BitMax.io lancia il supporto per lo Staking per risolvere il dilemma della liquidità per gli asset puntati

BitMax.io (BTMX.com), una piattaforma di trading di asset digitali registrata a Singapore, ha lanciato un nuovo prodotto di staking il 2 aprile, con supporto iniziale per Cosmos (ATOM) e Tezos (XTZ) prima di espandere la copertura ad altre risorse digitali.

Il team di BitMax.io ha annunciato che il suo prodotto di staking utilizzerà un design innovativo per affrontare le sfide di liquidità associate allo staking tradizionale. Come parte di questo progetto, gli utenti avranno la flessibilità di scambiare e trasferire risorse puntate continuando a ricevere ricompense in blocco. Il nuovo prodotto di staking cerca anche di promuovere reti blockchain più sicure per i progetti supportati incoraggiando rapporti di stake più elevati. 

Dilemma di liquidità: puntare o non giocare?

Le reti blockchain Proof-of-Stake (“PoS”) si affidano ai titolari di token per lo stake delle risorse al fine di partecipare a vari meccanismi di consenso, promuovendo così la sicurezza e la resilienza della rete. In cambio del loro contributo, questi possessori di token, o “validatori”, guadagnano premi in blocco, generalmente sotto forma di risorsa digitale nativa della rete. 

A questo proposito, lo staking consente ai detentori di token di generare rendimenti semplicemente “bloccando” gli asset per un determinato periodo. Tuttavia, un difetto intrinseco dello staking è che lo “sblocco” delle risorse richiede un lungo periodo di separazione durante il quale un detentore di token non può né scambiare né trasferire l’asset né è idoneo a ricevere alcuna ricompensa per lo staking.

I compromessi tra accessibilità e ricompense per lo staking rappresentano un “dilemma di liquidità” critico, per i possessori di token quando decidono se effettuare o meno lo stake di varie risorse digitali che operano sulle reti PoS. Alcune delle conseguenze più preoccupanti di questo dilemma di liquidità sono le seguenti: 

  1. Basso rapporto di puntata: 

La natura intrinsecamente volatile dei mercati degli asset digitali è sufficiente a dissuadere molti possessori di token dallo staking perché gli asset in stake non possono essere scambiati per coprire il rischio in modo efficace. Un basso rapporto di stake si traduce in una bassa sicurezza della rete per il progetto blockchain. 

  1. Inflazione di rete estrema: 

Per incentivare i titolari di token a partecipare a vari meccanismi di consenso, molti progetti PoS emettono premi in grandi blocchi da distribuire tra i deleganti, con il risultato di una fornitura di token in rapida espansione. Un’offerta inflazionistica senza afflusso di capitali aggiuntivo probabilmente si tradurrà in un deprezzamento del prezzo simbolico. 

  1. Significativa volatilità del tasso di hash: 

L’azione dei prezzi sui mercati secondari può catalizzare ampie porzioni della rete in picchiata per essere “non vincolate” poiché i possessori di token si affollano per annullare la delega e vendere – sia per trarre profitto dopo l’apprezzamento del prezzo o fermare le perdite dopo il deprezzamento del prezzo – con conseguenti oscillazioni drammatiche nel tasso di hash della rete. Un hash rate volatile provoca l’instabilità della rete. 

Un nuovo approccio per risolvere il dilemma della liquidità per le attività partecipate

In risposta al dilemma di liquidità che devono affrontare i titolari di token e i progetti PoS, BitMax.io ha progettato un prodotto di staking che garantisce agli utenti la flessibilità di scambiare e trasferire le attività puntate senza svincolarle dalla rete. 

In definitiva, il nuovo prodotto di staking della piattaforma consentirà agli utenti di ricevere rendimenti più interessanti senza sacrificare la liquidità; quindi, incoraggiando rapporti di stake più elevati e resilienti per le reti blockchain. Il nuovo prodotto di staking di BitMax.io avrà tre caratteristiche chiave: 

  1. Accesso immediato alle risorse puntate:

Per migliorare l’esperienza di staking degli utenti, BitMax.io manterrà un pool di risorse per l’accesso immediato dopo che una risorsa non è stata acquisita. “Instant Unbonding” consentirà agli utenti di gestire gli asset in stake a loro discrezione anche quando delegano a una rete con un lungo periodo di unbonding. 

  1. Negoziazione a margine per le attività puntate:

Per promuovere ulteriormente l’efficienza del mercato, BitMax.io creerà una versione sintetica di ogni asset puntato da utilizzare come garanzia del margine, consentendo così agli utenti di andare long o short per coprire l’esposizione pur continuando a guadagnare ricompense. 


  1. Rendimenti dello staking massimizzati:

Per massimizzare i rendimenti per conto degli utenti, BitMax.io ridelegherà automaticamente i premi di staking ai pool di staking, consentendo così agli utenti di migliorare ulteriormente il rendimento dalle loro partecipazioni in token. 

Per quanto riguarda il nuovo prodotto di staking di BitMax.io, il co-fondatore e CEO di BitMax, George Cao, ha dichiarato: 

“L’innovazione di prodotto è sempre stata un aspetto centrale della nostra attività. Abbiamo progettato questo prodotto per migliorare molte delle carenze associate alle offerte di staking di altre piattaforme. Offrendo una soluzione al “dilemma della liquidità”, stiamo offrendo ai nostri utenti la migliore esperienza di staking fornendo allo stesso tempo valore ai progetti che sosteniamo “.

 Piattaforme come Kucoin e Binance hanno adottato un approccio noto come “Soft-Staking” in cui ogni scambio può fare stake per conto dei suoi utenti senza un riconoscimento attivo da parte dei possessori di token. Al contrario, BitMax.io ha optato per una più tradizionale relazione “principale-agente” con i suoi utenti che richiede a ciascun detentore di token di partecipare come delegante alla rete blockchain pertinente. A sostegno di questa decisione strategica, George Cao, osserva: 

“Non metteremo mai in gioco le risorse dei clienti né utilizzeremo le risorse dei clienti per votare o decidere nulla senza approvazione. BitMax.io aggrega solo l’interesse di staking degli utenti della piattaforma come una singola controparte e quindi delega a validatori fidati di scelta, mentre allo stesso tempo si occupa delle attività di distribuzione delle ricompense e reinvestimento della ricompensa per conto degli utenti. “

Ricompense per lo staking massimizzate per gli utenti della piattaforma

A partire dal 2 aprile, alle 10:00 EDT, tutti i clienti BitMax.io possono scommettere su Cosmos (ATOM) e Tezos (XTZ) e raccogliere immediatamente i premi per lo staking. Questo è un altro punto di differenziazione tra BitMax.io e le piattaforme concorrenti che ritardano la distribuzione delle ricompense. Ad esempio, Binance distribuisce i premi su base mensile agli utenti che detengono risorse su Binance.

La distribuzione uniforme ed efficiente delle ricompense per lo staking dovrebbe consentire agli utenti di BitMax.io di massimizzare i rendimenti dalla detenzione di token tramite l’interesse composto.

BitMax.io ha confermato che la piattaforma amplierà il supporto per lo staking ad altri protocolli PoS emergenti e ad alto potenziale nel prossimo futuro. BitMax.io è stato precedentemente annunciato come uno dei validatori di KAVA (KAVA) ed è stato anche segnalato come infrastruttura di costruzione per supportare lo staking di Harmony (ONE) in attesa della roadmap strategica del progetto. 

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
Adblock
detector
map