Una frizzante battaglia tra hacken ed Exmercati scopre una scioccante scoperta “fraudolenta”

La battaglia tra Hacken, una società di consulenza e sicurezza informatica e l’exchange di criptovalute ExMarkets infuria un mese dopo il disclaimer di Coinmarketcap sulla pagina di quest’ultimo. L’exchange di criptovalute ha finalmente condiviso la sua versione della storia, scoprendo “comportamenti fraudolenti” nelle operazioni commerciali di Hacken e nella segnalazione delle risorse.

In questo articolo, esaminiamo oggettivamente come la storia si è sviluppata nell’ultimo anno circa: le partnership, le dichiarazioni di non responsabilità di CMC, i tweet inviati e L’ultima rivelazione di ExMarket sulle operazioni di Hacken. Entrambi i team devono ancora rispondere alle nostre domande, quindi questo è il nostro rapporto completo su ciò che è accaduto tra la società di sicurezza informatica e lo scambio di criptovalute.

Hacken.io fa esplodere le affermazioni di ExMarkets

UN twittare inviato da Hacken Club, una delle tante filiali di Hacken.io, il 14 agosto ha riferito che lo scambio ExMarkets li falsificava come loro partner di audit su Coinmarketcap. Il tweet hash inviato offre inoltre un disclaimer che avverte i trader di “pensarci due volte quando si utilizza lo scambio, le cui pratiche sono l’invio pubblico fraudolento di dati”.

Hacken non ha mai lavorato con @ex_markets @CoinMarketCap si prega di considerare questa presentazione come un’attività fraudolenta da parte dei rappresentanti di scambio.

Tutti dovrebbero pensarci due volte quando si utilizza lo scambio, le cui pratiche sono l’invio pubblico fraudolento di dati pic.twitter.com/KRrSBe4RTi

– Hacken Club (@hackenclub) 14 agosto 2020

Il team di consulenza ha inoltre chiesto a Coinmarketcap di considerare l’azione come “attività fraudolenta” da parte di ExMarkets. Da allora, la piattaforma di aggregazione dei dati ha inserito un disclaimer sulla pagina di ExMarkets sostenendo che l’exchange aveva fatto una “falsa dichiarazione pubblica” sul proprio team di audit.

Disclaimer di Coinmarketcap sulla “falsa dichiarazione pubblica” di ExMarkets di Hacken come partner di audit (Immagine: CMC)

Tuttavia, lo scambio lituano ha risposto alle affermazioni affermando che è stato un errore onesto da parte loro. Inoltre, il suo tentativo di scavare completamente la verità su dove è andato storto, lo scambio ha scoperto tracce di comportamento fraudolento nel “rispettabile fornitore di servizi di sicurezza informatica”.

Un errore onesto?

Secondo la dichiarazione pubblicata da ExMarkets, il team ha incontrato per la prima volta il CEO e il managing partner di Hacken, Dyma Budorin, in Ucraina, Kiev, per assumere il team di sicurezza informatica come partner di audit. L’incontro si è tenuto nella sede legale di Hacken presso il Parus Business Center di Kiev nel luglio 2019. Tuttavia, il team di ExMarkets afferma che gli uffici di Hacken avevano pochissimi dipendenti allora, nonostante fosse l’era pre-COVID.

La mancanza di dipendenti e gli uffici vuoti di Hacken hanno sollevato qualche dubbio sulla società di sicurezza informatica, ma i dirigenti di ExMarkets hanno continuato a cavarsela. Primo errore.


Ora entra in Coinmarketcap

Più o meno nello stesso periodo, il team di ExMarkets afferma che stava spingendo per la sua quotazione su Coinmarketcap. A seguito del losco incontro con Hacken, ExMarkets ha deciso di nominare la società di sicurezza informatica come partner di audit nelle sue domande a CMC nonostante non avessero ufficialmente una partnership. Errore numero due.

Hanno preventivamente chiamato Hacken per informarli della decisione di elencare i partner di audit, ma non hanno ricevuto risposta.

Passarono un paio di settimane prima che il team di Hacken si mettesse finalmente in contatto con il team di ExMarkets. La dichiarazione dell’exchange di criptovalute afferma che Hacken è tornato chiedendo un aumento del 400% delle tariffe del servizio di revisione, un fattore che ha fatto fallire l’accordo perché era “semplicemente irragionevole”.

“In retrospettiva, eravamo troppo impazienti, troppo ansiosi e, forse, troppo ingenui per includere Hacken nel nostro modulo di domanda, pensando che tutto sarebbe andato bene. Senza alcuna intenzione di ingannare, abbiamo, tuttavia, fatto una svista terribile “, si legge nella dichiarazione di ExMarkets.

Dopo la sua quotazione nell’ottobre 2019, l’exchange afferma di aver continuato a cercare di raggiungere CMC per chiarire la propria posizione, ma senza successo. Le domande inviate a CMC in merito al problema devono ancora essere risolte.

Poi è apparso il tweet del 14 agosto di Hacken.

Scoperta di comportamenti fraudolenti?

In seguito al tweet di Hacken del 14 agosto, il team di ExMarket afferma di aver cercato di contattare Hacken tramite e-mail, pagine social e chiamate per risolvere il malinteso. Tuttavia, nessuna risposta è stata ricevuta dalla società di sicurezza informatica, da qui il motivo di ExMarkets di visitare fisicamente gli uffici dell’azienda.

Secondo Hacken.io, la sede principale è registrata in Estonia presso Kai tn 1-5M, Tallinn 10111 mentre l’ufficio di ricerca e sviluppo è presso gli Stati creativi, Moskovska vul 8, Kyiv 01029, Ucraina.

Sedi degli uffici di Hacken.io

Un prodotto sotto Hacken, Hackenproof, fornisce diverse posizioni dei loro uffici: HQ a Parda 4, Kesklinn, Tallinn, 10151 Harju Maakond, Eesti, Kesklinna, Estonia e R&Il team D si trova a Mechnikova 2a, Business center “Parus” Kyiv, Ucraina, 02000.

Prodotto di Hacken, sedi degli uffici di HackenProof

Diligentemente, il team di ExMarkets ha visitato entrambi i siti solo per trovare volti nuovi o nessuna traccia dell’azienda, di sorta. Fatta eccezione per il Parus Business Center a Kiev, dove l’azienda aveva affittato un piccolo spazio fino a febbraio 2020.

Nonostante la società di sicurezza informatica potrebbe segnalare più risorse, posizioni e dipendenti di quelli che hanno attualmente, afferma il rapporto di ExMarkets.

Colpo di separazione

Mentre le scoperte devono ancora essere completamente verificate e le domande inviate a entrambe le squadre non hanno ancora ricevuto risposta, la storia sembra trascinarsi nel prossimo futuro. La falsificazione delle informazioni nell’ecosistema crittografico è una tattica utilizzata dai progetti di truffa per truffare gli acquirenti e fare un’impressione sul benessere del loro progetto.

Mentre il dramma tra ExMarkets, Hacken e Coinmarketcap si svolge, l’ecosistema crittografico trarrà il massimo vantaggio su come prevenire tali casi in futuro.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector