Chi è Satoshi Nakamoto: The Mysterous Creator of Bitcoin?

Chi è Satoshi Nakamoto?

Quando si tratta di grandi nomi nella criptosfera, ce ne sono pochi più importanti di quelli di Bitcoin, la prima criptovaluta al mondo (e più preziosa), e del suo misterioso creatore, Satoshi Nakamoto.

La prima volta che il mondo aveva sentito il nome di Satoshi Nakamoto era stato nel lontano 2007, quando Nakamoto scrisse il codice Bitcoin. A novembre 2008 è riuscito a terminare e pubblicare l’ormai famoso white paper di Bitcoin, che ha gettato le basi per tutto ciò che rappresenta il protocollo Bitcoin.

Satoshi Nakamoto è stato fortemente coinvolto nel suo progetto nato da un’idea e con la comunità Bitcoin nei primi giorni del progetto. Dopo due anni di coinvolgimento e duro lavoro, Nakamoto ha deciso di affidare il progetto a Gavin Andresen e ha sequestrato tutti i legami con il progetto Bitcoin nel dicembre 2010. Gavin si è dimostrato un degno successore del leggendario Satoshi e da allora è diventato uno degli sviluppatori più influenti all’interno della criptosfera.

Fonte: Bitcoin News

Dopo ciò, Nakamoto è tornato brevemente per lasciare un messaggio finale alla comunità, affermando di essere “passato ad altre cose” e che Bitcoin era “in buone mani con Gavin e tutti”. Ufficialmente, queste sono le ultime parole che il mondo ha sentito sull’elusivo e riservato creatore di Bitcoin.

Man mano che la fama di Bitcoin cresceva ancora di più negli anni successivi, curiosamente, anche il mistero dietro la vera identità di Nakamoto cresceva. Nel corso degli anni, le comunità di Bitcoin e criptovalute hanno speculato attivamente su chi potesse essere effettivamente Satoshi Nakamoto. La ricerca di scoprire chi sia il vero Satoshi Nakamoto ha visto un esercito di detective dilettanti al lavoro sulla questione ma, purtroppo, senza molto successo..

Anche se c’è poco da fare, una cosa è abbastanza chiara: Satoshi Nakamoto è un esempio di protezione della privacy fatta bene. Tanto che ha persino usato Tor per registrare il sito web di Bitcoin.org. Ciò che probabilmente è ancora più impressionante è il fatto che, fino ad oggi, non è ancora noto se Satoshi sia maschio o femmina, o se “lui” sia anche una singola persona o un gruppo di individui.

Tuttavia, questo “esercito” di detective e altri entusiasti dal cercare di scavare fatti dal passato di Satoshi, dal trarre varie conclusioni, nonché dal presentare vari candidati o elenchi di sospetti per riempire gli spazi vuoti.

Altri indizi / fatti interessanti su Satoshi Nakamoto

Prima di lanciare la cosiddetta lista dei sospetti, c’è un altro fatto molto interessante su Satoshi che dovrebbe essere conosciuto. Secondo vari rapporti, i portafogli collegati all’account di Satoshi per quasi 1 milione di BTC sono stati estratti. Ciò significa che, se Satoshi fosse davvero un singolo individuo, questo fatto lo renderebbe una delle 50 persone più ricche al mondo in questo momento. Un milione di BTC rappresenta circa il 5% dell’offerta mondiale di Bitcoin.

Quasi tutto ciò che riguarda il leggendario creatore di Bitcoin è avvolto nella speculazione. Tuttavia, ci sono alcuni indizi che sono a dir poco interessanti. Ad esempio, è stato scoperto un messaggio specifico codificato nel primo blocco da estrarre nella rete Bitcoin. Il messaggio diceva: “The Times 03 / Jan / 2009 Cancelliere sull’orlo del secondo piano di salvataggio per le banche”. Questo potrebbe essere un indizio dell’identità di Satoshi, ma ancora più importante, sottolinea che Satoshi potrebbe essere stato un lettore abituale del quotidiano The Times.


Inoltre, nonostante il suo nome asiatico, nessuna parte del progetto Bitcoin o del white paper è stata scritta in un’altra lingua diversa dal perfetto inglese britannico. Ciò ha portato molti a ipotizzare che Satoshi potesse essere britannico o australiano, o almeno un madrelingua inglese britannico. Un programmatore svizzero e membro attivo della comunità Bitcoin ha anche rappresentato graficamente i timestamp dei primi 500 post di Nakamoto. I risultati hanno rilevato che Satoshi era assente tra le 0:00 del mattino. e le 6:00 del mattino Ora di Greenwich.

Possibili candidati

Craig Wright

Craig Wright è il nome associato a una delle teorie più convincenti sulla vera identità di Satoshi Nakamoto. Wright ha affermato pubblicamente di essere il vero creatore di Bitcoin in base al suo coinvolgimento nello sviluppo nei primi giorni. Le principali pubblicazioni come Wired, BBC e The Economist sono state tutte un po ‘troppo veloci nel suggerire che la prova fornita da Wright fosse conclusiva. La prova era basata sull’invio di messaggi con una firma crittografica a cui solo Satoshi avrebbe avuto accesso.

Dopo questo evento, la sua casa è stata perquisita dalle autorità fiscali australiane che hanno portato Wright a cancellare la sua presenza su Internet, prima di tornare sul “palco” nel maggio 2016, quando ha affermato ancora una volta di essere il “vero” Satoshi e di avere prove concrete . Wright ha ritrattato la sua dichiarazione subito dopo aver affermato che “non ha il coraggio” di dimostrare di essere il vero Satoshi.

Fonte: Ars Technica

Nick Szabo

Un’altra figura che è stata chiamata Satoshi Nakamoto in più occasioni è Nick Szabo, un appassionato di crittografia decentralizzato che ha pubblicato un articolo su “bit gold”. Skye Gray, una ricercatrice su Internet, ha eseguito un’analisi testuale inversa e ha trovato varie frasi uniche che collegavano lo stile di scrittura di Szabo a quello del white paper originale di Bitcoin. Tuttavia, Szabo ha ripetutamente negato di essere il creatore di Bitcoin.

Fonte: Hungary Today

Hal Finney

Fonte: Wikipedia

Hal Finney è ancora un altro potenziale candidato per essere il padre di Bitcoin. Senza dubbio, Finney ha molta storia con il progetto Bitcoin, poiché è stata la seconda persona dopo lo stesso Nakamoto a utilizzare il software, i rapporti sullo sviluppo dei file e persino a suggerire miglioramenti. Inoltre, ha anche affermato che “è stato il primo destinatario della prima transazione Bitcoin quando Satoshi gli ha inviato dieci monete come test”. Finney è morto il 28 agosto 2014, lasciando al mondo solo scarse prove che lo indicavano come il creatore originale di Bitcoin.

Dorian Prentice Satoshi Nakamoto

Dorian Prentice Satoshi Nakamoto è ancora un altro candidato per il titolo. Il suo nome ha iniziato a fare notizia nel marzo 2014, quando un articolo di Newsweek lo descriveva come un potenziale candidato. Questo articolo ha portato a una raffica di interesse dei media in quel momento. Più tardi, il fisico americano-giapponese ha dichiarato di non aver nemmeno sentito parlare di Bitcoin prima di questo evento.

Fonte: Steemit

Altri improbabili candidati e teorie

Per quanto divertente possa sembrare, l’elenco dei possibili candidati continua e include nomi come Elon Musk, il creatore di PayPal, SpaceX e Tesla e Dave Kleiman, Il migliore amico di Craig Wright.

Ci sono alcuni appassionati di Bitcoin che suggeriscono addirittura che Satoshi Nakamoto potrebbe essere un gruppo di quattro giganti tecnologici asiatici come “Samsung, Toshiba, Nakamichi e Motorola.

Allora, chi è Satoshi Nakamoto di Bitcoin?

Non c’è modo di saperlo con certezza e, considerando la mancanza di prove concrete e l’approccio esperto di Satoshi alla privacy, potremmo non arrivare mai al fondo di questo mistero. Ciò significa che la comunità Bitcoin non ha altra scelta che andare avanti con questo enigma che è Satoshi Nakamoto.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector