finali

Il potenziale dei contratti intelligenti è illimitato e possono effettivamente cambiare il modo in cui stipuliamo accordi in vari settori. Ma non possiamo implementare questa tecnologia in massa, poiché a questo punto sono necessarie ulteriori sperimentazioni. I bug sono un problema comune con questi contratti, che possono portare alla fine dell’intero sistema su cui gira. Un esempio di vita reale è l’hack DAO in cui i fondi sono stati sottratti tramite un errore di codice nello smart contract in cui il denaro è stato immagazzinato.

Al momento, i contratti intelligenti sono ancora una tecnologia nelle sue fasi iniziali e richiederanno più sviluppo per essere utilizzati in implementazioni future più avanzate.

Nota: questo post è stato originariamente pubblicato il 10 aprile 2019 ed è stato completamente aggiornato per la completezza e la veridicità del contenuto il 7 aprile 2020.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector