Coinbase vs Bitstamp | Confronto di Crypto Exchange nel 2020

Coinbase e Bitstamp sono due scambi crittografici noti nella comunità crittografica per la loro eccellente reputazione e servizi di trading. Sia Bitstamp che Coinbase sono sul mercato degli scambi di criptovalute da più di 7 anni, rendendo i loro team tra i più esperti in circolazione.

Nel nostro articolo confronteremo fianco a fianco le caratteristiche di ogni scambio per aiutarti a scegliere quello giusto per te.

Informazioni su Coinbase

Coinbase

Coinbase è stata fondata nel 2012 a San Francisco, in California, da Brian Armstrong e Fred Ehrsam.

Coinbase è considerata una delle piattaforme più affidabili e sicure per il crypto trading. L’exchange detiene una BitLicense, il che significa che è uno dei pochi exchange di criptovalute autorizzati a operare legalmente a New York.

La società ha collaborato con i migliori marchi, come Dell, Expedia, Time Inc. e altri per facilitare i pagamenti in Bitcoin.

La piattaforma è un broker che consente agli utenti di acquistare e vendere criptovalute a un prezzo stabilito in base al mercato attuale. Ciò significa nessuna attesa per l’abbinamento degli ordini, poiché le transazioni sono veloci e semplici.

A proposito di Bitstamp

Bitstamp

Fondato dagli sloveni Nejc Kodric e Damijan Merlak nel 2011, Bitstamp è uno scambio creato per essere sicuro e affidabile come un servizio bancario.

I fondatori hanno reso lo scambio conforme a molte regole e regolamenti al fine di mantenere la sicurezza dei fondi dei clienti.

Come nella loro nativa Slovenia, non esisteva un quadro normativo crittografico, l’exchange si trasferì a Londra e alla fine si stabilì in Lussemburgo, un paese con una regolamentazione adeguata in termini di questioni crittografiche.

Nel 2016, Bitstamp è diventato il primo exchange di criptovalute completamente certificato, poiché ha ricevuto la sua licenza in Lussemburgo.

Coinbase vs Bitstamp: valute disponibili

Coinbase supporta una varietà di criptovalute: Bitcoin, Bitcoin Cash, Ethereum, Ethereum Classic, Litecoin, 0x, USD Coin, Basic Attention Token, Ripple, EOS, Stellar, Augur, DAI, Link, Atom, Kyber Network e Zcash.


Bitstamp consente agli utenti di fare trading con due valute legali: dollari statunitensi (USD) ed euro (EUR). È anche possibile effettuare depositi in sterline britanniche e franchi svizzeri, ma saranno convertiti in USD o EUR prima della negoziazione.

In termini di crittografia, Bitstamp è più limitato nella sua quotazione, avendo solo 5 criptovalute: Bitcoin (BTC), Bitcoin Cash (BCH), Litecoin (LTC), Ethereum (ETH) e Ripple (XRP).

Coinbase vs Bitstamp: Paesi disponibili

Coinbase supporta 77 paesi da Africa, Europa, Australia, Sud America, Nord America e Sud Africa.

Grazie alla sua licenza lussemburghese, Bitstamp è disponibile in tutti i 27 paesi dell’Unione Europea. Quest’anno, Bitstamp ha ottenuto la licenza anche dal Dipartimento dei servizi finanziari dello Stato di New York, il che significa che può operare legalmente negli Stati Uniti. Si attiva anche in altri 49 paesi al di fuori dell’UE, tra cui Australia, Brasile, Cina, Sud Africa e Corea del Sud.

Coinbase vs Bitstamp: interfaccia ed esperienza utente

Coinbase è spesso pubblicizzato come migliore piattaforma per i commercianti alle prime armi. Questo perché è stato creato pensando alla semplicità e alla facilità d’uso, con l’obiettivo di replicare le funzionalità di PayPal.

Sebbene Bitstamp abbia un design dell’interfaccia estetico e meno funzioni di trading, il layout è un po ‘confuso, soprattutto per i principianti. La maggior parte dei nuovi trader si lamenta del fatto che la pagina Tradeview di Bitstamp ha troppe funzionalità complicate.

Bitstamp

Anche se entrambe le piattaforme supportano i servizi di cambio Bitcoin / dollaro USA, funzionano in modo diverso. Coinbase è uno scambio di broker, il che significa che gli utenti acquistano e vendono Bitcoin direttamente dalla società per valuta fiat. Acquirenti e venditori non commerciano tra loro, invece, vanno alla pagina “compra / vendi” per inserire i loro ordini e negoziare con i prezzi fissati da Coinbase.

Poiché gli utenti commerciano direttamente con Coinbase, non ci sono tempi di attesa per l’abbinamento degli ordini e la conversione avviene rapidamente dopo che l’ordine è stato effettuato.

Bitstamp è una piattaforma di scambio in cui gli utenti acquistano e vendono tra loro ai prezzi più convenienti disponibili nel sistema. Il vantaggio qui è che i trader possono cercare i prezzi più vantaggiosi per loro e fare scambi redditizi.

Se stai cercando di effettuare conversioni crittografiche rapide senza complicazioni, Coinbase è l’alternativa migliore per te.

Coinbase vs Bitstamp: app mobili

Bitstamp offre app mobili per utenti iOS e Android, ma ci sono state alcune lamentele riguardo alla sua mancanza di funzionalità e latenza quando si tratta di aggiornamenti.

Coinbase ha anche app per sistemi operativi iOS e Android. Le app mobili di Coinbase hanno valutazioni migliori di quelle di Bitstamp, con gli utenti che lodano la loro affidabilità e facilità d’uso.

Coinbase vs Bitstamp: depositi e prelievi

Bitstamp supporta depositi e prelievi sia tramite fiat e criptovalute, SEPA e bonifici internazionali, sia acquisti con carta di credito.

Gli utenti di Coinbase possono effettuare pagamenti in una varietà di opzioni:

  • Bonifico bancario (così come ACH negli Stati Uniti e SEPA nell’UE);
  • Carte di credito;
  • Carta di debito;
  • PayPal (solo ritiro);
  • Criptati elencati;
  • CAD, EUR, GBP, SGD, & Dollaro statunitense.

Coinbase vs Bitstamp: commissioni

Come la maggior parte delle borse, le commissioni variano in base al paese dell’utente, al metodo di pagamento, alla valuta e al volume di scambi.

Coinbase addebita le sue commissioni di trading in base alla seguente struttura:

  • $ 10 e inferiore: commissione di $ 0,99;
  • $ 10 a $ 25: tassa di $ 1,49;
  • $ 25 a $ 50: tassa di $ 1,99;
  • $ 50 a $ 200: commissione di $ 2,99.

Gli acquisti con carta di credito o di debito comportano una commissione del 3,99% su Coinbase.

Acquisto / vendita standard Acquisti istantanei (solo carta di debito) Bonifici bancari (SEPA) – in / out * Pagamenti più rapidi
1,49% 3,99% Gratuito / € 0,15 Gratuito
Metodo di pagamento per acquisto / Metodo di pagamento per la vendita Commissione sul tasso di conversione effettivo (dopo la rinuncia)
Conto bancario statunitense 1,49%
Portafoglio Coinbase USD 1,49%
Carta di debito 3,99% ***
Metodo di deposito in USD Tassa
Trasferimento ACH Gratuito
Bonifico bancario $ 10 ($ 25 in uscita)

Bitstamp applica le sue commissioni sul volume degli scambi di un periodo di 30 giorni, con lo 0,50% applicato alle negoziazioni inferiori a $ 10.000 e lo 0,25% per le negoziazioni superiori a $ 20.000. I prelievi SEPA hanno una commissione di 3 EUR e gli acquisti con carta di credito una commissione del 5%.

I depositi bancari internazionali comportano una commissione dello 0,05% (commissione minima = 7,5 USD / EUR, commissione massima = 300 USD / EUR) e una commissione di prelievo dello 0,1% (commissione minima = 25 USD / EUR). La tua banca potrebbe addebitare costi aggiuntivi.

Tipo di servizio SEPA Filo internazionale
Ritorno trasferimento 0,25%

(tariffa minima = 25 EUR)

0,25%

(tariffa minima = 25 EUR)

Traccia di trasferimento 30 euro 35 USD
Trasferire modifiche 30 euro 35 USD
Costi amministrativi 50 EUR 50 USD
Richiamo di trasferimento 30 euro 35 USD
Ricevuta del bonifico 30 euro 35 USD
Trasferimenti rimbalzati Addebitato come un normale deposito bancario Addebitato come un normale deposito bancario
Tipo di transazione Tassa
Depositare 0,05%

(tariffa minima = 7,5 USD / EUR, tariffa massima = 300 USD / EUR)

Ritiro 0,1% (commissione minima = 25 USD / EUR. La tua banca potrebbe addebitare commissioni aggiuntive

I depositi di criptovaluta su entrambi gli scambi sono gratuiti.

Coinbase vs Bitstamp: sicurezza

Coinbase e Bitstamp hanno entrambi un ranking elevato quando si tratta delle loro implementazioni di sicurezza.

Entrambi gli scambi applicano forti misure di sicurezza e conservano la maggior parte dei loro fondi di criptovaluta in cold wallet per proteggere i loro fondi dai tentativi di hacking. Quasi il 98% dei fondi di Coinbase è immagazzinato in cold wallet, mentre il restante 2% è assicurato da un sindacato dei Lloyd’s di Londra. I fondi in USD dei clienti con sede negli Stati Uniti hanno un’assicurazione FDIC per perdite fino a $ 250.000.

Bitstamp conserva anche la maggior parte delle sue risorse digitali in una cella frigorifera.

Finora, Coinbase non è mai stato violato, ma gli utenti hanno perso fondi a causa di frodi di phishing o incidenti in cui sono state rubate le password dei loro account.

Bitstamp è stato violato nel gennaio 2015, perdendo 19.000 BTC, che all’epoca erano circa 5,1 milioni. Sebbene la violazione abbia avuto un impatto sulla reputazione di Bitstamp, la società ha lavorato duramente per applicare meccanismi di sicurezza più forti e ha ripagato i propri clienti per i fondi persi. Da allora Bitstamp ha riscontrato grossi problemi di sicurezza.

I fondi di Bitstamp sono stati verificati dai contabili Ernst and Young. La piattaforma è stata testata per vedere se stavano utilizzando e archiviando correttamente i soldi dei suoi clienti e ha superato l’audit a pieni voti.

Entrambe le piattaforme richiedono agli utenti di avere l’autenticazione a due fattori attivata sui propri account.

Coinbase ha un buon track record quando si tratta di sicurezza, ma a febbraio 2018 ha causato preoccupazioni in quanto ha fornito i dettagli di 13.000 utenti all’IRS.

Coinbase e Bitstamp sono legalmente autorizzati ad operare negli Stati Uniti e in Europa.

Coinbase vs Bitstamp: assistenza clienti

È stato segnalato che Coinbase offre un eccellente servizio clienti rispetto alla maggior parte degli scambi crittografici. Il team di assistenza clienti di Coinbase può essere contattato via e-mail e ha recentemente aggiunto l’assistenza clienti telefonica, il che è un grande vantaggio per uno scambio di criptovalute poiché non molti offrono questa opzione. Il tempo di risposta per i ticket di supporto è stato segnalato tra 24 e 48 ore.

Bitstamp è stato anche valutato per fornire un supporto clienti decente. Lo scambio può essere raggiunto tramite e-mail o telefonando all’ufficio più vicino per le emergenze.

Bitstamp include anche una sezione FAQ sul suo sito Web, che descrive in dettaglio come può essere utilizzata la piattaforma. Consigliamo ai principianti di analizzare questa sezione per comprendere meglio l’interfaccia e TradingView.

La maggior parte dei reclami da Bitstamp riceve risposta direttamente dal proprio team di supporto e di solito è correlata alla chiusura degli account dopo aver depositato somme anormalmente elevate per quegli utenti.

Coinbase vs Bitstamp: opinione pubblica

Coinbase è considerato uno dei più sicuri e affidabili nel settore delle criptovalute. Questa piattaforma è costantemente classificata tra i primi 1 o 2 degli scambi più affidabili nelle ricerche su Google ed è spesso raccomandata come il miglior broker crittografico per gli utenti con sede negli Stati Uniti.

Bitstamp ha anche costruito una solida reputazione negli ultimi anni e si è guadagnato il rispetto della comunità attraverso i suoi sforzi per offrire la migliore sicurezza e conformità. Lo scambio è classificato come una delle migliori piattaforme di trading di criptovalute per gli utenti con sede nell’UE.

Coinbase vs Bitstamp: verdetto

Coinbase e Bitstamp sono entrambi gli scambi leader nel settore delle criptovalute.

Coinbase sarebbe un’opzione più adatta per coloro che desiderano convertire USD, poiché ha sede negli Stati Uniti. Mentre gli utenti con sede nell’UE che desiderano finanziare i propri conti con euro tramite trasferimento SEPA dovrebbero optare per Bitstamp.

Nel dibattito Coinbase vs Bitstamp non c’è un chiaro vincitore; tutto dipende dalla tua scelta di fiat, criptovaluta, posizione e budget.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
Adblock
detector
map