Previsione del prezzo di Ripple (XRP) per il 2021: XRP può tornare ai livelli precedenti?

Ripple (XRP) – Riepilogo previsioni

Previsione XRP: H1 2021

Prezzo: $ 0,55

Driver di prezzo: sentiment positivo sulla criptovaluta, XRP in circolazione, battaglia legale SEC prezzata sul mercato

Previsione XRP: 1 anno

Prezzo: $ 0,30

Driver di prezzo: calo del sentimento criptato rialzista, performance in ritardo dell’USD, vendite di monete Ripple, giudizio SEC

Previsione XRP: 3 anni

Prezzo: $ 0,15

Driver di prezzo: aumento della concorrenza, ulteriore regolamentazione, possibili ricadute legali dalla sentenza della SEC del 2021

Shain Vernier, analista statunitense

Il quarto trimestre del 2020 (Q4) sarà ricordato come un momento cruciale per le criptovalute. Il forte sentimento rialzista ha dominato l’asset class quando il coronavirus (COVID-19) e le incertezze politiche hanno cominciato a risiedere. Una parziale riapertura economica globale, una decisione nelle elezioni generali statunitensi e una conclusione finale della saga della Brexit hanno portato ottimismo in molte classi di attività. Da tempo è scomparsa la vendita di panico COVID-19 del marzo 2020, al suo posto l’ottimismo alimentato dalla ripresa.

Il quarto trimestre del 2020 si è rivelato un periodo rialzista per le principali criptovalute. Tra i maggiori vincitori c’erano Bitcoin (BTC) ed Ethereum (ETH), entrambi stabilendo nuovi massimi storici. Sfortunatamente, Ripple (XRP) non ha mostrato le offerte epiche di molte altre criptovalute. Durante il quarto trimestre, XRP ha raggiunto $ 0,78; solo circa il 24% dei suoi massimi di gennaio 2018 di $ 3,30. La fine del 2020 ha portato acquisti euforici per la maggior parte delle asset class di criptovaluta; per XRP, il crypto-winter è continuato.

 

attuale XRP / USD Prezzo: $

 

Cambiamenti recenti nel prezzo dell’ondulazione

Periodo Modifica ($) Modificare %
30 giorni +$ 0,29 +104%
3 mesi +$ 0,30 +1,11%
6 mesi +$ 0,27 +90%
1 anno +$ 0,26 +86,7%
3 anni -$ 0,56 -47,5%

Ripple Live Chart


 

Simile ad altre criptovalute, il mercato XRP è guidato da una raccolta diversificata di basi. Voci, regolamentazione governativa, adozione mainstream e salute aziendale sono quattro driver di mercato comuni che XRP condivide con il resto dell’asset class. Tuttavia, XRP è un prodotto estremamente unico. Lanciato nel 2012, Ripple ha avuto una lunga storia come una delle monete principali per capitalizzazione di mercato. Con un fluttuante gigantesco di 100 miliardi di unità e un prezzo bassissimo, XRP è considerato da molti “l’argento delle criptovalute”. Se non puoi permetterti BTC o ETH, allora XRP sembra essere un’opzione adatta. 

Fin dall’inizio, i prezzi XRP sono periodicamente caduti al passo con le principali criptovalute. Uno dei motivi principali di ciò è che XRP è solo uno dei numerosi asset promossi dalla società madre Ripple. Inoltre, XRP non è “minato” dal pubblico come BTC, ETH o Litecoin (LTC). Nel 2012, Ripple ha coniato 100 miliardi di XRP, che dovevano essere periodicamente venduti al pubblico da Ripple. Nel 2021, solo circa 45 miliardi sono in circolazione – gli altri 55 miliardi sono detenuti da Ripple per la futura diffusione. Questo è un aspetto estremamente controverso dei prezzi XRP; teoricamente, Ripple può “scaricare” grandi blocchi di XRP sul mercato se ritenuto necessario. Data questa funzionalità, c’è da chiedersi se il prezzo di XRP possa essere manipolato direttamente dalla sua società madre.

Fattori che influenzano la moneta Ripple

Il valore delle criptovalute rispetto alla domanda e all’offerta è uno studio interessante. In effetti, gli esperti sostengono che le scarse forniture di BTC sono la ragione principale del suo forte rally 2020/21 da $ 3500 a $ 50.000. A gennaio 2020, c’erano circa 18,5 milioni di BTC in circolazione, con una fornitura massima di 21 milioni. Fondamentalmente, la scarsità intrinseca di BTC ha provocato un forte aumento del valore con l’aumento della domanda. La dicotomia offerta / domanda per XRP è quasi 180 ° rispetto a BTC: c’è una tonnellata di XRP disponibile e ancora di più tenuta in riserva. Il rapporto Ripple, XRP e domanda / offerta è il fattore chiave che influisce su eventuali previsioni future del valore della moneta.

Ripple (XRP): previsione dei prezzi a 5 anni

Durante il primo trimestre del 2021, sarebbe una sfida discutere contro il sentimento rialzista che ha dominato la maggior parte dell’asset class delle criptovalute. I prezzi hanno raggiunto livelli astronomici poiché l’adozione mainstream delle criptovalute sembrava essere dietro l’angolo. Tuttavia, il futuro di Ripple e XRP era estremamente incerto. Una causa intentata dalla US Securities Exchange Commission (SEC) contro Ripple ha minacciato di avere un grave impatto sulla società. Inoltre, una moltitudine di outsider era pronta a portare nuova concorrenza nel settore delle cripto-banche. In definitiva, il valore quinquennale di XRP dipenderà da come si comporta contro la SEC, la concorrenza del settore, l’offerta in circolazione e le prestazioni aggregate delle criptovalute.

In che modo domanda e offerta influenzeranno i prezzi XRP?

Non importa se stai negoziando azioni, materie prime, valute o criptovalute, domanda e offerta sono un fattore chiave delle valutazioni. La regola generale è questa: se l’offerta è bassa e la domanda è alta, i prezzi aumentano. A partire dalla metà del 2020 fino a febbraio 2021, una forte domanda pubblica e istituzionale di criptovalute ha portato i prezzi a livelli record. XRP era un valore anomalo, perché? La risposta sta nella relazione dal lato dell’offerta tra XRP, la sua società madre Ripple e il pubblico commerciale.

Prima di comprendere la curva di domanda / offerta XRP, è importante dare un’occhiata alla metodologia di Ripple per la gestione delle monete. A febbraio 2021, Ripple Inc. deteneva circa 6,3 miliardi di XRP, mentre ne inseriva altri 48 miliardi in un conto di deposito a garanzia crittograficamente protetto. Ciò ha lasciato circa 45,6 miliardi di XRP dei 100 miliardi totali in circolazione pubblica. In effetti, Ripple controllava circa 55 miliardi di XRP, mentre il pubblico ne deteneva 45 miliardi; una scissione maggioritaria 55/45. A metà febbraio 2021, XRP aveva un prezzo di $ 0,60, rendendo l’intera capitalizzazione di mercato di circa $ 60 miliardi – Ripple possedeva direttamente $ 33 miliardi. È logico che quando Ripple deciderà di rilasciare più XRP in circolazione, i prezzi subiranno un impatto significativo.

Per aumentare l’offerta circolante di XRP, Ripple deve vendere monete agli acquirenti. Ecco uno sguardo alla politica di vendita ufficiale di Ripple: “Dal 2012, Ripple ha venduto metodicamente XRP e lo ha utilizzato per incentivare l’attività dei market maker per aumentare la liquidità XRP e rafforzare la salute generale dei mercati XRP.” In altre parole, Ripple vende XRP per garantire l’efficienza operativa e dei prezzi. Quindi, come gestirà Ripple questo andando avanti? Questa è una domanda delicata. Durante la seconda metà del 2020, Ripple è diventato sempre più attivo nei mercati XRP. Per il terzo trimestre del 2020 (1 luglio – 30 settembre), Ripple ha venduto XRP per un valore di $ 81,39 milioni e ha acquistato $ 45,55 milioni al netto di 35,84 milioni di dollari. Il quarto trimestre (1 ottobre-30 dicembre) si è rivelato ancora più aggressivo. Per il quarto trimestre, Ripple ha venduto XRP per un valore di $ 111,12 milioni, acquistato $ 34,85 milioni, per un valore netto di $ 76,27 milioni. 

La conclusione: con l’aumento dei prezzi, Ripple ha venduto più XRP. Per il terzo trimestre del 2020, XRP era compreso tra $ 0,17 e $ 0,25; Il quarto trimestre ha visto questo intervallo estendersi a nord, stabilendosi tra $ 0,25 e $ 0,75. Vale la pena dare un’occhiata più da vicino all’azione dei prezzi del quarto trimestre. All’inizio di ottobre, XRP è stato scambiato intorno a $ 0,23; la metà di novembre ha portato un picco massimo di $ 0,76; al termine di dicembre, i prezzi sono scesi a $ 0,21. Fondamentalmente, Ripple ha iniziato a vendere XRP, i trader hanno seguito l’esempio ei prezzi si sono spostati rapidamente verso il basso. 

Se si considera l’enorme offerta di XRP che Ripple controlla direttamente, le nuove vendite di monete sono un driver di mercato estremamente ribassista. Nel caso in cui Ripple abbia bisogno di un’iniezione di capitale o sia costretta a disperdere monete depositate in garanzia, i prezzi XRP ne risentiranno. Fino a quando le riserve di XRP non saranno esaurite e le monete in circolazione non diventeranno la maggior parte dell’offerta aggregata, le vendite di Ripple XRP rappresenteranno un formidabile rischio di ribasso. Al contrario, se Ripple interrompe le vendite XRP per un periodo di tempo prolungato, è probabile che i prezzi si stabilizzino o aumentino.

La SEC Vs Ripple può rovinare le valutazioni?

Il 22 dicembre 2020, la Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti ha annunciato di aver intentato una causa contro Ripple Labs Inc. La rivendicazione della SEC si basava sulle accuse secondo cui più di $ 1,3 miliardi erano stati raccolti tramite un’offerta di titoli in corso e non registrata. Secondo la denuncia della SEC, a partire dal 2013 il co-fondatore Christian Larsen e il CEO Bradley Garlinghouse hanno aiutato Ripple nella vendita non registrata di miliardi di XRP per finanziare le attività aziendali. Inoltre, Garlinghouse e Larsen hanno venduto XRP per un valore di $ 600 milioni per guadagno personale. Fondamentalmente, la SEC afferma che queste vendite XRP erano in violazione delle leggi federali sui titoli. Il direttore della divisione Enforcement Stephanie Avakian ha riassunto il SEC posizione: “Gli emittenti che cercano i vantaggi di un’offerta pubblica, compreso l’accesso a investitori al dettaglio, un’ampia distribuzione e un mercato di negoziazione secondario, devono rispettare le leggi federali sui titoli che richiedono la registrazione delle offerte a meno che non si applichi un’esenzione dalla registrazione. Affermiamo che Ripple, Larsen e Garlinghouse non hanno registrato la loro offerta in corso e la vendita di miliardi di XRP agli investitori al dettaglio “. 

Il punto cruciale di SEC vs Ripple è la questione se XRP sia o meno un titolo. Nella loro risposta iniziale alle accuse, Ripple afferma che XRP non è un contratto di investimento, ma una criptovaluta. Andrew Ceresney, consulente esterno di Ripple, aveva questo da dire sulle affermazioni: “Il caso della SEC è senza precedenti e mal concepito. La SEC ha ignorato il chiaro status di XRP come valuta virtuale, contraddicendo non solo i risultati di altre agenzie di regolamentazione, ma anche i regimi normativi internazionali. La SEC sta ora estendendo il concetto di “contratto di investimento” oltre il suo punto di rottura “. In teoria, Cerenskey ha ragione. La funzione di XRP è facilitare le transazioni transfrontaliere. Inoltre, è scambiato in centinaia di borse in tutto il mondo, ben oltre la portata della SEC degli Stati Uniti. In un’intervista del 2019 con CNBC, il presidente della SEC Jay Clayton ha detto questo sulla classificazione degli asset delle criptovalute: “Criptovalute; si tratta di sostituzioni di valute sovrane. Quel tipo di valuta non è una garanzia “. In precedenza, Clayton ha ribadito che tutte le offerte iniziali di monete (ICO) sono titoli e “Se si tratta di una sicurezza, la stiamo regolando [la SEC].”

Sebbene sia sempre difficile prevedere cosa accadrà in tribunale, sembra che Ripple abbia una difesa formidabile. Gli aspetti chiave del caso sono che Ripple non ha mai tenuto un ICO per XRP e i titolari di XRP non hanno diritto a nessuna quota dei profitti aziendali. Almeno per quanto riguarda i commenti di Clayton, questi due elementi sembrano squalificare XRP dall’essere classificato come titolo. Tuttavia, non è una coincidenza che questo caso venga portato mentre le criptovalute raggiungono nuovi livelli. L’idea di tenere le criptovalute come investimenti, invece di usarle per il commercio, sta prendendo piede tra gli investitori istituzionali. Tramite la SEC vs Ripple, sembra che il governo degli Stati Uniti sia interessato a stabilire un nuovo potente precedente per le criptovalute, etichettandole come titoli. Questa è una mossa estremamente invasiva, poiché ogni acquisto, vendita o trasferimento di criptovaluta potrebbe potenzialmente rientrare nella giurisdizione della SEC.  

Il deposito SEC di dicembre 2020 ha portato a XRP vendite enormi. Durante le conseguenze, i trader sono corsi per le colline, iniziando un tuffo di due giorni del 50% in XRP da $ 0,50 a $ 0,25. Sebbene i prezzi siano rimbalzati nel gennaio 2021, l’impatto del contenzioso è stato immenso. Andando avanti, una cosa è certa: Ripple e XRP sono sul radar del governo degli Stati Uniti. Non importa cosa succede nel file SEC vs Ripple 2021, questo caso è probabilmente solo l’inizio. Se la SEC riuscisse a definire XRP come titolo, l’intera criptosfera, guidata da Ripple, subirà una massiccia correzione.

XRP ha un vantaggio competitivo sostenibile?

Essenzialmente, XRP è uno strumento per razionalizzare i trasferimenti transfrontalieri tra istituzioni finanziarie. Nel 2012, è stato commercializzato come un’alternativa più economica e veloce a Bitcoin. Utilizzando l’infrastruttura digitale centralizzata di Ripple, XRP è stato in grado di evitare gli inceppamenti della blockchain eliminando l’algoritmo di consenso necessario per facilitare le transazioni. Utilizzando una raccolta di circa 35 “validatori” XRP, Ripple può elaborare le transazioni rapidamente, entro 3-5 secondi. All’epoca, molti pensavano che Ripple e XRP fossero il futuro del settore bancario. Aziende come American Express, MoneyGram e PNC sono state tra le prime ad adottare la tecnologia in erba.

Naturalmente, molto è cambiato dal 2012. Anche concorrenti come Stellar, DrumG Technologies, IOTA ed Ethereum hanno indirizzato gli sforzi verso il settore bancario. Inoltre, ci si deve interrogare sulla possibilità che le banche centrali passino autonomamente alle criptovalute. Attualmente, i beta test sui prodotti di criptovaluta vengono condotti dalla Federal Reserve (Fed) degli Stati Uniti e dalla Banca centrale europea (BCE). Le previsioni del presidente della BCE Christine Lagarde dal novembre 2020 alludono al lancio di un “euro digitale” entro 2-4 anni. Se un FedCoin o un Euro digitale diventerà una realtà, il ruolo delle criptovalute nel settore bancario sarà probabilmente sottoposto a un attento esame. Se le principali banche centrali del mondo stabiliscono i propri registri digitali, sarà necessaria la funzionalità di XRP? 

Realisticamente, è impossibile prevedere l’evoluzione di una classe di asset avanzata come le criptovalute. Tuttavia, se le valute digitali diventassero dominate da banche centrali e governi, XRP potrebbe avere difficoltà a trovare una nicchia nel nuovo ecosistema.

Analisi tecnica Ripple (XRP)

Il quarto trimestre del 2020 è stato un periodo estremamente attivo per XRP. Durante il crollo del mercato COVID-19 di marzo 2020, XRP ha registrato minimi nell’area di $ 0,12. Fino alla fine di novembre, è stato stabilito un intervallo di negoziazione relativamente stretto tra $ 0,15 e $ 0,32. Mentre i prezzi delle criptovalute sono esplosi durante il quarto trimestre, XRP è salito a un massimo di $ 0,78 prima di precipitare a $ 0,17 dopo l’annuncio della causa della SEC. Gennaio e febbraio hanno portato una ripresa, con i prezzi che hanno nuovamente testato i massimi di novembre.

Entro il 14 febbraio, XRP veniva scambiato ben al di sopra delle sue medie mobili (SMA) di 100 giorni (0,40 $), 150 giorni (0,34 $) e 200 giorni (0,33 $). Queste aree saranno i livelli di supporto chiave fino alla prima metà del 2021. Inoltre, è importante notare le traiettorie piatte di queste SMA. A parte il massiccio tuffo di marzo 2020 e il picco di fine novembre, XRP è stato piatto per la maggior parte dell’anno. Tuttavia, XRP ha registrato un rally di oltre il 10% durante il 2020 (+ $ 0,02); i prezzi erano rappresentativi di picchi e arresti anomali, non picchi e depressioni tradizionali.      

Da una prospettiva macro, l’attività rialzista del quarto trimestre del 2020 e dell’inizio del 2021 è la prima volta che l’XRP ha mostrato vita dal 2018. E, anche durante il picco di novembre a $ 0,78, i prezzi erano ancora ben al di sotto dei massimi storici registrati sopra i $ 3,00. Inoltre, il rally di novembre 2020 è stato ben al di sotto del ritracciamento di Fibonacci del 38% del range di breakout del 2017-2018 ($ 1,33). Questo è un livello di resistenza chiave a lungo termine e non è stato ancora testato.

Al momento della stesura di questo documento, le prospettive tecniche per XRP sono sfaccettate. Nell’arco di tempo giornaliero, si può sostenere una propensione rialzista poiché i prezzi hanno mantenuto ripetutamente la linea a 0,50 $ e si sono posizionati al di sopra degli SMA a medio termine. Al contrario, i dati tecnici del quadro generale mostrano un mercato ribassista ben al di sotto del 38% di ritracciamento di Fibonacci di XRP ($ 1,33). I livelli chiave di supporto a lungo termine saranno i numeri tondi di $ 0,20, $ 0,15 e $ 0,10; i livelli di resistenza superiore sono la barriera psicologica di $ 1,00, il 38% ($ 1,33), il 50% ($ 1,71) e il 62% ($ 2,08) ritracciamenti di Fibonacci. 

Per il 2021, è giustificato un orientamento moderatamente rialzista fintanto che l’XRP si mantiene al di sopra delle medie mobili di 100, 150 e 200 giorni. Se questi livelli dovessero essere compromessi, il bias ribassista a lungo termine e il modello di consolidamento devono avere la precedenza.   

Ripple non funziona da nessuna parte al momento

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector