L’ISM non manifatturiero mostra che la ripresa economica è ancora in atto negli Stati Uniti

La ripresa economica è iniziata abbastanza forte in tutto il mondo nei mesi di maggio e giugno, ma da luglio la ripresa è rallentata in Europa, così come in altri luoghi. Tuttavia, rimane forte negli Stati Uniti, nonostante tutto il caos laggiù prima delle elezioni generali, che si stanno avvicinando rapidamente.

L’indicatore ISM non manifatturiero è salito a luglio, ma si è leggermente raffreddato ad agosto, e si prevedeva un ulteriore raffreddamento a settembre, ma invece è ancora registrato un altro aumento il mese scorso, superando i livelli pre-pandemici e confermando il buon andamento dell’economia statunitense. Tuttavia, il dollaro USA non si è ripreso dopo che il rapporto è stato pubblicato; infatti, il dollaro si è abbassato. I commercianti sono ora più concentrati sulla legge di stimolo degli Stati Uniti che potrebbe essere approvata presto.

 

Indice ISM non manifatturiero di settembre 2020

  • Indice dei servizi ISM di settembre 57.8 vs 56.2 previsto
  • L’indice dei servizi ISM di agosto era 56,9

Dettagli:

  • Attività commerciale 63,0 contro 62,4 del mese scorso
  • Nuovi ordini 61,5 contro 56,8 il mese scorso
  • Portafoglio ordini 50,1 contro 56,6 del mese scorso
  • Occupazione a 51,8 da 47,9 del mese scorso
  • Nuovi ordini di esportazione 52,6 contro 55,8 del mese scorso
  • Importazioni 46,6 contro 50,8 del mese scorso
  • Consegne del fornitore 54,9 contro 60,5 il mese scorso
  • Cambiamento di inventario 48,8 contro 45,8 il mese scorso
  • Sentiment dell’inventario 55,4 contro 52,5 il mese scorso

I dettagli dell’indagine sono persino migliori dei titoli dei giornali, con nuovi ordini e occupazione entrambi in forte crescita.Commenti nel rapporto:

  • “L’attività è stata abbastanza stabile durante l’estate; tuttavia, c’è ancora molta incertezza mentre ci spostiamo verso l’autunno e l’inverno [e] come sarà il nostro volume di vendite “. (Agricoltura, silvicoltura, pesca & A caccia)
  • “Il nostro settore sta affrontando una prospettiva deprimente, poiché gli studi di Hollywood hanno ritirato quasi tutti i loro contenuti da ottobre e novembre e li hanno spostati nel prossimo anno. Insieme ai mandati sanitari statali che limitano la nostra presenza, prevediamo di operare in perdita nel 2020 e nel 2021 “. (Arte, intrattenimento & Ricreazione)
  • “Gli ordini di lavoro stanno migliorando rapidamente. La mancanza di manodopera disponibile sta avendo un impatto significativo sulla nostra capacità di evadere gli ordini “. (Costruzione)
  • “In quanto università pubblica statale, le nostre previsioni economiche dipendono dal fatto che il nostro campus rimanga aperto e gli studenti siano nel campus. Attualmente, i nostri studenti sono nel campus, ma abbiamo un’impronta ridotta con una diminuzione del 25% degli studenti che vivono in alloggi forniti dall’università. Le iscrizioni sono diminuite del 2% e la maggior parte lo attribuisce a COVID-19. Molti studenti scelgono di stare vicino a casa e frequentare le lezioni presso la loro università o college locale. Nel complesso, le nostre entrate saranno leggermente inferiori quest’anno, fintanto che il nostro campus rimarrà aperto. Se dobbiamo mandare gli studenti a casa a causa di un’epidemia di COVID-19, sperimenteremo una drastica riduzione delle nostre entrate “. (Servizi educativi)
  • “Il settore assicurativo subirà un certo impatto a causa del tempo e dei danni alla proprietà legati alle proteste e all’interruzione dell’attività”. (Finanza & Assicurazione)
  • “Le procedure elettive rimangono a livelli quasi storici, anche con picchi periodici e piccoli [del coronavirus] all’interno della regione. La nostra organizzazione sta ritirando e approvando alcuni – non tutti – dei progetti di capitale precedentemente approvati per quest’anno, e sta iniziando a raggrupparsi e pianificare / budget per il 2021. Continuiamo ad avere personale congedato in più ruoli amministrativi rispetto al personale clinico e dei servizi condivisi che stanno funzionando bene negli ambienti di lavoro alternativi non torneranno fino (al più presto) a metà del prossimo anno. La nostra produttività rimane alta, forse superiore, rispetto a quando siamo nei nostri uffici, almeno per i ruoli di servizi condivisi che non hanno problemi di tecnologia dell’informazione [IT]. Stiamo iniziando a vedere un aumento degli ordini arretrati e dei rifiuti dai nostri principali fornitori. La fine dell’anno in genere porta più interruzioni e consolidamenti del catalogo da parte dei fornitori e, oltre ai problemi del prodotto COVID-19, le risorse vengono ulteriormente ampliate “. (Assistenza sanitaria & Assistenza sociale)
  • “Il livello di attività si mantiene stabile, con prospettive ottimistiche.” (Estrazione)
  • “La fiducia dei clienti sta tornando indietro come fiducia nella fine, o forse nell’addomesticamento, del COVID-19 aumenta; tuttavia, viene fornito con un alto grado di cautela per quanto riguarda l’incertezza nel mercato e una riluttanza a impegnarsi. Le conversazioni esplorative stanno aumentando, ma gli ordini difficili non lo sono. ” (Professionale, scientifico & Servizi tecnici)
  • “Gli affari sono tornati in modo solido da metà luglio, con un forte agosto e settembre. Tuttavia, i fornitori sono afflitti da sfide in termini di lead time guidate da (1) pratiche cautelative in termini di ricostruzione della capacità, (2) difficoltà di assunzione per coloro che cercano di sviluppare capacità e (3) l’impatto dei recenti uragani in alcune regioni “. (Commercio al dettaglio)
  • “Andamento delle vendite molto buono nelle vendite di prodotti per la casa, ma esistono sfide sulle condizioni di mercato, come la limitata capacità oceanica dall’Asia agli Stati Uniti, i ritardi nei porti e nei treni a causa dell’impatto della pandemia COVID-19”. (Commercio all’ingrosso). 

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector