Spiegare la crisi finanziaria e l’imminente crisi economica in Turchia

Tutti i commercianti di forex sono consapevoli dell’attuale crisi finanziaria in Turchia, in particolare i commercianti che scambiano valute dei mercati emergenti. Come la lira turca. La lira è entrata in caduta libera ultimamente. Quest’anno ha perso circa un terzo del suo valore e il declino è aumentato notevolmente nelle ultime settimane. All’inizio di questa settimana, l’USD / TRY era scambiato appena al di sotto di 7. È sceso sotto il 6 durante la settimana poiché la banca centrale della Turchia è intervenuta aumentando i tassi di interesse dell’1,50%, ma è balzato indietro entro la fine della settimana. Vedremo come si comporterà la lira turca la prossima settimana, dato che siamo trader forex e ci piace distinguere tra fondamentali e tecnici, riteniamo che i segnali non siano buoni. Qui, i fondamentali stanno facendo tutto il danno per la lira.

Quindi, cosa sta succedendo e, cosa più importante, durerà?

Per rispondere alla domanda più importante, durerà. Perché? Spiegheremo di seguito. Anche se uno dei motivi che probabilmente ha aggravato la situazione è stato il fatto che Erdogan è un po ‘un signore del paese e fa quello che vuole. Ciò significa che ha rimosso tutti gli economisti che lo avevano messo in guardia sui problemi finanziari ed economici che potrebbero aspettarsi. Si è sbarazzato di tutta l’opposizione nei circoli finanziari in Turchia e ha lasciato solo coloro che erano d’accordo con lui su tutto. Ha persino messo suo genero a capo della banca centrale. Erdogan ha persino ordinato al genero di non tenere i tassi di interesse perché indebolirebbe la lira. Non ha senso ma lasciamolo da parte perché non è questo che fa male alla lira.

Una delle cose sono le tariffe che il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha imposto al mondo, compresa la Turchia. Ma la Turchia e gli Stati Uniti non sono in buoni rapporti, come ha twittato Donald Trump il 10 agosto. La Turchia ha imprigionato un pastore statunitense e si è rifiutato di lasciarlo andare, mentre chiedeva che l’ex leader dell’opposizione Gylen fosse estradato dagli Stati Uniti. Quindi, le relazioni non sono buone. Nello stesso tweet, Trump ha affermato che i dazi sulle importazioni statunitensi su acciaio e alluminio turchi raddoppieranno rispettivamente al 50% e al 20%. La lira si è tuffata ancora più velocemente dopo quel tweet di Trump.

La Turchia ha esportato negli Stati Uniti circa 1,2 miliardi di dollari di prodotti siderurgici l’anno scorso e con questi dazi le esportazioni diminuiranno drasticamente. Anche se, con un’economia da trilioni di dollari, la Turchia non dovrebbe avere troppi problemi di fronte a tali problemi. Non è che la Turchia dipenda dalle esportazioni di materie prime come altri paesi come i paesi del Golfo e la Russia. Ma è stato un pugno nel momento in cui la Turchia era in crisi, e lo è ancora.

Il vero problema è altrove. La FED e altre importanti banche centrali come la BCE, la Bank of Japan e la Bank of England hanno iniziato ad espandere il proprio bilancio acquistando obbligazioni e pompando denaro nelle loro economie e nell’economia globale. Poiché i tassi di interesse nei paesi sviluppati sono stati vicini allo zero per molto tempo, e in alcune regioni come la Svizzera e il Giappone i tassi sono stati negativi e il fatto che la crescita fosse stata molto debole in queste economie, il denaro è volato all’estero in grandi quantità , soprattutto nei mercati emergenti come Turchia, India, Sud Africa, Indonesia, Vietnam, Cina, ecc.

Di conseguenza, l’economia turca ha registrato una crescita molto forte durante questo periodo. Il denaro scorreva, gli affari andavano alla grande e gli edifici alti crescevano come funghi. Il ritorno dall’edilizia e dagli immobili è piuttosto elevato quando l’economia va bene, i prezzi delle case e degli edifici commerciali aumentano enormemente. Di conseguenza, tutti hanno cercato di ottenere un pezzo dell’azione durante questa corsa all’oro. Ma gli edifici e gli immobili non sono qualcosa che produce valore reale a lungo termine per l’economia, a differenza delle fabbriche o delle industrie IT. Molti economisti liberali hanno cercato di mettere in guardia Erdogan ma lo slogan dell’ultimo decennio in Turchia è stato “Love It or Leave It”. Il mio compagno di professione mi dice che molti di questi economisti se ne sono andati poiché la Turchia è diventata sempre più dittatoriale.

Erdogan aveva fatto a modo suo, e ora arriva questo. Queste persone hanno cercato di indicare il re nudo, ma nessuno lo ha sentito. Ora che le principali banche centrali stanno iniziando a ridurre i loro bilanci e stanno recuperando i soldi vendendo obbligazioni, in particolare la FED, compaiono problemi nei mercati emergenti. La Turchia detiene un grande debito estero, pari al 53,3% del PIL nominale del paese per quell’anno, ed è probabile che sia aumentato quest’anno. Ciò significa che l’interesse che devono pagare è piuttosto elevato e deve essere pagato in valuta estera, specialmente in dollari USA.

Solo un piccolo tuffo ei guai sono immensi per la Turchia

Ciò aumenta la domanda di valuta estera per pagare gli interessi e gli insediamenti del debito. Oltre a ciò, il denaro sta anche uscendo dal paese poiché la FED sta iniziando a ridurre il bilancio, che è il vero problema. Se guardi il grafico sopra, puoi vedere che la linea sta iniziando a scendere. È un calo minimo. Il bilancio della FED era di $ 4,8 trilioni fino a meno di un anno fa, il che significa che trilioni di dollari USA stavano alimentando l’economia mondiale, in particolare i mercati emergenti.

Ora sta iniziando a ridursi e solo un calo così piccolo sta causando il caos in Turchia. Immagina quando la linea scende al 2010 o anche peggio, ai livelli del 2008, il che significherebbe ridurre il bilancio al di sotto di $ 1 trilione. Naturalmente, non tutte le economie dei mercati emergenti dipendono dai dollari USA, ma sembra che lo sia la Turchia. Quanto andrà male? Nessuno lo sa esattamente. Spero che la Turchia si metta insieme, ma fondamentali come il calo del bilancio della FED e la politica della vecchia scuola di Erdogan indicano grandi problemi per la Turchia e la lira turca.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
Adblock
detector
map