Segnali Forex Breve sessione USA, 6 settembre – Il rapporto sull’occupazione negli Stati Uniti è positivo, ma l’USD diventa ancora più ribassista

I mercati sono stati abbastanza tranquilli oggi durante la sessione europea, anche se si può sentire che i porti sicuri erano ancora sotto pressione come lo sono stati per la maggior parte della settimana. Il sentiment è migliorato questa settimana sui toni più morbidi di Cina e Stati Uniti e di conseguenza, l’oro e lo JPY sono diventati ribassisti, mentre gli asset di rischio come i dollari delle materie prime sono diventati piuttosto rialzisti. Oggi abbiamo ascoltato alcuni commenti da Kudlow, secondo cui gli Stati Uniti e la Cina inizieranno i negoziati commerciali in ottobre, il che ha ulteriormente migliorato il sentiment, inviando le attività di rischio su un’altra corsa rialzista.

Ma gli eventi principali di oggi sono stati il ​​rilascio dei rapporti sull’occupazione negli Stati Uniti e in Canada. Il tasso di disoccupazione è rimasta invariata in Canda al 5,7% ma i nuovi posti di lavoro sono aumentati molto più del previsto, il che ha reso il CAD rialzista. Negli Stati Uniti, il il tasso di disoccupazione è rimasto invariato anche al 3,7%, mentre il tasso di partecipazione è aumentato di 2 punti. Ciò è positivo poiché la disoccupazione avrebbe perso 2 punti se il tasso di partecipazione fosse rimasto invariato. Anche i guadagni sono stati superiori alle aspettative, ma i trader si sono concentrati maggiormente su nuovi lavori che hanno mancato le aspettative. hanno registrato un aumento di 130.000 il mese scorso, ma ciò non ha soddisfatto i commercianti di USD e un leggero aumento dei libri paga privati ​​è stato sufficiente per trasformare l’USD ancora più ribassista.

La sessione europea

  • Produzione industriale tedesca – ieri abbiamo assistito ad un forte calo degli ordini di fabbrica in Germania per agosto, dato che il numero è arrivato a -2,7%. Oggi la produzione industriale era prevista in aumento dello 0,4%, ma è risultata negativa e invece è diminuita dello 0,6%. Questo è il terzo calo negli ultimi quattro mesi, quindi le cose stanno peggiorando in Germania invece di migliorare.
  • Vendita al dettaglio in Italia – Il rapporto sulle vendite al dettaglio pubblicato il mese scorso ha mostrato un bel balzo dell’1,9% a giugno, che è stato impressionante dopo tre mesi negativi. Il rapporto di oggi avrebbe dovuto mostrare una crescita delle vendite dello 0,4% per luglio, ma è stato invece negativo, mostrando un calo dello 0,5% per quel mese.
  • PIL finale dell’Eurozona – La lettura iniziale del PIL per il secondo trimestre è stata dello 0,2% e si prevedeva che rimanesse invariata nella lettura finale di oggi. È rimasto invariato allo 0,2% su base trimestrale, ma il PIL su base annua è stato rivisto al rialzo dall’1,1% all’1,2%. Anche la lettura finale della variazione dell’occupazione è rimasta invariata allo 0,2% per il secondo trimestre.
  • Boris Johnson è fiducioso di ottenere un accordo – Il primo ministro britannico Boris Johnson ha detto oggi che andrà a Bruxelles per ottenere un accordo. Le persone nel Regno Unito vogliono che saliamo e partiamo il 31 ottobre. È fiducioso di ottenere un accordo sulla Brexit al vertice del Consiglio dell’UE di ottobre. Il Labour deve avere il coraggio di avere un’elezione e non è disposto a contemplare le dimissioni.

La sessione degli Stati Uniti

  • Rapporto sull’occupazione negli Stati Uniti– Il tasso di disoccupazione è rimasto invariato al 3,7% come previsto, anche se il tasso di partecipazione è aumentato al 63,2% dal 63,0% precedente, il che è un segnale positivo. Il tasso di disoccupazione diminuirebbe di 2 punti se il tasso di partecipazione non aumentasse. Ma i libri paga non agricoli di agosto sono stati inferiori alle aspettative a 130.000 contro i 160.000 previsti.
  • Rapporto sui guadagni degli Stati Uniti – Gli utili sarebbero cresciuti dello 0,3% ad agosto. Ma i guadagni sono stati migliori del previsto, aumentando dello 0,4% il mese scorso contro lo 0,3% previsto. Anche la retribuzione oraria media su base annua è risultata migliore, aumentando del 3,2% su base annua, contro il 3,0% previsto. La retribuzione oraria media precedente su base annua è stata rivista al rialzo al 3,3% dal 3,2% precedente.
  • Rapporto sui guadagni canadesi – Il tasso di disoccupazione è rimasto invariato al 5,7% come previsto in Canada. La variazione dell’occupazione è stata molto migliore del previsto, mostrando un aumento di 81,1k ad agosto, contro i 18,9k attesi. Questo balzo di nuovi posti di lavoro arriva dopo due mesi negativi, che ha colto di sorpresa il mercato. Il tasso salariale orario è stato del 3,8% contro il 4,5% stimato. Il mese precedente era del 4,5%.
  • Mestieri in vista

Ribassista USD / JPY

  • La tendenza principale è ancora rialzista sul grafico H1
  • Il pullback abbassamento è completo
  • Il 50 SMA sta fornendo supporto

Il declino si è fermato alla 50 SMA

La coppia USD / JPY è stata ribassista per un bel po ‘di tempo su intervalli di tempo più ampi. Ma questa settimana questa coppia è diventata rialzista poiché il sentiment è migliorato. L’USD è stato debole, ma lo JPY è ancora più debole. Anche se oggi abbiamo visto un ritracciamento più basso dopo il rapporto sull’occupazione negli Stati Uniti, ma quel calo si è fermato proprio al 50 SMA (giallo). Ora questa coppia è quasi ipervenduta e il prezzo sta iniziando a rimbalzare rispetto a 50 SMA, quindi siamo rialzisti su questa coppia. Qualche tempo fa siamo andati long su USD / JPY.

Insomma

Quindi, l’USD è tornato ad essere ribassista dopo il rapporto sull’occupazione negli Stati Uniti che si appoggiava notevolmente sul lato positivo, in particolare sui guadagni. Ma l’attenzione si è concentrata sui libri paga che sono risultati un po ‘più deboli del previsto, in particolare i libri paga privati, il che significa che l’USD sta chiudendo i deboli con un piede ribassista.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector