Cos’è un DAO? Interrompe la governance tradizionale?

cos'è un DAO Fonte: Steemit

Cos’è un DAO?

Se sei appassionato di criptovalute o della loro tecnologia sottostante, la blockchain, allora ci sono buone probabilità che tu abbia sentito parlare di DAO.

DAO è l’acronimo di Decentralized Autonomous Organization, che è la forma più complessa di smart contract. Proprio come suggerisce il nome, DAO è un’organizzazione che funziona in modo decentralizzato, il che significa che funziona senza richiedere la presenza di una parte centralizzata per prendere decisioni.

Come funzionano i DAO?

Nella sfera crittografica, i DAO sono entità con il ruolo di seguire una serie di regole programmatiche garantite da un consenso decentralizzato. In effetti, Bitcoin (come piattaforma) è ampiamente considerato il primo completamente DAO. I DAO richiedono una programmazione iniziale, ma una volta impostate le regole, funzionano in modo autonomo e continuano a svolgere le loro funzioni senza interruzioni da fonti esterne (la vera definizione di autonomo).

Securityxt.com

Un altro grande vantaggio dei DAO è il fatto che sono trasparenti, principalmente grazie alla loro natura open source. I DAO utilizzano i token per premiare attività specifiche e, poiché non hanno strutture gerarchiche, il processo di finanziamento avviene fin dall’inizio.

Il consenso è un altro termine molto importante associato ai DAO. Il consenso si riferisce alla maggioranza delle parti interessate che concordano sulla decisione di spostare o prelevare fondi. In breve, tutte le decisioni devono essere prima concordate dalla grande maggioranza delle parti interessate. Ad esempio, anche se viene trovato un bug nel codice di un DAO, non può essere risolto fino a quando non si svolge una procedura di voto e la maggioranza degli elettori è d’accordo su di esso.

Il più grande vantaggio di un DAO è sicuramente il suo modo efficiente di gestire un’organizzazione senza la necessità di un intermediario e senza le inefficienze associate che ne derivano. Per comprendere i DAO, gli utenti devono prima comprendere il fatto che i DAO non possono creare prodotti, scrivere codice o persino sviluppare alcun tipo di software o hardware.

Per questo compito particolare, qualsiasi DAO richiede un appaltatore. Il modo principale per prendere decisioni in un DAO è con l’aiuto di proposte. Ecco perché i DAO richiedono anche un deposito in denaro per impedire agli utenti di sovraccaricare la rete. Come accennato prima, tutto deve essere votato. Lo stesso vale per il contratto che viene nominato tramite votazione (eseguito da tutti i possessori di token).

Le DAO interrompono la governance tradizionale?

Risposte brevi: Sì! La governance può essere definita come l’insieme di azioni, regole e norme e il modo in cui le varie entità interagiscono con esse. La governance può portare a un fenomeno chiamato dilemma principale-agente. Questo fenomeno si riferisce a situazioni in cui le decisioni di un’entità possono influenzare un’altra entità. Ciò viene fornito con la sua giusta quota di coinvolgimento morale. Per ridurre gli effetti del dilemma principale-agente, i DAO utilizzano contratti intelligenti. In breve, i DAO, in generale, sono un modo efficiente per garantire la democrazia facendo uso della tecnologia crittografica, poiché tutti gli stakeholder possono votare per aggiungere regole, modificare le regole esistenti e così via.

La storia di “The DAO”


Per comprendere appieno il concetto di DAO, è necessario conoscere anche “Il DAO,”Probabilmente l’evento più importante nella storia dei DAO.

Il DAO lanciato nel 2016 sulla rete Ethereum era inteso come meccanismo di consenso per votare i progetti più rilevanti che dovrebbero essere finanziati sulla rete Ethereum. Il piano prevedeva che i partecipanti ricevessero token DAO e votassero quali progetti dovrebbero essere finanziati o meno, facendo uso della cosiddetta “saggezza della folla”. In breve, ha lasciato che le folle decidessero quali progetti erano degni di investimento.

medio

Sfortunatamente, il DAO non ha avuto una vita molto lunga poiché ha fallito in un paio di mesi a causa di un hack. L’hack è stato così brutale che ha provocato una significativa perdita di fondi e un crollo del prezzo di Ether.

Anche se l’hacking è stato possibile solo perché il codice DAO non ha ricevuto test di sicurezza sufficienti, Ethereum come organizzazione ha ricevuto un discreto successo, riducendo la fiducia nella piattaforma.

Il DAO è iniziato come un progetto molto promettente con una folla sicura di successo. In effetti, è riuscito a raccogliere più di $ 150 milioni. È interessante notare che, anche durante la vendita di massa, gli utenti hanno espresso preoccupazione per la sicurezza della piattaforma che ha portato gli sviluppatori a considerare di affrontare le vulnerabilità.

Anche se il team ha finito per annunciare che The DAO è, in effetti, molto sicuro e nessun fondo è a rischio, un aggressore sconosciuto è riuscito a rubare oltre 3,6 milioni di ETH. L’aggressore ha approfittato di un cosiddetto exploit di chiamata ricorsiva. In breve, l’attaccante ha “chiesto” alla piattaforma di restituire più volte i token Ether prima che lo smart contract fosse in grado di aggiornare il saldo.

Il DAO ha cercato di risolvere questo problema con una forcella morbida che non è stata approvata dalla comunità. L’altra opzione era quella di eseguire un hard fork, che avrebbe restituito l’Ether che era stato preso da The DAO ai loro proprietari originali. Il team dietro Ethereum ha scelto questa seconda opzione che ha portato la comunità di Ethereum a dividersi in due. Dopo molte discussioni, la decisione di eseguire un hard fork era in diretta contrazione con i principi di base della blockchain. La parte della community che non era d’accordo con il nuovo hard fork ha continuato a sviluppare la catena “Ethereum Classic”.

Codice inarrestabile

Prima di concludere, c’è ancora un altro concetto associato ai DAO, e questo è il cosiddetto “codice inarrestabile”. Considerando la natura di base dei DAO, non è difficile capire che non possono essere modificati facilmente. Il fatto che una persona o un’entità non possa cambiare le regole è il più grande vantaggio della DAO, ma può anche rivelarsi la sua più grande debolezza. Ad esempio, se qualcuno rileva un bug in un DAO in esecuzione, gli sviluppatori potrebbero avere difficoltà a provare a modificare il codice.

Tornando a The DAO Hack, in teoria, l’hacker stava seguendo le regole implementate dal DAO. Il team di sviluppo, così come la community, ha osservato come l’autore dell’attacco prosciuga lentamente i fondi e non ha potuto fare molto poiché ogni decisione deve essere votata.

Fonte immagine: Steemit

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector