Previsione del prezzo del gas naturale per la seconda metà del 2020: rialzista a breve / medio termine, verso il giorno del giudizio a lungo termine

Proprio come il petrolio greggio, i prezzi del gas naturale erano su un trend rialzista a lungo termine fino alla metà del decennio precedente, poiché la domanda di prodotti energetici continuava ad aumentare. Il gas naturale ha raggiunto i 16,50 dollari nel dicembre 2005, anche se gli acquirenti hanno tentato di nuovo il lato superiore, scendendo a 14,30 dollari durante il primo semestre 2008. La pressione è stata al ribasso da allora, con il gas che è sceso a meno del 10% del valore, rispetto con il massimo nel 2005. Il mondo sta cambiando e la coscienza si è spostata dai combustibili fossili alle energie rinnovabili, il che ha abbassato la domanda di tutti i prodotti energetici fossili. Produttori e investitori sono consapevoli dell’aumento e del calo della domanda, quindi adeguano la produzione e investono in progetti per bilanciare l’offerta in base alla domanda. Tuttavia, la tendenza a lungo termine sembra ribassista e anche i fondamentali sono ribassisti, il che significa che la pressione al ribasso continuerà a lungo termine, nonostante l’inversione più alta negli ultimi mesi, e il continuo aumento dei consumi, che probabilmente cambierà. ad un certo punto.

Leggi l’ultimo aggiornamento su Previsioni per il prezzo del gas naturale 2021

 

Periodo 3 giorni 1 settimana 1 mese 3 mesi 6 mesi
Modificare +1,1% +3,5% +35,0% +25,3% -23,3%

Come accennato in precedenza, il gas naturale ha registrato un record nel 2005, ma dopo la crisi del 2008 la situazione è cambiata per sempre. Prima di allora, petrolio e gas erano strettamente correlati, poiché entrambe le materie prime energetiche vengono estratte. Ma la coscienza globale si sta spostando verso prodotti efficienti dal punto di vista energetico, che ha segnato il destino dell’eventuale scomparsa dei combustibili fossili, come petrolio e gas. Ovviamente, la domanda di gas è stagionale, con picchi durante l’autunno / inverno, il che potrebbe dare un’impressione sbagliata in quei periodi, ma il prezzo ha registrato minimi più bassi per molti anni, scendendo a $ 1,529 entro giugno di quest’anno, come il I blocchi del coronavirus hanno smorzato ulteriormente la domanda di tutto, a parte i rifugi sicuri, e non solo di gas e petrolio. La domanda degli ultimi mesi sembra un rimbalzo di un gatto morto, quindi ci aspettiamo che il lato superiore sia limitato nel gas, con guadagni minimi, se del caso, nei prossimi mesi, mentre il trend ribassista più ampio riprenderà prima o poi, e i venditori spingerà il prezzo a nuovi minimi nei prossimi anni.

Previsioni per il gas naturale: quarto trimestre 2020 Previsione del gas naturale: 1 anno Previsione del gas naturale: 3 anni
Prezzo: $ 2,75 – $ 2,80

Driver di prezzo: Progressi del coronavirus, sentimento del mercato, proteste / elezioni statunitensi

Prezzo: $ 2,40 – $ 2,50

Driver di prezzo: Dopo le elezioni statunitensi, accordo commerciale UE-Regno Unito, grafici tecnici

Prezzo: $ 2

Driver di prezzo: Economia globale, accordi sull’energia pulita, sentimento a lungo termine

Previsione del prezzo del gas naturale per i prossimi 5 anni

Sentimento di rischio Materie prime: in che modo il sentimento di rischio influisce sul gas naturale?

Come sappiamo, i paradisi sicuri come l’oro sono correlati negativamente al sentiment, mentre le materie prime sono positivamente correlate al sentiment nei mercati finanziari. Quando il sentiment di rischio è attivo, le materie prime corrono più in alto e quando il sentiment è negativo, diventano ribassisti. Ma il gas naturale non è strettamente legato al sentiment degli investitori. Abbiamo assistito a molti salti e inversioni ripidi negli ultimi due decenni, ma non sono stati il ​​risultato del sentimento. Abbiamo assistito a un incidente durante / dopo la crisi del 2008, poiché il il sentimento ha colpito molto duramente le materie prime, ma era già iniziato diversi mesi prima. Durante la ripresa economica negli anni successivi, altre materie prime sono aumentate, ma il gas naturale no. Invece, è stato in un trend ribassista a lungo termine dal 2005. Quest’anno, sembra che il sentiment abbia spinto i prezzi del gas al ribasso nel primo trimestre, poi al rialzo nel secondo e nel terzo trimestre. Ma questo ha più a che fare con l’USD che con il sentimento. Quindi, il verdetto è che il sentiment degli investitori / rischio non influisce troppo sul gas naturale e dovremmo concentrarci maggiormente sul sentiment relativo al gas naturale stesso.

L’offerta supera la domanda a lungo termine

A parte il sentimento, domanda e offerta sono i fattori che guidano più duramente i prezzi delle materie prime, il più delle volte, soprattutto nel lungo periodo. Mentre l’offerta e la domanda sono aumentate continuamente per il gas naturale, come mostrano i dati dell’AIE nei grafici sottostanti, le previsioni per il futuro non sono così rosee, poiché il mondo si sta spostando dai combustibili fossili alle energie rinnovabili. Ciò è chiaramente mostrato nei grafici del gas qui sotto, dove possiamo vedere che il prezzo è sceso dai massimi record di circa $ 16,50 negli anni 2000, a $ 1,55 all’inizio di quest’anno. Molte grandi aziende stanno già cancellando le loro attività nei giacimenti di gas e il peggio deve ancora venire.

La domanda di gas del mercato è stagionale – La domanda del mercato di gas naturale è molto stagionale, poiché il gas è il combustibile primario o la fonte di energia utilizzata per il riscaldamento o l’elettricità, la maggior parte dei quali viene utilizzata anche per il riscaldamento o il raffreddamento. Nei periodi in cui le estati sono troppo calde, la domanda aumenta, ma la stagione normale per il gas naturale è durante l’inverno. Sebbene, come avviene di solito il trading, agli speculatori piace acquistare l’asset prima dell’effettivo aumento della domanda, così come le società di stoccaggio, quindi la crescita del gas inizia ben prima dell’inverno, a volte nell’estate precedente, con il calo che inizia all’inizio / metà -inverno. Questo rende molto più facile per i trader che amano fare trading sui grafici a lungo termine. Fondamentalmente comprano all’inizio dell’autunno e vendono a metà e fine inverno, con una strategia di risciacquo e ripetizione. Sebbene gli acquirenti non abbiano alcuna garanzia reale che il gas diventerà rialzista in autunno, è quasi certo che a un certo punto, verso la fine dell’inverno, il gas diventerà ribassista e riprenderà la tendenza ribassista a lungo termine. Quest’anno è stato diverso, dal momento che il prezzo del gas è diminuito durante il periodo invernale ed è stato rialzista da maggio, il che sarebbe strano in tempi normali. Ma i blocchi del coronavirus hanno cambiato tutto, quindi non siamo in tempi normali ora, e la volatilità è aumentata, rispetto agli ultimi anni. La domanda dovrebbe diminuire complessivamente del 4% nel corso del 2020, per poi tornare alla normalità, ma gli accordi sul clima faranno in modo che il pubblico dovrà ridurre il consumo di gas e orientarsi verso fonti energetiche più pulite. Quindi, il recente aumento degli ultimi mesi sembra una grande opportunità per andare a corto di gas naturale, e l’analisi tecnica lo supporta, come spiegheremo di seguito. La domanda a lungo termine di combustibili fossili è in calo, poiché il mondo si sta dirigendo verso fonti di energia più pulite e rinnovabili, il che rende più allettante il commercio di vendita di gas.

La domanda di gas naturale era in costante aumento

La domanda di gas naturale era in costante aumento

Anche l'offerta ha soddisfatto la domanda


Fonte: IEA https://www.iea.org/reports/natural-gas-information-overview

Correlazione tra gas naturale e USD

La correlazione tra l’USD e il gas naturale è negativa, come per la maggior parte delle altre materie prime. A prima vista, non è troppo difficile vedere che la correlazione negativa tra l’indice USD e i prezzi del gas non è stata particolarmente forte negli ultimi decenni. Durante gli anni ’90, erano entrambi rialzisti, ma si suppone che fossero correlati negativamente, quindi questo significava che la correlazione negativa non c’era. Durante la maggior parte degli anni 2000, l’USD è diventato ribassista, mentre il gas è rimasto su un trend rialzista, quindi la correlazione è leggermente aumentata, ma mentre il gas ha raggiunto il massimo nel 2005 dopo il grande picco, il DXY ha toccato il fondo nel 2008, che ancora non mostra molto di una correlazione. Anche la dimensione dei movimenti in entrambi gli asset non era paragonabile, con l’indice USD che guadagnava circa il 20% in valore, mentre il gas ha perso quasi l’80% del suo valore. Il DXY è stato in aumento fino al 2016. I prezzi del gas, d’altra parte, hanno continuato a diminuire, ma da allora il dollaro USA è stato scambiato all’interno di un intervallo. Quindi la debole correlazione è stata persa ancora una volta. Ha solo ripreso quest’anno, poiché l’USD è aumentato durante il primo trimestre, per poi invertirsi di nuovo, mentre il gas è diventato ribassista nei primi tre mesi, ma da allora è aumentato. Ma come abbiamo detto, non viviamo in tempi normali e ora i mercati scambiano principalmente USD, quindi le materie prime quotate in USD devono seguire la direzione opposta. Tuttavia, non credo che questa correlazione durerà troppo a lungo.

Il DXY andava al rialzo negli anni '90

Il DXY era in rialzo durante gli anni ’90

Anche i prezzi del gas sono aumentati negli anni '90

Anche i prezzi del gas sono aumentati negli anni ’90

Analisi tecnica – Il gas naturale sta per superare l’intervallo di 6 anni?

Il gas naturale è stato scambiato su un trend rialzista per decenni, raggiungendo un livello record a $ 16,50. Sebbene il picco nel 2008 sia stato inferiore alla cifra più alta del 2005, il cambiamento dello slancio rialzista nei mercati dell’energia fossile è avvenuto nel 2008, durante la crisi finanziaria. Durante il trend rialzista, le medie mobili hanno fornito un lieve supporto al grafico mensile, che è l’unico da prendere in considerazione per l’analisi tecnica, poiché c’è molto rumore negli altri grafici, che è semplicemente fonte di confusione per tutti.

La 150 SMA ha fornito resistenza durante i periodi in cui i ritraccia erano più forti

La 150 SMA ha fornito resistenza durante i periodi in cui i ritraccia erano più forti

La tendenza è cambiata nel 2008 e il gas naturale è precipitato al ribasso, inviando il prezzo al di sotto di tutte le medie mobili. Queste medie mobili alla fine si sono trasformate in resistenza durante i pullback più alti, ed erano davvero buoni indicatori per vendere i rimbalzi del gas. Quando le punte erano più grandi, il 150 SMA (verde) forniva resistenza; quando i ritracciati più alti erano più piccoli, le MA più piccole, come il 50 SMA (giallo), hanno assunto quel lavoro, e c’è stata un’occasione in cui il 200 SMA (grigio) ha invertito il ritracciamento nel 2011. Quello media mobile ha fornito resistenza dall’inizio del 2017 e c’è stata un’occasione nel 2018 in cui il prezzo ha superato tale limite, ma si è invertito a 150 SMA. Il prezzo continua a rimanere al di sotto del 50 SMA, mentre lo slancio ribassista a lungo termine continua, ma negli ultimi mesi abbiamo assistito a un’inversione rialzista, a causa della maggiore debolezza dell’USD. Tuttavia, tutte le probabilità indicano la fine di questo ritracciamento rialzista, quando il prezzo raggiungerà nuovamente la 50 SMA mensile e la tendenza ribassista a lungo termine probabilmente riprenderà da lì. Quindi, stiamo seguendo i prezzi del gas, al fine di aprire un segnale di vendita forex a lungo termine, non appena ciò accadrà.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector