Coinbase è sicuro?

Quando inizi con le criptovalute, il tuo impulso immediato è quello di conservare le tue monete nell’exchange da cui le acquisti.

Coinbase è uno dei luoghi ben noti e frequentati da acquista Bitcoin.

Per questo motivo, molte persone comprano le loro monete lì e non le spostano mai … ma è sicuro?

  1. Manterranno le tue monete al sicuro?

  2. Ti permetteranno di ritirarli?

  3. E rispetteranno la tua privacy

Scopri tutto ciò che devi sapere su Coinbase e la sua storia e le pratiche di sicurezza in questa guida completa.

introduzione

Nonostante il buon record di Coinbase con la gestione del fondo e non abbia subito perdite significative dal suo lancio nell’ottobre 2012, ci sono ancora motivi per mettere in discussione la sicurezza e l’incolumità dell’exchange.

Questo articolo analizza tre prospettive da cui Coinbase potrebbe essere vulnerabile agli attacchi o agire in malafede. Cerchiamo di spiegare perché scegliere la custodia più costosa e scomoda delle tue monete è preferibile piuttosto che affidare tale responsabilità a Coinbase.

Alla fine, però, spetta a te decidere se preferisci fidarti di una banca con i tuoi Bitcoin o se sei pronto a fare il primo passo verso la sovranità finanziaria con un Billfodl e un portafoglio hardware.

Bambino che impara a camminare

Ecco cosa tratteremo nei seguenti capitoli: puoi fare clic su ciascuno di essi per scorrere direttamente a quel capitolo.

Coinbase è un luogo sicuro per archiviare Bitcoin?

Scudo con l'icona di blocco


In un post sul blog del 2016, il CEO e co-fondatore di Coinbase Brian Armstrong si è vantato di immagazzinare circa il 10% dei bitcoin disponibili in circolazione.

Da allora, il numero di utenti Coinbase e gli investimenti corrispondenti sono cresciuti così tanto che l’azienda ha generato miliardi di dollari di fatturato solo un anno dopo.

Anche se questo potrebbe sembrare un buon segno da un punto di vista funzionale, ci sono ancora motivi per sentirsi dubbiosi e preoccupati.

Hacking Coinbase

Solo perché milioni di utenti si fidano di qualcosa non significa che sia sicuro e protetto essere il tuo custode.

Alla fine della giornata, terze parti fidate sono falle di sicurezza e il punto centrale di Bitcoin è partecipare a un sistema senza autorizzazione che ti garantisce la sovranità finanziaria.

La storia di Bitcoin mostra che i custodi dei titani sono destinati a cadere.

Sebbene Coinbase non abbia perso fondi nei suoi primi sette anni di esistenza, la sua sicurezza dovrebbe ancora essere messa in discussione e esaminata.

Lo spazio Bitcoin riecheggia ancora con storie di eventi finanziariamente rovinosi sugli scambi.

Mt. Gox

Il primo scambio di Bitcoin, che è stato violato per quasi 750.000 BTC.

Bitfinex

Persi 120.000 BTC quando si sono rotti alcuni portafogli multi-sig non sicuri.

QuadrigaCX

Il proprietario è morto inaspettatamente e ha portato con sé le chiavi private dei clienti.

Binance

Hai perso 7000 BTC nonostante le continue affermazioni “safu”.

Solo perché Coinbase non è stato ancora violato non significa che sia invulnerabile in futuro.

Il buon record è solo un’indicazione di una prestazione migliore rispetto al resto. Grandi quantità di bitcoin immagazzinati a caldo portafogli per i commerci veloci sono percepiti come honeypot per gli hacker.

Immagine di Davide e Golia

La parte più spaventosa è che gli aggressori informatici malevoli non devono nemmeno prendere di mira la crittografia del portafoglio di uno scambio come Coinbase: a volte è sufficiente rubare i dati sensibili degli utenti ed estorcere lo scambio.

In un caso recente, un hacker ha richiesto 300 BTC dopo essere entrato nel database KYC (Know Your Customer) di Binance e aver minacciato di pubblicare centinaia di immagini di utenti in possesso dei loro ID nazionali per la verifica.

Quando i negoziati fallirono,l’attaccante ha semplicemente scaricato i dati in un gruppo Telegram ed esposto il tipo di informazioni sensibili che possono essere sfruttate da malintenzionati.

Inoltre, in quanto azienda americana autorizzata, Coinbase deve rispettare le leggi federali e statali. Se il governo degli Stati Uniti decide che i bitcoin sono beni illegali e tutti gli scambi dovrebbero congelare i fondi e interrompere il trading, allora dovrà agire contro gli interessi finanziari dei suoi clienti.

E anche se le compensazioni finanziarie sono date in USD (molto simile al caso di il Gold Reserve Act del 1934) in cambio del BTC sequestrato, si perde ancora a causa della ricezione di un bene altamente inflazionistico e in fase di deprezzamento che può essere confiscato e censurato dal governo.

Questo è solo ipotetico, ma non impossibile.

Come è assicurato Coinbase?

Da novembre 2013, Coinbase ha assicurato i fondi degli utenti tramite Aon, il più grande broker assicurativo del mondo.

Assicuratore Aon Coinbase

inoltre, nella pagina di supporto dello scambio è chiaramente stabilito che importi fino a $ 250.000 sono assicurati e saranno restituiti ai clienti in caso di hacking o guasto.

Anche se questo è decisamente fantastico, dovresti tenere presente che ciò che stai ottenendo è una fiat infinitamente gonfiabile, non pochi bitcoin.

Se i tuoi pezzi di oro digitale si perdono, sicuramente non saranno i Bitcoin che Coinbase e Aon ti invieranno come forma di compensazione.

I dollari statunitensi possono essere gonfiati a un tasso arbitrario dettato dalle circostanze, mentre i bitcoin vengono emessi secondo una pianificazione e esisteranno solo per un importo totale di 21 milioni.

Se credi nel successo di Bitcoin, probabilmente non è una buona idea fidarti di Coinbase con i tuoi fondi.

Gli eventi passati non sono sempre rilevanti per il futuro, ma possono servire come educazione informale per impedire che la storia si ripeta.

Se scegli di tenere i tuoi bitcoin su Coinbase, confidi che l’azienda abbia imparato la lezione dai fallimenti dei suoi colleghi.

D’altra parte, se scegli di diventare la tua banca abbracciando la sovranità finanziaria, dimostri di aver imparato la lezione più importante su Bitcoin: non fidarti mai di terzi con i tuoi soldi.

Coinbase è sicuro per i prelievi di massa?

Mano con l'icona di fatture del dollaro

Bitcoin è stato creato come risposta a una cultura fiat che genera tassi di inflazione arbitrari e riserve frazionarie (dove solo una frazione del denaro del cliente è effettivamente disponibile per i prelievi).

Quando ti rivolgi a una banca e chiedi di prelevare una grossa somma di denaro, è probabile che l’istituto non sia in grado di effettuare il pagamento in loco

Invece, applicheranno un limite di prelievo giornaliero su di te.

Una corsa in banca durante la grande depressione: tutti fanno fatica a ritirare i propri soldi

Le persone fanno fatica a ritirare i propri soldi

Limiti di prelievo di Coinbase

Quando hai a che fare con Coinbase, devi essere assolutamente certo che l’exchange sia in grado di farti prelevare la quantità di Bitcoin che hai acquistato e trattenere nel loro portafoglio di custodia.

Al momento, non ci sono restrizioni su quanto puoi prelevare in una volta (almeno secondo il sito web di Coinbase).

Tuttavia, non puoi mai dire quando le normative diventano più severe e diventa molto difficile ottenere le tue monete dallo scambio a causa delle crescenti richieste e verifiche.

Il tuo Bitcoin è soggetto a relazioni internazionali

Se sei un cittadino non statunitense di uno dei paesi supportati e il governo degli Stati Uniti finisce per avere cattive relazioni diplomatiche con il tuo governo nazionale, è molto probabile che i tuoi fondi vengano congelati durante tutto il conflitto.

Questo è accaduto agli utenti iraniani che facevano trading su Bittrex e che sono stati colpiti dalle sanzioni dell’Office of Foreign Assets Control (OFAC) del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti.

Non hanno avuto una scadenza adeguata per ritirare le loro monete e potevano solo sperare che il conflitto finisse il prima possibile e che i registri non venissero truccati.

Al contrario, Coinbase opera in oltre 100 paesi e non puoi mai dire quando il tuo viene preso di mira dall’applicazione finanziaria globale dello zio Sam.

Foto di zio Sam

In qualità di azienda americana, Coinbase non avrà altra scelta che rispettare gli ordini impartiti dall’OFAC.

Pertanto, è irragionevole presumere che lo scambio agirà nel tuo migliore interesse, specialmente se non sei un cittadino americano e il tuo paese può entrare in conflitto con gli Stati Uniti.

Prova del movimento delle chiavi

Per sfidare il potere che gli scambi hanno sugli utenti e rivitalizzare le idee che Satoshi Nakamoto ha presentato al mondo, il famoso Bitcoiner Trace Mayer organizza un evento annuale che incoraggia i membri della comunità a ritirare tutti i fondi dagli scambi.

Il nome di questo movimento è “Prova di chiavi“, Si svolge il 3 gennaio (lo stesso giorno in cui Bitcoin blocco di genesi è stato estratto) ed è pensato per essere un modo per mantenere gli scambi responsabili e onesti.

Sfortunatamente, i numeri riportati dagli scambi non sono mai stati minacciosi per i loro affari regolari, il che significa che ci sono ancora pochissime persone che hanno imparato le lezioni dal Monte. Storia di Gox.

Prova del movimento delle riserve

C’è anche un movimento chiamato “Prova di riserve”Che mira a rendere gli scambi responsabili chiedendo una maggiore trasparenza.

Puoi leggere di più su prova delle riserve.

Prova di riserve

Nel caso di Coinbase, non sappiamo con certezza quanti bitcoin possiedono, il che significa che è difficile dire se si impegnano o meno nella prenotazione frazionaria.

Ad oggi, l’unico scambio che ha condotto e superato una prova di verifica delle riserve è Kraken e l’evento ha avuto luogo nel 2014.

Questa situazione non migliorerà se scegliamo di fidarci ciecamente dei nostri scambi, poiché detengono pochi soldi che non possono essere ripristinati se rubati.

La benedizione e la maledizione di Bitcoin è che tutte le transazioni sono irreversibili, ed è meglio essere dalla parte che utilizza la funzione in modo vantaggioso per te stesso quando diventi completamente sovrano.

Se stai tenendo bitcoin su Coinbase in questo momento, è meglio spostarli sul tuo portafoglio mentre puoi ancora effettuare prelievi senza restrizioni.

In futuro, i limiti potrebbero essere imposti da attori finanziari o politici al di fuori del tuo controllo.

E se non gestisci le tue chiavi private in un portafoglio non custodito come un file Ledger o a Trezor, allora le tue monete non sono veramente tue.

Come si suol dire, “Non le tue chiavi. Non le tue monete. “

Coinbase protegge la tua privacy?

Piccone e icona di file digitali

Un argomento delicato nello spazio Bitcoin riguarda le pratiche KYC / AML.

Ideologicamente, la maggior parte dei bitcoiners si oppone a tali mezzi di raccolta dei dati.

Tuttavia, ci sono anche motivi di sicurezza per evitare la raccolta di dati privati: una volta che l’immagine della tua carta d’identità nazionale viene caricata su un server, contribuisce al rafforzamento di un honeypot per gli hacker.

Come presentato in precedenza nell’articolo, Binance ha avuto un grosso problema con un hacker che è riuscito a scaricare i dati di centinaia di utenti e voleva estorcere bitcoin dall’exchange.

Nel caso di Coinbase, non hai davvero altra scelta che fornire i dati.

Ma se il tuo scopo è acquistare alcuni bitcoin e uscire, puoi anche cancellare il tuo account e richiedere alla società di cancellare i tuoi record, il che è un netto positivo per la tua privacy e sovranità.

Inoltre, non dovresti mai aspettarti che un’azienda rispetti la tua privacy finanziaria in relazione al governo.

Le modifiche legislative possono avvenire in qualsiasi momento e la giurisdizione in cui opera Coinbase (lo stato della California o il governo federale) può acquisire qualsiasi dato in qualsiasi momento.

Questo accade spesso in relazione all’IRS: a novembre 2017, Coinbase è stato ordinato di informare il fisco quali utenti hanno accumulato più di $ 20.000 in volume di transazioni annuali; entro quattro mesi, l’exchange americano doveva anche inviare all’IRS tutte le informazioni personali e le registrazioni delle transazioni degli utenti che hanno utilizzato la piattaforma tra il 2013 e il 2015.

Ordine di Coinbase per informare l'IRS

Se ti interessa la privacy finanziaria come un modo per proteggerti dalle azioni di un governo (quale una volta confiscate le riserve auree), così come l’avidità di persone che potrebbero tentare di derubarti o hackerarti, allora è meglio essere cauti con la tua impronta digitale e la quantità di dati personali che inserisci in honeypot come Coinbase.

È meglio spostare le monete nel tuo portafoglio,eseguire un nodo completo, impara a gestire gli UTXO e prova a combinare il tuo BTC con applicazioni come Portafoglio Wasabi ogni volta che si desidera eliminare i collegamenti al mittente e acquisire una plausibile negabilità.

Bitcoin non è del tutto privato, ma Coinbase è un panopticon finanziario che consente ai governi di monitorare e sorvegliare il tipo di valuta che non possono controllare.

In un panopticon “una guardia può vedere ogni cella e ogni detenuto, ma i reclusi non possono vedere nella torre”. (fonte)

immagine della torre

Parlando di monitoraggio e sorveglianza, nel 2019 Coinbase acquisito avvio di analisi blockchain Neutrino al fine di tracciare meglio le transazioni e associare i dati ad altre persone ed entità.

La questione più preoccupante, al di fuori della natura orwelliana di Coinbase, è che i fondatori di Neutrino hanno collegamenti con Hacking Team, una società che sorveglianza fornita tecnologia ai governi autoritari che violano i diritti umani fondamentali.

Informazioni su Coinbase

Queste informazioni rivelano molto sulla considerazione di Coinbase per i valori liberali e la protezione degli individui contro l’oppressione statale.

Il tipo di dati più sicuro è quello che non viene elaborato da nessun tipo di terza parte.

Quando si tratta di Coinbase, è meglio considerare la piattaforma come un male necessario e un luogo in cui entri ed esci ogni volta che ne hai bisogno.

Tuttavia, non è consigliabile mantenere le tue monete su qualsiasi scambio per motivi che riguardano la tua privacy finanziaria e la sicurezza delle tue monete.

Ogni volta che sei pronto per trasferire i tuoi bitcoin da Coinbase e goderti i vantaggi della sovranità finanziaria, Billfodl è qui per offrirti un modo sicuro e robusto per mantenere le tue chiavi private offline e lontano dagli occhi dei cattivi attori. Prima di prendere una decisione, scopri di più sui nostri prodotti.

Utente che tiene l'icona delle opzioni A o B.

Conclusione

Il modo in cui immagazzini le tue monete è un gioco di compromessi.

Da un lato, archiviarli da soli richiede l’apprendimento della gestione delle chiavi (e questo presenta i suoi rischi).

D’altra parte, mentre è più facile lasciare che Coinbase tenga le tue monete, in molti casi questo sconfigge lo scopo di Bitcoin in primo luogo.

Con il nostro team di esperti qui a Privacy Pros e Billfodl che ti guidano, è possibile mantenere le tue monete al sicuro da solo.

Lascia che ti mostriamo come …

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector