Le valute delle materie prime stanno guidando il gruppo nella prossima settimana

La scorsa settimana il dollaro canadese ha reagito e recuperato alcune delle sue recenti perdite nei confronti del dollaro USA. Il dollaro USA è stato molto forte ultimamente, e se si guarda alla sua performance la scorsa settimana, è abbastanza impressionante che il dollaro canadese sia stato in grado di guadagnare circa 55 pips contro il dollaro. Questo non sembra nulla di significativo, ma se si considerano le perdite di alcune delle altre principali valute rispetto al dollaro, è sicuramente qualcosa di cui prendere atto. Ad esempio, la scorsa settimana l’euro ha perso circa 210 pips contro il dollaro USA e lo yen giapponese ha restituito più di 130 pips. La sterlina ha perso circa 215 pips e il franco svizzero circa 115 pips.

 

Il prezzo del petrolio è aumentato moderatamente la scorsa settimana, il che probabilmente ha contribuito ai guadagni del dollaro canadese. Questa settimana abbiamo alcuni rischi di eventi molto importanti che potrebbero spostare il dollaro canadese, e forse gli operatori del mercato hanno già iniziato a scontare un po ‘più di forza del dollaro canadese che potrebbe derivare da questi eventi nella prossima settimana. Tratteremo tutti questi eventi, ma prima di procedere esaminiamo prima alcuni aspetti tecnici dell’USD / CAD:

 

Grafico giornaliero USD / CAD

Se dai un’occhiata da vicino a questo grafico, noterai che la coppia è stata scambiata al di sopra della media mobile a 200 giorni per un paio di giorni, ma non è stata in grado di guadagnare trazione al di sopra di questo indicatore tecnico molto importante. Venerdì la coppia ha chiuso di nuovo saldamente al di sotto di questa media mobile, e anche al di sotto della mia media mobile a breve termine preferita, la media mobile esponenziale a 20 giorni. Questa chiusura della società al di sotto dell’EMA 20 trasmette l’idea che probabilmente sarebbe necessaria molta forza d’acquisto da parte dei rialzisti per avere ancora una volta il sopravvento, nel breve termine. Se lo tenete a mente, sembra che il percorso di minor resistenza possa in effetti essere verso il basso quando guardiamo alla settimana a venire. Diamo un’occhiata a un grafico orario di USD / CAD:

 

Grafico orario USD / CAD

È facile vedere lo slancio ribassista su questo grafico a breve termine. Diamo un’occhiata allo stesso grafico con solo l’EMA 20 tracciato su di esso:

 


Grafico orario USD / CAD

Qui il 20-EMA si è trasformato in resistenza e il prezzo lo ha rifiutato più volte negli ultimi due giorni di negoziazione. Notare come questi ritracciamenti fino alla 20-MADRE abbiano offerto alcune grandi opportunità per vendere allo scoperto la coppia. Mi piacciono i ritracciamenti come questi perché offrono configurazioni commerciali ad alta probabilità e possono essere scambiati utilizzando stop loss piuttosto stretti.

 

Mercoledì la BOC (Bank of Canada) ha la sua decisione sui tassi di interesse e il rapporto sulla politica monetaria alle 14:00 GMT. Venerdì alle 12:30 GMT abbiamo le vendite al dettaglio canadesi e i numeri CPI (indice dei prezzi al consumo). Gli operatori del mercato terranno d’occhio tutti questi eventi, ma soprattutto la decisione sui tassi di interesse e il rapporto di politica monetaria. Questo potrebbe darci qualche suggerimento sull’andamento dell’economia canadese e su cosa aspettarci in termini di tassi di interesse futuri. La BOC dovrebbe mantenere invariato il tasso di interesse allo 0,5%. Sono certo che l’economia canadese stia sentendo il sollievo del recente aumento del prezzo del petrolio. Ricorda che il Canada è un grande produttore di petrolio e un prezzo basso del petrolio può davvero danneggiare l’economia canadese. Diamo un’occhiata a un grafico del petrolio:

 

Grafico settimanale del petrolio degli Stati Uniti

 

Questo è ciò che chiamiamo modello testa e spalle inverso, che è un modello inverso. L’idea è che una rottura della scollatura innescherebbe il modello, il che significa che il prezzo del petrolio potrebbe avanzare ulteriormente. Il dollaro canadese è altamente correlato al prezzo del petrolio e un aumento del prezzo di questo hard commodity sarebbe sicuramente di supporto al dollaro canadese.

 

I trader che sono interessati a impegnarsi in posizioni corte su USD / CAD potrebbero voler attendere prima che il prezzo formi un ritracciamento. Quando guardiamo al recente declino su un piccolo lasso di tempo come un grafico orario, è evidente che questo recente movimento ribassista è in qualche modo esteso. Non mi piace vendere uno strumento finanziario quando il suo prezzo è molto al di sotto della 20 MADRE come se fosse al momento su USD / CAD (su un grafico orario).

 

AUD / USD

 

Il dollaro canadese non è stata l’unica valuta importante a guadagnare rispetto al dollaro USA la scorsa settimana. Il dollaro australiano è riuscito a chiudere la settimana con un guadagno di circa 14 pips contro il dollaro USA. Ora, come ho detto prima in questo articolo, il dollaro USA è stato piuttosto forte la scorsa settimana. Quindi, essere stato più forte del dollaro USA ha richiesto molto all’Aussie la scorsa settimana, anche se era solo leggermente più forte del dollaro USA. Diamo un’occhiata a un grafico giornaliero:

 

Grafico giornaliero AUD / USD

 

Qui puoi vedere che la media mobile a 200 giorni è inferiore al prezzo corrente, il che significa che la coppia può essere considerata in un trend rialzista. Al momento questa coppia non è facile da scambiare perché si sta muovendo lateralmente. Tuttavia, i trader che amano il trading di posizione (trading a lungo termine) potrebbero trovare buone opportunità per aprire operazioni lunghe nella prossima settimana o due. C’è una bellissima linea di tendenza dall’inizio dell’anno che ha sostenuto molto bene il prezzo. Se questo supporto dovesse reggere, potremmo aspettarci un ulteriore rialzo su questa coppia, soprattutto se i fondamentali iniziano a sembrare più positivi per la regione. Guarda la seguente tabella:

 

Grafico giornaliero USD / CAD

 

Quello che mi piace di questi aspetti tecnici è che la media mobile a 200 giorni e la linea di tendenza verde sono allineate. Ciò potrebbe aumentare la solidità di questa zona di supporto.

 

Al momento, il sentiment di vendita al dettaglio su questa coppia è piuttosto piatto, il che significa che forse potremmo vedere qualche azione sui prezzi più limitata nelle prossime settimane. D’altra parte, il mercato valutario può cambiare in un batter d’occhio. Ci sono alcuni eventi importanti che potrebbero spostare l’Aussie questa settimana. Il primo è un discorso del nuovo governatore della RBA, Philip Lowe, lunedì sera alle 21:10 GMT. Quindi i verbali della riunione RBA saranno messi a fuoco nelle prime ore di martedì mattina alle 00:30. Alcuni altri eventi che potrebbero muovere l’Aussie questa settimana sono il cambio di occupazione australiano e il loro tasso di disoccupazione che saranno pubblicati giovedì mattina alle 00:30.

 

EUR / USD

 

Grafico giornaliero EUR / USD

 

Questa coppia è stata venduta in modo abbastanza aggressivo nell’ultima settimana. La mossa è in qualche modo sovraestesa al momento, quindi anche se mi piace il lato corto di questa coppia, vorrei vedere un discreto pullback prima di entrare in nuove posizioni corte su di essa. Sappiate che giovedì potrebbe essere un giorno molto volatile per l’euro. La BCE (Banca centrale europea) ha la sua decisione sui tassi di interesse alle 11:45 GMT e una conferenza stampa alle 12:30 GMT.

 

GBP / USD

 

Grafico giornaliero GBP / USD

 

Negli ultimi giorni abbiamo assistito a un’azione interna sui prezzi. Al momento possiamo essere ribassisti su questa coppia solo se guardiamo ai dati tecnici. Forse nei prossimi giorni potremmo ottenere una sorta di ritracciamento che potrebbe offrire un livello migliore a cui vendere la coppia. Questa coppia è stata estremamente volatile negli ultimi due giorni, quindi fai attenzione quando la scambi, o qualsiasi coppia che coinvolge la sterlina britannica.

 

La BOE (Bank of England) si è recentemente preoccupata di poter superare il proprio obiettivo di inflazione. La loro preoccupazione è il risultato della svalutazione aggressiva della sterlina. A causa di questa preoccupazione, la BOE potrebbe essere attenta a ridurre ulteriormente il tasso di interesse di riferimento e ad aumentare le misure di stimolo economico. Questo potrebbe essere positivo per la sterlina, ma i rischi economici che circondano la Brexit probabilmente supererebbero il suo effetto sulla sterlina. Quindi il quadro fondamentale della sterlina rimane ribassista, e sebbene il prezzo possa essere abbastanza ipervenduto al momento, la valuta potrebbe comunque perdere molto del suo valore nel breve e medio termine.

 

Martedì abbiamo i numeri dell’IPC nel Regno Unito alle 08:30 GMT.

Mercoledì saranno pubblicati i dati sull’occupazione nel Regno Unito alle 08:30.

Giovedì ci porta i numeri delle vendite al dettaglio fuori dalla regione, anch’essi rilasciati alle 08:30.

Tutti questi sono eventi importanti da guardare in quanto possono darci un assaggio della salute dell’economia del Regno Unito.

 

Inoltre, questa settimana ci sono parecchi discorsi dei membri del FOMC.

Lunedì mattina presto, anche il governatore della BOJ Kuroda pronuncerà un discorso.

Buona settimana di trading!

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector