Previsioni del prezzo del petrolio greggio WTI per il 2020: cosa aspettarsi dal petrolio greggio nel quarto trimestre

I prezzi del petrolio [[WTI]] sono leggermente cambiati, poiché continuano a essere scambiati all’interno di un ampio intervallo di scambio, tra i livelli 40,50 e 4,50. La crescente domanda ha incoraggiato l’OPEC + a iniziare a invertire i tagli alla produzione annunciati all’inizio di quest’anno. Il cartello di 23 nazioni produttrici di petrolio, capeggiate da Arabia Saudita e Russia, ha confermato che ridurranno la dimensione dei loro tagli alla produzione a 7,7 milioni di barili al giorno, dall’inizio di agosto, il che aggiungerebbe quasi 2 milioni di barili alla produzione giornaliera livelli. Oltre ai dati sul PIL per l’UE, gli Stati Uniti e Hong Kong. Il greggio WTI è rimasto stabile a 41,25 mentre il Brent ha tenuto a 43,26.

Leggi l’ultimo aggiornamento su Previsioni per il prezzo del petrolio greggio WTI 2021

 

WTI Prezzo del petrolio greggio ora: $

Cambiamenti recenti nel prezzo del petrolio greggio WTI

Periodo Modifica ($) Modificare %
30 giorni +2.51 +6,48%
6 mesi -10 -20,10%
1 anno -20 -32,35%

Il crack nero è sulla scia della correzione / ritracciamento rialzista poiché ha chiuso due mesi positivi consecutivi, aggiungendo un guadagno di oltre il 170% nei prezzi. Diamo un’occhiata alle previsioni del prezzo del petrolio greggio WTI.

Previsioni USOIL: Q4 2020 Previsione USOIL: 1 anno Previsione USOIL: 3 anni
Prezzo: $ 44,76

Driver di prezzo: La Cina termina il blocco e riprende la domanda, il ritracciamento di Fibonacci per il 61,8% viene completato a 44,76 $, la politica monetaria accomodante della Fed può dare impulso al settore produttivo.

Prezzo: $ 60-62

Driver di prezzo: Ripresa di COVID19, blocchi previsti da revocare in tutto il mondo, tagli alla produzione OPEC +, resistenza della linea di tendenza discendente a $ 62 nel periodo M1.

Prezzo: $ 29-30

Driver di prezzo: Dopo la recessione del COVID19, la correzione ribassista sotto i $ 60, la guerra commerciale USA-Cina potrebbe danneggiare la domanda di petrolio

 

Grafico dal vivo del petrolio greggio WTI

WTI

 

Fattori comuni che influenzano i prezzi del petrolio greggio

I prezzi del petrolio greggio WTI sono diminuiti notevolmente nel 2020, sulla scia della pandemia COVID-19 e della guerra dei prezzi del petrolio Russia-Arabia Saudita del 2020. Il 20 aprile, i contratti future sul greggio WTI sono scesi sotto $ 0 per la prima volta nella storia.

1: COVID-19 – Pandemia di Coronavirus:


I prezzi del petrolio greggio WTI sono scesi in modo significativo nel 2020, a causa della pandemia Covid-19, provocando un massiccio calo del mercato azionario. Secondo il rapporto di mercato IHS, lo “shock della domanda Covid-19” ha rappresentato una contrazione maggiore di quella affrontata durante la Grande Recessione alla fine degli anni 2000 e all’inizio degli anni 2010. Di conseguenza, la domanda di petrolio è scesa a 4,5 milioni di barili al giorno al di sotto delle previsioni, con l’aumento delle tensioni tra i membri dell’OPEC. Durante la riunione dell’OPEC a Vienna (6 marzo), i principali produttori di petrolio non sono stati in grado di raggiungere alcun accordo sulla riduzione della produzione di petrolio, in risposta alla pandemia globale COVID-19. Di conseguenza, il 6 marzo 2020 il prezzo spot del petrolio greggio di riferimento WTI sul NYM è sceso a 42,10 USD al barile..

Successivamente, la guerra dei prezzi del petrolio è iniziata l’8 marzo ei prezzi del petrolio, che sono diminuiti del 30%, hanno rappresentato il calo più significativo una tantum dalla Guerra del Golfo del 1991. Una cosa che dobbiamo capire è che pochissime compagnie energetiche erano in grado di produrre petrolio quando il prezzo del petrolio era di circa 30 dollari al barile. Arabia Saudita, Iran e Iraq hanno registrato i costi di produzione più bassi nel 2016, mentre Regno Unito, Brasile, Nigeria, Venezuela e Canada hanno avuto i costi di.

Dopo questo, l’Arabia Saudita e la Russia hanno acconsentito a tagli alla produzione di petrolio il 9 aprile. Secondo quanto riportato da Reuters, “Se l’Arabia Saudita non riuscisse a frenare la produzione, i senatori statunitensi chiederebbero alla Casa Bianca di imporre sanzioni a Riyadh, ritirando le truppe statunitensi da il regno del deserto e istituire dazi all’importazione sul petrolio saudita “. Il 20 aprile, il prezzo per la futura consegna del greggio statunitense a maggio era diventato negativo, principalmente a causa dell’eccessiva domanda di stoccaggio dei grandi volumi di produzione in eccesso. Questa è la prima volta che ciò si verifica da quando il New York Mercantile Exchange ha iniziato a fare trading nel 1983.

2: Guerra del prezzo del petrolio tra Russia e Arabia Saudita:

Il crollo dei prezzi del petrolio potrebbe anche essere associato alla guerra dei prezzi del petrolio tra Russia e Arabia Saudita del 2020. Questa è stata una guerra economica iniziata nel marzo 2020, quando l’Arabia Saudita ha risposto al rifiuto della Russia di accettare di ridurre la sua produzione di petrolio, al fine di mantenere prezzi del petrolio a un livello moderato. Come risultato di questo conflitto, i prezzi del petrolio sono scesi nella primavera del 2020.

Nello stesso mese, l’Arabia Saudita ha lanciato una guerra dei prezzi con la Russia, facilitando un calo trimestrale del 65% del prezzo del petrolio. Durante la prima settimana di marzo, il petrolio greggio è sceso del 26% e il petrolio Brent è sceso del 24%. La ragione principale alla base della guerra dei prezzi potrebbe essere attribuita alla rottura del dialogo tra l’Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio (OPEC) e la Russia, sui tagli proposti alla produzione di petrolio durante il crollo del COVID-19. La Russia si è ritirata dall’accordo, provocando il crollo dell’accordo OPEC +. Tuttavia, la guerra dei prezzi è una delle principali cause ed effetti del crollo del mercato azionario globale in corso che sta attualmente causando mal di testa ad alcuni investitori.

3: serie di eventi 

Oltre a tutti i catalizzatori quantitativi, l’8 marzo l’Arabia Saudita ha dichiarato riduzioni di prezzo inaspettate da $ 6 a $ 8 al barile, ai clienti in Europa, Asia e Stati Uniti, e ciò ha esercitato una significativa pressione al ribasso sui prezzi del petrolio. Il West Texas Intermediate, una forma di petrolio greggio utilizzato come parametro di riferimento nel prezzo del petrolio, è sceso del 20%. Dopo un giorno, i mercati azionari di tutto il mondo hanno riportato gravi perdite, in riconoscimento di una combinazione della guerra dei prezzi e dei timori per la pandemia di coronavirus. Tuttavia, gli effetti di questo annuncio si sono fatti sentire anche al di fuori dei prezzi del petrolio e dei mercati azionari. Di conseguenza, il rublo russo è sceso del 7%, al minimo di 4 anni contro il dollaro USA.

D’altra parte, il calo del prezzo del petrolio è stato anche sostenuto dagli avvertimenti del presidente degli Stati Uniti Donald Trump che avrebbe ritirato il sostegno militare degli Stati Uniti, se l’OPEC ei suoi alleati non avessero tagliato la produzione di petrolio, dopo una significativa pressione interna, chiamata principe ereditario dell’Arabia Saudita e de facto righello Mohammed bin Salman.

4: Impennata del dollaro USA – Giochi di correlazione 

Dall’inizio della pandemia COVID-19, il dollaro USA è stato considerato un bene rifugio. Gli investitori si sono sentiti al sicuro nell’investire nel dollaro USA, poiché la Cina stava segnalando un numero enorme di casi di COVID-19, insieme a molti altri paesi in tutto il mondo. Di conseguenza, il dollaro USA è rimasto stabile per tutta la durata della pandemia, e questo ha anche mantenuto i prezzi del petrolio più bassi, poiché il prezzo del petrolio è inversamente proporzionale al prezzo del dollaro USA. L’impennata del tasso di cambio del dollaro ha reso il petrolio greggio denominato in dollari costoso per i paesi stranieri, che sono stati costretti a tagliare le loro richieste inutili.

Previsione del prezzo del petrolio per i prossimi anni

Il petrolio greggio WTI può essere molto volatile e fluttuare drasticamente, in particolare su un periodo di cinque anni. Ad esempio, il Brent Crude è passato da un massimo di 125 USD al barile nel 2012 a un minimo di 30 USD al barile nel gennaio 2016. Pertanto, nonostante i mercati siano turbolenti nel 2019 e nel 2020, potrebbe esserci ancora un risultato molto insolito nel prezzo entro il 2025.

Tuttavia, è probabile che gli stessi fattori determinanti giochino ancora il loro ruolo quando si tratta di decidere i prezzi del petrolio greggio. I fattori fondamentali che definiscono la domanda e l’offerta di greggio rimarranno probabilmente invariati per i prossimi cinque anni, ma i loro effetti varieranno notevolmente. I seguenti fattori dovrebbero sempre essere considerati quando si prevedono i prezzi del petrolio greggio:

  1. OPEC (Politiche, Accordi & Decisioni di produzione)
  2. Paesi produttori di petrolio non OPEC
  3. Performance economica globale
  4. Risorse di energia alternativa
  5. Forza del dollaro USA
  6. Speculazione di mercato

Secondo le previsioni dell’EIA, entro il 2025, il prezzo medio di un barile di petrolio greggio Brent salirà a 79 $ / b. Entro il 2030, la domanda mondiale spingerà i prezzi del greggio a 98 $ / b. Entro il 2040, i prezzi saranno a 146 $ / b. Le ragioni di ciò potrebbero essere associate alle aspettative dell’EIA che la domanda di petrolio si appiattirà poiché le utility dipendono maggiormente dal gas naturale e dalle energie rinnovabili. Ciò presuppone anche che l’economia cresca in media intorno al 2% all’anno, mentre il consumo di energia aumenti dello 0,4% all’anno. Tuttavia, secondo me, nei prossimi anni il mondo soffrirà della recessione post-coronavirus. La guerra commerciale tra Cina e Stati Uniti potrebbe avere un impatto a lungo termine sul consumo di petrolio greggio cinese, in mezzo a un calo delle esportazioni verso il settore statunitense. Un calo delle esportazioni potrebbe comportare un calo della produzione e, in definitiva, un minor consumo e una minore domanda di petrolio greggio, dal più grande consumatore di petrolio del mondo. Diamo un’occhiata al lato tecnico del mercato, in particolare per i prezzi del petrolio greggio WTI.

Analisi tecnica – Possiamo aspettarci una correzione rialzista nel petrolio greggio WTI?

Il petrolio greggio WTI viene scambiato con una tendenza rialzista, a $ 41,15. Considerando il lato tecnico, le previsioni del prezzo del petrolio greggio suggeriscono che il prezzo del petrolio greggio WTI si sta dirigendo a nord, per completare un ritracciamento di Fibonacci del 61,8%, fino al livello di $ 44,89. Le due candele mensili precedenti erano decisamente rialziste e c’è una forte probabilità che anche la prossima candela per il mese di luglio sarà rialzista. Se ciò accadrà, diventerà “Three White Soldiers”, il che conferma le forti probabilità di un trend rialzista del petrolio, che aiuterà a sostenere i prezzi del petrolio al livello di $ 44,89. Un breakout rialzista a questo livello potrebbe anche estendere i prezzi del petrolio verso un livello psicologico di $ 50, con la resistenza estesa di 50 periodi EMA.

Petrolio greggio WTI - Potenziali tre soldati bianchi suggeriscono l'acquisto

Petrolio greggio WTI – Potenziali tre soldati bianchi suggeriscono l’acquisto

Per quanto riguarda le previsioni annuali, il pattern dei Tre Soldati Bianchi suggerisce un forte pregiudizio rialzista tra i trader e, allo stesso tempo, il calo del tasso di interesse della Fed potrebbe anche sostenere i prezzi del petrolio, portandoli verso $ 53,20 e $ 60.

Petrolio greggio WTI - Grafico mensile

Petrolio greggio WTI – Grafico mensile

Previsioni petrolio greggio WTI per il 2023 – Possiamo aspettarci che i prezzi del petrolio greggio scendano al di sotto del livello di resistenza di $ 60, al fine di completare un ritracciamento di Fibonacci del 38,2% a $ 40,72. Al di sotto di questo, è probabile che il mercato vada dopo un livello di ritracciamento di Fibonacci del 61,8% di 29,40. In ogni caso, se i fondamentali continuano a supportare un trend rialzista, il breakout rialzista a quota 60 $ potrebbe aprire ulteriori margini di acquisto, fino a 74,5 $ e 107 $. occhio al lato fondamentale del mercato.

In bocca al lupo!

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector