Segnali Forex Breve sessione USA, 10 gennaio – I rapporti sull’occupazione negli Stati Uniti e in Canada non hanno avviato i mercati

I mercati sono stati piuttosto volatili dagli ultimi giorni del 2019, quando tutto è iniziato ad andare contro gli Stati Uniti, poiché i trader stavano aggiustando le loro posizioni, chiudendo le loro operazioni di acquisto a lungo termine in USD. Quando è iniziato il nuovo anno, i flussi di cassa di fine anno si sono conclusi, ma il sentimento è diventato negativo dopo che un drone statunitense ha ucciso il massimo leader militare iraniano Soleimani. L’Iran ha reagito attaccando alcuni bassi militari statunitensi in Iraq questa settimana, che ha mandato i mercati attraverso un giro sulle montagne russe. Ma le tensioni si sono calmate dopo che nessun membro del personale statunitense è stato ucciso negli attacchi e Donald Trump non ha attaccato l’Iran, il che avrebbe aggravato la situazione.

Il dollaro USA ha continuato a salire più in alto negli ultimi due giorni mentre i flussi di cassa di fine anno si stanno ancora attenuando, ma in generale i mercati sono stati tranquilli nella seconda metà di questa settimana. La giornata di oggi è stata ancora più tranquilla, poiché i commercianti stavano aspettando che i rapporti sull’occupazione di Stati Uniti e Canada dessero indicazioni, ma non hanno offerto molto. La disoccupazione è rimasta invariata negli Stati Uniti che hanno lasciato il dollaro sfasato, mentre in Canada è diminuito di 3 punti, il che ha dato una piccola spinta al CAD, ma è tutto.

La sessione europea

  • Produzione industriale italiana – La produzione industriale è stata volatile in Europa negli ultimi due anni, ma il rapporto di ieri dalla Germania ha mostrato un bel salto per novembre, segno che il rapporto di oggi da Italia e Francia sarebbe stato positivo. La produzione è diventata positiva ed è aumentata dello 0,1%, contro le aspettative dello 0,0%. Non è molto ma è un segnale positivo dopo due mesi negativi.
  • Produzione industriale e manifatturiera francese – In Francia, la produzione industriale è stata più stabile che in Italia e Germania e il rapporto di oggi lo ha dimostrato.

  • Precedente + 0,4%; rivisto a + 0,5%
  • Produzione industriale + 1,3% contro + 0,4% a / a previsto
  • Prima -0,2%; rivisto a -0,1%
  • Produzione manifatturiera -0,1% m / m
  • Prima + 0,5%; rivisto a + 0,6%
  • Produzione manifatturiera + 1,2% a / a
  • Precedente + 0,1%; rivisto a + 0,2%
  • L’Iran nega l’attacco aereo ucraino – Mentre l’attenzione era sull’uccisione di Soleimani e sull’attacco dell’Iran alle basi aeree statunitensi, le maggiori vittime sono arrivate dallo schianto dell’aereo in partenza da Teheran per l’Ucraina mercoledì notte. Molte persone sono morte lì e ieri tutti incolpavano l’Iran per questo, a parte i funzionari statunitensi. Oggi, l’Iran ha affermato che i video che mostrano missili che colpiscono un aereo di linea ucraino non sono verificati e che la sonda di crash potrebbe richiedere da uno a due anni.
  • Anche il Tenreyro della BOE suona dovish – La Banca d’Inghilterra era rimasta neutrale prima delle elezioni britanniche, ma ora che la Brexit è scolpita nella pietra, i membri della BOE si stanno concentrando sulla realtà, che non è così positiva e sembrano essere diventati accomodanti. Ieri il presidente Carney ha fatto alcune osservazioni accomodanti, oggi la policymaker della BOE, Silvana Tenreyro, ha aggiunto a queste. Di seguito i suoi commenti:
    • La mia inclinazione è verso un taglio dei tassi se emergono rischi di ribasso
    • I rischi sono inclinati al ribasso
    • Si aspetta che l’inflazione rimanga ancora al di sotto dell’obiettivo
    • Si aspetta che la crescita salariale sia sostenuta nella prima parte del 2020
    • Il mercato del lavoro nel Regno Unito è molto teso, ma non si sta ulteriormente restringendo
    • È molto difficile pensare che questo sia il picco del mercato del lavoro
    • L’input chiave nella decisione sui tassi è il modo in cui si dissolve l’incertezza
    • Discuteremo possibilità di stimolo nei prossimi mesi
    •  

      La sessione degli Stati Uniti

      • Rapporto sull’occupazione negli Stati Uniti – Il rapporto sull’occupazione è stato pubblicato dagli Stati Uniti, per dicembre, a seguito di un ottimo mese di novembre, quando i nuovi posti di lavoro sono aumentati di 266.000. Oggi i nuovi posti di lavoro sono aumentati di 145mila, contro i 162mila previsti.
      • Il precedente era + 266K (modificato a 256K)
      • Le stime andavano da + 125K a + 210K
      • Revisione netta di due mesi -14K
      • Tasso di disoccupazione 3,5% vs 3,5% previsto (prima 3,5%)
      • Tasso di partecipazione 63,2% vs 63,2% precedente
      • Guadagno orario medio + 0,1% m / m vs + 0,3% att
      • Retribuzione oraria media precedente + 0,2% (rivista a + 0,3%)
      • Guadagno orario medio + 2,9% a / a vs + 3,1% previsto (più debole da luglio 2018)
      • Entrate orarie medie precedenti 3,1%
      • Ore settimanali medie 34,3 vs 34,4 exp
      • Buste paga private + 139K vs + 153K exp
      • Produzione -12K vs + 5K exp
      • Sottoccupazione U6 6,7% vs 6,9%
    • Rapporto sull’occupazione canadese – Il rapporto sull’occupazione dal Canada è stato pubblicato contemporaneamente al rapporto sul lavoro negli Stati Uniti. I posti di lavoro sono diminuiti nei due mesi precedenti, ma il rapporto di oggi ha mostrato un aumento di 35,2.000 contro i 25.000 stimati.
      • Vista su outlook intatta dalla riunione di dicembre
      • Il nostro obiettivo è portare l’inflazione fino all’obiettivo del 2%
      • I rischi al ribasso sono diminuiti un po ‘dall’estate
      • I rischi di inflazione sono orientati al ribasso
      • Di recente ho assistito a una ripresa dell’inflazione di pareggio e dei sondaggi
      • La politica della Fed sta fornendo una sistemazione
      • in piedi, quindi una buona notizia.
      • Inventari delle vendite domestiche negli Stati Uniti – Le scorte di vendita di case negli Stati Uniti sono aumentate solo dello 0,1% in ottobre, ma sono state riviste al ribasso oggi allo 0,0%. Per novembre, le scorte dovrebbero aumentare dello 0,2%, ma sono invece aumentate dell’1,5% su base mensile. Di seguito sono riportati i dettagli:
        • Massima da marzo
        • Prima era -0,7% (rivisto a -0,9%)
        • Scorte all’ingrosso -0,1% vs 0,0% previsto
        • Scorte all’ingrosso precedenti 0,0%
        • Mestieri in vista

          Rialzista ORO

          • Il pullback è completo
          • La tendenza è fortemente rialzista
          • Il 50 SMA sta fornendo supporto sul grafico H4
          La 50 SMA continua a fornire supporto sul grafico H4

          L’oro è stato rialzista per molto tempo, con l’indebolimento dell’economia globale e verso la contrazione, nonché il sentimento principalmente negativo a causa dell’escalation delle tensioni geopolitiche e commerciali. Quest’anno la tendenza al rialzo ha preso ritmo dopo che l’assassino statunitense Iran’s Soleimani e l’Iran hanno attaccato alcune basi statunitensi in Iraq.

          Ma, dopo lo spavento iniziale, la situazione si è calmata, poiché l’iran non ha ucciso alcun membro del personale statunitense e Trump non dà alcun segno di reagire. Di conseguenza, i paradisi sicuri si sono ritirati più in basso negli ultimi giorni, con l’USD / JPY che è salito di circa 200 pips in più, mentre l’oro ha restituito più di $ 70 dei suoi guadagni precedenti.

          Bu, il calo si è fermato al 50 SMA (giallo) sul grafico H4 per l’oro .. Questa media mobile ha tenuto e sembra che ora si sia trasformata in supporto. Il ritiro è completo e l’oro è rimbalzato di circa $ 10 in più, quindi questa potrebbe essere una buona opportunità per coloro che vogliono acquistare. Anche se, se la situazione tra Stati Uniti e Iran si calmasse ulteriormente, il sentimento migliorerebbe, il che renderebbe l’oro ribassista. Ma tecnicamente ora l’oro punta più in alto.

          Insomma

          Il sentimento è migliorato ulteriormente oggi da quando Donald Trump non dà segni di attaccare l’Iran. Molti media e politici occidentali hanno puntato il dito contro l’Iran per aver attaccato l’aereo ucraino e ucciso molte persone, ma l’Iran lo ha negato, quindi nessuna escalation al momento. Almeno, andremo nel fine settimana più rilassati.

          Mike Owergreen Administrator
          Sorry! The Author has not filled his profile.
          follow me
          Adblock
          detector