Previsioni CHF Q4 2020: USD / CHF per continuare il consolidamento

Il franco svizzero (CHF) è meno volatile della maggior parte delle major forex, nonostante gli interventi occasionali della Banca nazionale svizzera (BNS). Tuttavia, la volatilità in [[USD / CHF]] è aumentata quest’anno, a seguito degli eventi globali. A febbraio, abbiamo assistito a un calo di 8 centesimi, e poi un’inversione di nuovo a marzo, ma quella mossa è stata principalmente il risultato del dollaro USA, che è salito come valuta di riserva globale, poiché i mercati hanno iniziato a farsi prendere dal panico a causa del coronavirus epidemia. La volatilità è diminuita da allora, ma la tendenza per questa coppia è stata ribassista durante questo periodo, con l’indice USD (DXY) in calo, il che significa che la mossa ribassista dalla fine di marzo è arrivata di nuovo dall’USD. Tuttavia, il [[USD / JPY]] è rimasto sostanzialmente invariato per diversi mesi, suggerendo che il CHF, almeno, non è diminuito come lo JPY, che ha seguito il USD, con la riapertura del mondo e il miglioramento della propensione al rischio. D’altra parte, il CHF non è cresciuto esattamente come l’oro, che ha superato i $ 2.000 in agosto. La BNS ha adottato diverse misure per contrastare la contrazione dell’economia, a causa dei blocchi COVID-19 e del franco svizzero più forte contro l’USD. Ma la situazione potrebbe cambiare ora per questa coppia, come mostrano gli indicatori tecnici nella sezione di analisi tecnica di seguito.

 

attuale USD / CHF Prezzo: $

Modifiche recenti in USD / CHF Prezzo

Periodo Modifica ($) Modificare %
30 giorni -$ 0,004 -0,4%
6 mesi $ 0,043 4.7%
1 anno $ 0,067 -7,3%
5 anni $ 0,053 5,8%
Dal 2000 -$ 0,823 -46,6%

 

USD / CHF

Come accennato in precedenza, l’USD / CHF ha avuto un trend ribassista dalla fine di marzo, poiché l’USD è diminuito da un lato, mentre il CHF è rimasto stabile nel peggiore dei casi, o leggermente rialzista, come rifugio sicuro in questi tempi di incertezza, poiché vedremo dall’indice CHF (SXY) di seguito. Ma la situazione sta cambiando, con l’economia statunitense che si sta riprendendo bene, mentre le economie europee stanno rallentando, il che influenzerà negativamente l’economia svizzera, il che a sua volta significa che il declino dell’USD potrebbe volgere al termine, e il prossimo La tendenza a termine in [[USD / CHF]] probabilmente cambierà. L’analisi tecnica punta presto anche a un’inversione rialzista. Tuttavia, questa coppia è stata scambiata all’interno dell’intervallo dei 15 centesimi dal 2010, che probabilmente si estenderà fino a questo decennio, poiché questa coppia si inverte verso l’alto dai livelli inferiori dell’intervallo, che si estendono tra 0,87 e 1,03. Ma il mondo sta cambiando velocemente ora, e nessuno sa come andrà a finire e come verrà riorganizzato il mondo, ma se il futuro rimane incerto, sia l’USD che il CHF rimarranno richiesti, il che punta anche a un ulteriore margine azione sui prezzi sui grafici con time frame più ampi.        

Previsioni USD / CHF Q4 2020: 0,95-0,96 Previsione USD / CHF 1 anno: 0,63-0,65 Previsione USD / CHF 3 anni: 0,55-0,60
Driver di prezzo: COVID-19, Global Risk Sentiment, Elezioni USA  Driver di prezzo: Dopo le elezioni statunitensi, il sentimento di rischio, la ripresa economica globale,  Driver di prezzo: Economia / politica della zona euro, correlazione con l’USD, economia globale

La previsione del prezzo USD / CHF per i prossimi cinque anni

L’economia svizzera è strettamente collegata all’economia della zona euro, poiché la Svizzera è una piccola nazione circondata da un grande sindacato e la maggior parte degli affari con il mondo esterno avviene con o attraverso l’UE. Pertanto, la BNS vorrebbe mantenere il CHF fisso sull’euro, poiché questo elimina molti grattacapi per le imprese, a causa delle fluttuazioni dei prezzi in entrambe le valute. Hanno provato a mantenere il CHF ancorato all’euro a 1,20. Ma il peg è stato rimosso nel gennaio 2005 e la coppia USD / CHF ha perso circa 20 centesimi in poche ore, con molti broker in bancarotta. Tuttavia, il prezzo è tornato all’interno dell’intervallo, sebbene ci siano una serie di fattori che potrebbero influenzare pesantemente questa coppia. Li terremo in considerazione in questa previsione USD / CHF.     

COVID-19 spingerà ulteriormente il rifugio sicuro per il CHF?

I rifugi sicuri hanno beneficiato della pandemia di coronavirus, che ha ferito soprattutto il sentimento tra i consumatori. L’economia globale ha subito un grande colpo e abbiamo assistito a una recessione improvvisa durante i mesi di blocco di marzo e aprile, facendo scendere la propensione al rischio e aumentando la domanda di paradisi sicuri. Di conseguenza, il CHF è salito più in alto da marzo, dopo le montagne russe delle settimane precedenti. L’economia globale ha iniziato a rimbalzare dopo la riapertura, ma la ripresa si è raffreddata nella maggior parte del mondo, il che mantiene il sentiment dei consumatori piuttosto basso e la fiducia degli investitori ancora in territorio negativo. Non sappiamo ancora quando COVID-19 sarà un ricordo del passato, poiché i decessi e le infezioni stanno diminuendo, ma continuano ancora, e le restrizioni continuano anche in alcuni luoghi, con minacce di ulteriori restrizioni o forse blocchi, come nel Victoria, in Australia, che sta e manterrà il sentimento di rischio smorzato, mentre la domanda di rifugi sicuri è attiva. Ma l’intera situazione con il coronavirus si sta estinguendo e ad un certo punto finirà. Le restrizioni diventeranno più facili se ce ne saranno, dal momento che le persone sono già stanche di loro, il che significa che il sentimento derivante da COVID-19 inizierà a migliorare e la domanda dai paradisi sicuri diminuirà. Abbiamo già assistito a un’inversione ribassista dell’oro nelle ultime settimane, poiché si è ritirato sotto i $ 2.000, mentre la scorsa settimana ha finito per formare una candela piuttosto rialzista per la coppia USD / JPY, il che indica anche un’inversione rialzista per questa coppia. Quindi, presumo che, a parte piccoli singhiozzi, il sentiment derivante dal coronavirus continuerà a migliorare da qui in poi, il che sarà negativo per il CHF e positivo per l’USD / CHF.     

Il rapporto con l’euro

Il rapporto tra l’UE e la Svizzera è molto stretto, poiché la Svizzera è un piccolo paese che utilizza la propria valuta, circondato da tutti i lati dai paesi della zona euro che utilizzano l’euro. Ciò significa che l’UE è di gran lunga il principale partner commerciale della Svizzera, mentre la Svizzera è anche un importante partner commerciale dell’UE, nonostante le sue dimensioni. La Svizzera rappresenta il 7% delle esportazioni di merci dell’UE e il 6% delle importazioni dell’UE. Tenendo conto di beni e servizi, la Svizzera si ritrova con un surplus commerciale di 75 miliardi di dollari dall’UE nel 2019, il che significa poco più di 80 miliardi di franchi. Se il CHF si apprezzasse troppo, le esportazioni svizzere diventerebbero troppo costose e meno allettanti per l’UE e il resto del mondo. Quindi, la Banca nazionale svizzera tiene d’occhio la coppia EUR / CHF e interviene di tanto in tanto. Hanno fatto un forte intervento a metà marzo, acquistando questa coppia appena sopra 1,05, il che dimostra che questa è una soglia per loro, e stanno anche minacciando di ulteriori interventi se necessario. Quindi, l’area sopra quel livello sembra un ottimo posto per fare acquisti, con la BNS alle nostre spalle. Tuttavia, non dovresti mai fidarti al 100% delle banche centrali; il mancato mantenimento dell’ancoraggio a 1,20 in questa coppia nel 2015 ha fatto precipitare l’EUR / CHF al ribasso e molti conti sono stati bruciati, inclusi molti broker. Ma, oltre ai profitti e alle esportazioni stesse, la Banca nazionale svizzera è anche preoccupata per l’interruzione della vita normale, poiché molte persone entrano ed escono dalla Svizzera ogni giorno e un tasso di cambio molto volatile con l’euro danneggerebbe sia le imprese che la vita normale. Quindi, nonostante il CHF in aumento come bene rifugio, la BNS è dalla parte dei venditori. Con il miglioramento del sentiment, aumenterà anche l’USD / CHF e la BNS ne sarà molto soddisfatta.  

SXY – Correlazione USD / CHF

Guardando entrambi i grafici mensili dell’indice CHF SXY e dell’indice USD DXY e confrontandoli con l’USD / CHF, vediamo che l’indice SXY è più strettamente correlato del DXY, sebbene sia capovolto, poiché il CHF è la seconda valuta in questa coppia. L’indice SXY parte dal 2007, ma confrontandolo con il DXY, sembra quasi identico, anche se invertito. L’SXY ha avuto un trend rialzista durante gli anni 2000 ed è salito al rialzo nel 2011, tra i problemi nell’Eurozona e la situazione Grexit. La coppia USD / CHF era ribassista durante quel periodo ed è crollata al ribasso nel 2011, poiché il CHF è salito come un rifugio sicuro.   


 

 Vediamo se l’SXY allungherà ulteriormente il movimento rialzista di quest’anno

 

 Il ritiro nel DXY sembra completo ora

Nello stesso anno, abbiamo assistito a un’inversione al ribasso per lo SXY, mentre l’USD / CHF è diventato rialzista. Da allora, l’azione dei prezzi in entrambi i grafici è stata principalmente laterale, l’SXY con una leggera inclinazione ribassista e la coppia USD / CHF con una leggera inclinazione rialzista. Tuttavia, questo pregiudizio non è più in gioco quest’anno e il prezzo si sta invertendo in entrambi i grafici. Negli Stati Uniti, la ripresa economica è ancora forte e il ritmo di espansione è in aumento nella maggior parte dei settori, a differenza che in Europa e nella maggior parte del mondo, dove la ripresa economica è rallentata. Questo è stato positivo per l’USD nelle ultime settimane, invertendo il DXY da 100 SMA (verde) a 92 e portandolo più in alto a 93 punti. Anche l’USD / CHF sta iniziando a invertire più in alto, il che significa che la correlazione dell’USD con l’USD / CHF è in aumento. Tuttavia, lo SXY è molto più strettamente correlato alla coppia USD / CHF in generale, quindi dovremmo consultare quell’indice quando si negozia USD / CHF. 

Analisi tecnica – La recente impennata terminerà al 50 SMA per l’USD / CHF?

Durante la fine degli anni ’90, l’USD / CHF si stava muovendo verso l’alto, con il 50 SMA (giallo) che forniva supporto durante i pullback. Ma durante gli anni 2000, l’USD / CHF è diventato piuttosto ribassista, scendendo da 1,83 a 0,71 entro il 2011. L’USD è stato piuttosto ribassista durante quel decennio, mentre il CHF è stato rialzista, il che ha mantenuto la pressione su questa coppia. Le medie mobili si sono trasformate in resistenza, con le MA più piccole, come la SMA 20 (grigia) che ha spinto il prezzo al ribasso quando il ritmo era forte nel 2003-2005, e le SMA 50 e 100 che si sono trasformate in resistenza quando il trend ha rallentato.

 

 Vediamo se questa coppia riprenderà a fare trading all’interno di questo intervallo o scenderà al di sotto

Ciò è durato fino alla metà del decennio precedente, quando gli acquirenti hanno finalmente spinto il prezzo al di sopra delle medie mobili. Negli ultimi cinque anni, le stesse MA si sono nuovamente trasformate in supporto, offrendo agli acquirenti buone opportunità di trading quando il prezzo si è ritirato a quelle MA. Ma gli acquirenti non sono stati in grado di raggiungere nuovi massimi in questa coppia dal 2015 e quest’anno il prezzo è sceso nuovamente al di sotto delle MA. Sebbene, a giudicare dall’azione dei prezzi delle ultime settimane, nonché da una prospettiva fondamentale, nei prossimi mesi è prevista un’inversione più alta, poiché l’economia statunitense mantiene il ritmo della ripresa forte, mentre l’Europa e di conseguenza la Svizzera stanno andando attraverso un’altra fase di debolezza economica. Anche il DXY sta iniziando a rimbalzare dal 100 SMA, dopo essere tornato al ribasso, ma questo processo sembra completo ora, quindi la tendenza a breve termine dovrebbe essere rialzista per questa coppia.      

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector