La coppia GBP / USD diventerà rialzista ora che la Brexit punta a un’altra estensione?

Theresa May ha finalmente lasciato la carica di Primo Ministro e Boris Johnson (BoJo) ha preso il suo posto. Johnson è stato uno dei principali sostenitori della Brexit tre anni fa, quindi era ovvio che avrebbe spinto per la Brexit una volta preso il potere, affare o no. BoJo lo ha reso abbastanza chiaro negli ultimi mesi e, di conseguenza, il sentimento che circonda la GBP si è deteriorato nelle prime settimane dopo essere diventato Primo Ministro. Ma la sterlina è diventata piuttosto rialzista questa settimana e ci sono parecchie ragioni per questo.

Miglior sentimento del mercato

GBP / USD ha rotto al di sotto del grande livello di supporto a 1.25 e la scorsa settimana ha persino rotto l’altra importante area di supporto a 1.20. Tuttavia, il sentiment è migliorato all’inizio della scorsa settimana con la Cina e gli Stati Uniti ammorbidì i loro toni che ha trasformato anche il dollaro in ribassista. Da allora, questa coppia è salita di circa 500 pips. Il GBP ne ha tratto vantaggio come valuta di rischio, mentre il dollaro USA ne ha sofferto. Ma il miglioramento del sentimento del mercato non è stato il motivo principale di questa inversione.

Politica sulla Brexit

Ci sono parecchie ragioni per questo e uno dei motivi principali sono stati i principali sviluppi della Brexit nel Regno Unito, che stanno aumentando le speranze per un’altra proroga della Brexit e un probabile accordo sulla Brexit. Il primo ministro Johnson ha deciso di prorogare il Parlamento britannico e la prima sentenza dei tribunali scozzesi lo ha permesso. Ma la seconda sentenza dell’Alta Corte scozzese l’ha respinta. Ora, Johnson porterà questo caso alla Corte Suprema scozzese. Questo rende le cose confuse, ma almeno è un passo più vicino per ottenere un’altra estensione per la Brexit, da qui lo slancio rialzista nelle coppie GBP.

Oltre a ciò, il parlamento del Regno Unito ha votato per rendere illegale levare l’UE senza un accordo. Il disegno di legge è stato firmato dalla regina d’Inghilterra, quindi ora è una legge per non uscire dall’UE. Boris Johnson sta ancora mantenendo i contatti con l’UE, ma sarà difficile raggiungere un accordo fino alla fine di ottobre, quando scadrà la scadenza per la Brexit, soprattutto perché il parlamento britannico sarà presto destituito. Questo ci lascia con un’altra estensione come unico scenario.

Dati economici

L’economia britannica si è notevolmente indebolita quest’anno, a seguito dell’eurozona e delle economie globali. La manifattura è in contrazione da diversi mesi, così come il settore delle costruzioni che sta ulteriormente approfondendo la contrazione. I servizi, il settore principale, si sono indeboliti, ma reggono appena al di sopra della stagnazione. Nel secondo trimestre, l’economia del Regno Unito si è contratta e gli economisti hanno previsto una recessione mentre ci dirigevamo nel secondo trimestre.

Ma i dati recenti hanno mostrato una certa resilienza nell’economia del Regno Unito, nonostante le turbolenze internazionali e il mal di testa della Brexit. Il rapporto sul PIL pubblicato lunedì, ha mostrato un’espansione dello 0,3% quel mese, così come il rapporto sul settore manifatturiero, che invece dovrebbe mostrare uno 0,3% per luglio. Anche la bilancia commerciale delle merci, l’indice dei servizi e la produzione industriale hanno battuto le aspettative, con questi ultimi due positivi. Il rapporto NIESR sul PIL ha mostrato un’espansione dello 0,1% ad agosto, mentre luglio è stato rivisto al rialzo allo 0,0% dal -0,1% precedente.

Ma la sorpresa più grande è arrivata il giorno successivo, quando è stato pubblicato il rapporto sull’occupazione. Il tasso di disoccupazione è sceso al 3,8% dal 3,0% precedente, le richieste di sussidio di disoccupazione sono state inferiori alle aspettative e il numero precedente è stato rivisto più di 8k in meno, mentre i guadagni hanno registrato ancora una volta ottimi numeri, crescendo del 4,0% 3m / a, contro il 3,7% previsto . Anche il numero precedente è stato rivisto al rialzo al 3,8%. Questi dati economici ora mostrano che il Regno Unito potrebbe evitare una recessione tecnica, che è la contrazione del PIL in due trimestri consecutivi.

Tecnico

Il quadro tecnico ha una certa importanza anche per la GBP, nonostante il forte impatto di ragioni fondamentali come la politica sulla Brexit e i dati economici. Guardando il grafico settimanale GBP / USD, possiamo vedere che l’area sotto 1,20 era il minimo dopo il voto sulla Brexit di tre anni fa. Il prezzo si è invertito nella stessa area questa settimana. Ciò significa che i grandi giocatori hanno spinto il prezzo al di sotto di 1,20 per un breve periodo per perseguitare alcuni stop deboli e quindi hanno invertito le loro posizioni. I bastardi lo fanno spesso con i piccoli timer. Significa anche che la maggior parte dei trader è sostanzialmente invertita a lungo dopo che l’area di supporto si è mantenuta. Un altro aspetto del quadro tecnico è il fatto che i venditori GBP / USD a lungo termine che sono andati short durante il ribasso, potrebbero essere short coprendo le loro posizioni.

La precedente area di supporto si è svolta anche questa settimana

Questo sarebbe un fattore positivo a lungo termine, ma ha già voce in capitolo nel GBP. L’economia britannica si invertirà dopo questo? L’UE e il Regno Unito raggiungeranno un accordo? Il GBP diventerà rialzista ora? Non ci sono ancora risposte a queste domande. Dovremo seguire la politica e i dati economici nelle prossime settimane. Inoltre, nelle prossime sessioni vedremo come reagirà la coppia GBP / USD a 1,25. Se quel livello regge, allora gli orsi saranno ancora in carica, se si rompe facilmente, allora potremmo anche vedere 1.30. Ma dipenderà dallo slancio e dalla politica sulla Brexit.


 

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector