La FED passa la palla a Trump – Analisi settimanale dal 12 al 18 dicembre

Un’altra settimana, un altro grande evento forex lasciato alle spalle. A novembre, abbiamo avuto alcuni eventi importanti che hanno avuto un grande impatto nel mercato del forex. Il duro discorso sulla Brexit del governo del Regno Unito è stato il primo evento con un grande impatto sul mercato, che ha causato il flash crash della GBP.

Poi, l’Alta Corte del Regno Unito si è pronunciata contro il governo del Regno Unito e questa volta ha fatto impennare il GBP. Ma il più grande evento (che perseguiterà i mercati nel 2017) sono state le elezioni presidenziali statunitensi. Il dollaro è di circa 10 centesimi più alto ora a causa di quell’evento.

Ne avevo già abbastanza?

Altri eventi erano in programma per dicembre e li abbiamo già sperimentati nelle ultime due settimane. Lo scorso fine settimana, il referendum italiano ha fatto rabbrividire i tori dell’euro, ma a metà settimana la valuta è andata molto meglio. Ma Draghi e soci hanno preso ancora una volta le cose nelle loro mani e hanno ucciso il rally dell’euro prima ancora che raggiungesse la pubertà.

Questa settimana è stata la volta della FED di essere la star dello spettacolo. Il mercato aspettava questo incontro dallo scorso dicembre. È stato l’incontro più atteso ed è degno dei libri di storia del forex.

Sappiamo che la FED ha aumentato i tassi di interesse in quella che è stata la mossa politica meno sorprendente di sempre. Il mercato non ha ignorato ciò che è accaduto dopo, tuttavia, che è stata una dichiarazione FOMC sorprendentemente aggressiva … la prima dichiarazione del genere a venire con un aumento dei tassi. Invece, è iniziata una nuova ondata di acquisti di USD, un’altra gamba di questo trend rialzista dell’USD si è svolta e è apparsa un’altra opportunità per afferrare alcuni pips.

L’EUR / USD e l’USD / JPY hanno finalmente fatto dei break decenti, ma non abbiamo potuto approfittarne con i nostri segnali forex a lungo termine. Tuttavia, abbiamo avuto alcuni segnali forex di successo a breve termine, che ci hanno fatto guadagnare 82 pip entro la fine della settimana.

Diventa falco quando meno se lo aspetta

Segnali Forex

Ci sono state alcune mosse decenti questa settimana che hanno offerto un grande potenziale di vincita, ma le mosse sono avvenute tutte in una volta. L’aumento del tasso della FED è stato l’evento che ha scatenato il fuoco e sebbene tutti sapessero che stava arrivando, la reazione è stata considerevole.

Più che il taglio dei tassi stesso, la mossa è stata attribuita a una dichiarazione della FED piuttosto aggressiva, che è stata una sorpresa dal momento che la FED non ha mai allegato una dichiarazione del FOMC da falco a un aumento degli interessi. Questo è stato il motivo per cui questa mossa ci ha colti di sorpresa e non siamo riusciti a trovare un prezzo decente per aprire segnali a lungo termine.

Detto questo, abbiamo avuto alcuni segnali a breve termine che hanno aumentato ulteriormente il nostro profitto mensile. Abbiamo aperto 15 segnali forex a breve termine questa settimana, tre dei quali hanno raggiunto lo stop loss mentre gli altri sono stati chiusi in profitto, il che ci dà un soddisfacente rapporto vincite / perdite di 82:20.

Il dollaro USA è stata ovviamente la valuta principale più forte dalla riunione della BCE di giovedì scorso, quindi ci siamo concentrati sulla vendita di EUR / USD e sull’acquisto di USD / JPY durante i ritracciamenti di questa settimana.

Avevamo cinque segnali forex vincenti, ma i due perdenti hanno ridotto il nostro profitto EUR / USD a soli 32 pip. Quindi, la migliore coppia forex per noi questa settimana rimane USD / JPY. Ci siamo trattenuti dall’overtrading di questa coppia e abbiamo scelto i punti di ingresso giusti durante i pullback. Si è rivelata una strategia di trading di successo poiché abbiamo fatto 61 pip solo su questa coppia.


Il mercato di questa settimana

La scorsa settimana, la BCE è tornata accomodante e ha esteso il programma di QE pochi giorni dopo che gli italiani hanno votato contro il referendum. Ma il mercato forex non rimane emotivamente attaccato agli eventi passati a lungo. Infatti, si passa all’evento successivo non appena quello in corso è terminato, quindi la BCE e il referendum italiano sono stati da tempo dimenticati quando è iniziata la settimana.

L’attenzione si è spostata oltre l’oceano sulla riunione della FED. Questa volta un taglio dei tassi era un affare fatto, quindi non c’era alcun interesse in questo. Il denaro era sulle previsioni della FED per il prossimo anno e sul loro percorso di politica monetaria.

La FED è stata accomodante da quando Yellen ha messo piede in ufficio, ma questo era il momento di aumentare i tassi di interesse che si contraddicono a vicenda, quindi il mercato non sapeva cosa aspettarsi e la maggior parte delle major del forex ha negoziato con calma fino a mercoledì.

Mercoledì sera finalmente è arrivato il momento finale. Il tanto atteso incontro di dicembre era qui e la FED non ha deluso, non che avesse alcuna opzione. Hanno aumentato i tassi di interesse di 25 punti base (punti base) e abbiamo assistito a un’ondata di acquisti di USD nei primi minuti e poi a una pausa.  

Ciò non è durato a lungo, poiché i commercianti di forex hanno avuto la possibilità di esaminare la dichiarazione del FOMC. Questo era il momento che tutti stavano aspettando perché andava contro le precedenti dichiarazioni della FED. La dichiarazione del FOMC era più aggressiva di quanto il mercato si aspettasse, il che è stata una sorta di sorpresa viste le precedenti dichiarazioni del FOMC. Ma poi di nuovo, la FED non ha avuto altra scelta che accettare la realtà e riconoscere la recente ripresa economica nazionale e globale.

Yellen ha cercato di attenuarlo un po ‘quando si è presentata alla conferenza stampa, ma il mercato ha guardato oltre i suoi commenti morbidi. Questa è stata la prima volta che la FED ha aumentato i tassi di interesse senza rilasciare una dichiarazione FOMC accomodante. Questo è stato visto come un falco e il dot plot per il 2017 mostra che assisteremo a tre aumenti dei tassi il prossimo anno … non che io mi fidi ciecamente di questo. Ha mostrato la stessa cosa lo scorso dicembre, ma quest’anno abbiamo avuto solo un aumento del tasso ai limiti del tempo.

Il dot plot del FOMC mostra tre aumenti dei tassi quest’anno, ma così è stato l’anno scorso

Tuttavia, questo era più di quanto il mercato chiedesse e iniziò la seconda ondata di acquisti di USD. L’EUR / USD ha finalmente rotto i livelli di supporto a lungo termine di 1,05 e 1,0460, mentre l’USD / JPY è salito oltre 115, raggiungendo fino a 118,67 nella mia piattaforma di trading. Questo mette il Buck in una posizione davvero buona e senza grandi eventi nelle prossime settimane, mi aspetto che guadagni ulteriormente terreno.

Dobbiamo tenere presente, tuttavia, che ci stiamo dirigendo verso la stagione delle vacanze invernali, quindi un certo flusso di cassa di fine anno da aziende e istituzioni internazionali e l’aggiustamento della posizione da parte dei commercianti di forex potrebbero compensare un po ‘questo trend rialzista del dollaro USA. Questo potrebbe darci l’impressione sbagliata che il rally sia finito, ma non lasciarti ingannare, una volta che Natale e Capodanno saranno passati i trader torneranno al dollaro USA.  

Dati economici

I dati economici degli ultimi mesi hanno mostrato un notevole miglioramento dell’economia globale. La sorpresa al giorno d’oggi arriva quando vediamo cifre deludenti, ma anche quando i numeri non soddisfano le aspettative, sono ancora in territorio positivo.

I dati di questa settimana hanno mostrato proprio questo. I numeri delle vendite al dettaglio negli Stati Uniti sono stati mostrati in rosso nella maggior parte dei calendari forex poiché sono risultati al di sotto delle aspettative, ma allo 0,2% le vendite sono ancora in crescita, ma non così rapidamente come il mercato si aspettava.

Lo stesso vale per il PMI dei servizi europei, anch’esso visualizzato in rosso, ma a 53,1 PMI rimane 3,1 punti al di sopra del livello di pareggio / flat. L’inflazione dell’Eurozona è rimasta invariata allo 0,6% questo mese, ma è concesso un mese di respiro poiché è passata dallo 0% allo 0,6% negli ultimi sei mesi.

Poco prima che me ne dimentichi, giovedì si è tenuta la riunione della BOE (Banca d’Inghilterra) ma niente di nuovo all’ordine del giorno e con l’aumento dei tassi della FED la sera precedente, nessuno se ne è nemmeno accorto.

Analisi di coppia

Quindi, la FED ha aumentato i tassi di interesse questa settimana e, a giudicare dalla dichiarazione sostenitrice del FOMC, il consenso è che il percorso di politica monetaria sarà più ripido. Questa è una cattiva notizia per le valute ad alto rendimento come l’australiano e il kiwi perché meno soldi scorreranno nella loro ricerca di alto rendimento ora.

Invece, gli investitori verseranno i loro contanti in asset e investimenti denominati negli Stati Uniti, ora che i tassi si stanno muovendo verso l’alto negli Stati Uniti. In effetti, alcuni dei grandi nomi del settore forex stanno già chiedendo vendite allo scoperto AUD / USD. I fondamentali sembrano giusti per questo tipo di strategia forex per il 2017, ma diamo un’occhiata al quadro tecnico per vedere se l’analisi tecnica è in linea con l’analisi fondamentale.

La 100 SMA in rosso era uno sport perfetto per le vendite

Guardando il grafico giornaliero AUD / USD sopra, possiamo vedere che mercoledì è stato il momento migliore per vendere questa coppia forex. Fondamentalmente, la FED stava per aumentare i tassi in poche ore, quindi metà del quadro sembra ottimo per lo short. La metà tecnica dell’analisi ha dato lo stesso segnale ai trader AUD / USD: vendere.

Il prezzo non è riuscito a superare la media mobile liscia di 100 (100 SMA) in rosso per alcuni giorni, quindi è uno nelle tasche dei trader tecnici. Il 100 SMA ha fornito supporto per mesi, il che significa che ora sarà in resistenza e così ha fatto, rendendolo due in tasca.

L’indicatore stocastico ha dato il terzo segnale di vendita poiché quel giorno era ben ipercomprato. Ora il prezzo è di oltre 200 pips al di sotto dei 100 SMA, quindi possiamo dire che è stata una grande opportunità per un segnale forex di vendita a lungo termine in questa coppia. Peccato che abbiamo esitato, ma in nostra difesa, e nessuno si aspettava che la FED fosse sia aggressiva che alzare i tassi allo stesso tempo.

L’analisi tecnica mensile ha dipinto un quadro molto ribassista

Passando al grafico forex mensile, possiamo vedere che il prezzo sta scendendo dopo non essere riuscito a superare la 200 SMA in rosa. Anche gli indicatori stocastici e RSI sono in calo, quindi anche il quadro tecnico in questo grafico temporale è piuttosto ribassista, il che supera i livelli di ipervenduto sul grafico giornaliero. Forse ci sarà un ripercorso nei prossimi giorni, prima della prossima tappa. Saremo comunque pronti, quindi non perdiamo anche questa opportunità.

Settimana in conclusione

La FED finalmente l’ha fatto questa settimana; hanno sconfitto la paura dell’ignoto e hanno preso l’iniziativa di aumentare i tassi di interesse dopo un lungo anno di attesa costellato di delusione. La vittoria di Donald Drumpf il mese scorso e il miglioramento del sentimento del mercato hanno dato a Yellen la spinta finale di cui aveva tanto bisogno.

Ora stiamo entrando nel periodo delle vacanze di Natale, quindi aspettati che il mercato sia irrazionale. Il flusso di cassa internazionale di fine anno e la chiusura delle posizioni forex a lungo termine prima del nuovo anno guideranno il mercato in ciò che resta da negoziare fino al 31 dicembre. Quindi, state attenti ragazzi e non rimanete troppo a lungo in una posizione, perché non penso che i commercianti di forex siano disposti a iniziare un altro trend in questo periodo dell’anno.   

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector