Le valute delle materie prime e lo yen giapponese stanno spingendo indietro il dollaro; Le valute europee sono in ritardo

Le principali valute europee si sono comportate male contro il dollaro USA oggi, mentre il dollaro australiano, il dollaro canadese e lo yen giapponese sono riusciti a riconquistare terreno contro il biglietto verde. Il prezzo del petrolio più forte ha sicuramente giocato un ruolo nella forza odierna della valuta delle materie prime. Non è chiaro se l’OPEC ei membri non OPEC coinvolti saranno in grado di cooperare e ci sono sicuramente alcune importanti differenze tra queste nazioni che impediscono un accordo.

 

AUD / USD

 

L’AUD / USD è attualmente scambiato in una zona di resistenza che probabilmente fermerà il recente avanzamento della coppia. C’è una forte confluenza di fattori tecnici che suggeriscono che la coppia potrebbe avere difficoltà a fare trading al rialzo nei prossimi giorni. Diamo un’occhiata a un grafico giornaliero:

 

Grafico giornaliero AUD / USD

 

La media mobile esponenziale a 20 giorni è ancora una valida resistenza al tasso di cambio. La coppia si è diretta verso questa media mobile esponenziale oggi, ma si è voltata poco prima di raggiungerla. Gli altri fattori che potrebbero tenere bassa la coppia, sono la media mobile a 200 giorni e l’ex zona di supporto che potrebbe fungere da nuova resistenza.

 

Normalmente esiste una certa correlazione tra il dollaro australiano e il dollaro canadese e il prezzo del petrolio. Queste due valute delle materie prime si muovono spesso nella stessa direzione rispetto al dollaro USA. Quando il prezzo del petrolio influisce sul dollaro canadese, il dollaro australiano reagisce molte volte allo stesso modo del dollaro canadese. L’effetto del petrolio sul dollaro australiano è solo meno drammatico che sul dollaro canadese perché il Canada è un grande produttore di petrolio.

 

Se guardiamo all’AUD / USD in un arco di tempo più ampio, anche il quadro sembra essere ribassista. Guarda questo grafico settimanale:

 

Grafico settimanale AUD / USD

  


Se guardi le ultime due candele ribassiste (rosse) su questo grafico, noterai quanto siano impulsive e aggressive. Suggeriscono fortemente che ci si potrebbe aspettare un ulteriore calo del tasso.

 

La media mobile esponenziale a 20 settimane potrebbe anche offrire una certa resistenza alla coppia, e al momento il percorso di minor resistenza sembra dirigersi al ribasso.

  

USD / CAD

 

Pochi giorni fa, ho scritto della divergenza ribassista / negativa su questa coppia che potrebbe essere una preoccupazione per i partecipanti al mercato rialzista. Guarda la seguente tabella:

 

Grafico giornaliero USD / CAD

  

La divergenza negativa o ribassista significa che un oscillatore si sta muovendo più in basso mentre il prezzo dello strumento sta creando nuovi massimi. Quando ciò accade, indica la possibilità che la recente mossa rialzista potrebbe essere esaurita e che un’inversione o una correzione di qualche tipo potrebbe essere in arrivo.

 

La chiusura di lunedì al di sotto della media mobile esponenziale a 20 giorni è un segno tangibile di una certa debolezza della coppia. Se la coppia non riesce a tornare presto al di sopra di questa media mobile, potrebbe esserci spazio per una correzione più profonda nella coppia nelle prossime settimane o due..

 

Se guardiamo ai fondamentali che riguardano la coppia, il tema OPEC ha sicuramente il peso maggiore nel breve termine. L’esito dell’incontro di mercoledì potrebbe portare la coppia a correre in qualsiasi direzione e potrebbe ignorare molte analisi tecniche. È quindi importante essere molto cauti se prevedi di negoziare il dollaro canadese nei prossimi due giorni. Con eventi importanti come questo incontro dell’OPEC, il driver fondamentale fondamentale spesso non viene prezzato sul mercato in modo uniforme ed efficace. Gli operatori del mercato spesso reagiscono in modo eccessivo in un modo o nell’altro, e il risultato è un’azione di prezzo instabile e irrazionale. Naturalmente, ci sono sempre profitti decenti che possono essere realizzati da trader esperti e disciplinati. La volatilità può essere molto gratificante se sai come usarla.

 

È difficile dire quale sarebbe l’effetto di un taglio alla produzione di petrolio nel medio-lungo termine. Probabilmente ci sarebbero molte difficoltà nel controllare uno sforzo del genere e anche nel mantenere felici tutte le parti coinvolte. Dall’altro lato della scala, i paesi produttori di petrolio che non sono coinvolti in questo accordo avrebbero un’opportunità d’oro per aumentare la loro quota di mercato aumentando la loro produzione.

  

USD / JPY

  

Questa coppia sta restituendo alcuni dei suoi recenti guadagni. Potremmo forse avere buone opportunità per acquistare ancora una volta questa forte corsa al rialzo.

 

Grafico giornaliero USD / JPY

  

Prima di iniziare nuove posizioni lunghe su questa coppia, è importante vedere prima un’attività di acquisto decente. Non sappiamo fino a che punto arriverà questo ritracciamento. Il prezzo di questa coppia è ancora notevolmente ipervenduto e potrebbe facilmente scendere ancora di più nella prossima settimana o due.

 

Notizie economiche

  

L’agenda di martedì è relativamente leggera. Il primo evento a cui prestare attenzione è un discorso del governatore della Bank of Canada, Sig. Stephen Poloz, all’01: 00 GMT. Nel corso della giornata, il numero preliminare del PIL degli Stati Uniti del terzo trimestre sarà pubblicato alle 13:30 GMT e il numero sulla fiducia dei consumatori CB degli Stati Uniti alle 15:00 GMT. Per concludere la giornata, il membro del FOMC Mr. Powell pronuncerà un discorso alle 17:40 GMT.

 

Buona giornata di negoziazione!

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector