L’AUD / USD viola la linea di tendenza al ribasso: un piano di scambio rapido

Durante la sessione di negoziazione asiatica di mercoledì, la coppia di valute AUD / USD non è riuscita a fermare la sua serie di perdite iniziali, toccando il minimo infragiornaliero ben al di sotto del livello di 0,7100, principalmente a causa della forza del dollaro USA a base ampia, sostenuta dalla vittoria di Trump in Florida, che ha immediatamente fornito un buon rialzo per il dollaro USA, e ha spinto la coppia di valute AUD / USD al di sotto del livello di 0,7100. A parte questo, l’incertezza in corso su un possibile ritardo nell’esito delle elezioni statunitensi ha mitigato l’appetito degli investitori per asset percepiti come più rischiosi, come il dollaro australiano, e ha contribuito al declino della coppia di valute.

D’altra parte, i dati ottimistici australiani, che hanno mostrato che le vendite al dettaglio australiane sono diminuite dell’1,1% su base mensile a settembre contro il -1,5% previsto, non sono riusciti a fornire alcun supporto significativo per il dollaro australiano, il che a sua volta ha portato a un’estensione del calo serie per l’AUD / USD. Oltre a questo, il tono ribassista che circonda la coppia di valute potrebbe anche essere associato ai timori in corso di un numero crescente di casi di COVID-19 negli Stati Uniti, in Europa e in alcune delle principali nazioni asiatiche. Ciò continua ad alimentare le preoccupazioni sulla ripresa economica e ha spinto gli investitori verso beni rifugio. Al contrario, i numeri ottimistici del PMI dei servizi cinesi hanno fornito una tregua per la valuta AUD, e questo è diventato un fattore chiave che sta contribuendo a limitare le perdite più profonde nella coppia di valute. La coppia di valute AUD / USD è attualmente scambiata a 0,7116 e si sta consolidando nell’intervallo tra 0,7050 e 0,7220.

Tuttavia, il sentimento del trading di mercato è stato dominato dai risultati delle elezioni statunitensi dall’inizio della giornata, il che ha mitigato l’appetito degli investitori per il dollaro australiano, che è percepito come più rischioso, e ha contribuito al calo della coppia di valute. Secondo l’ultimo rapporto, le probabilità che Trump vinca il secondo mandato sono state aumentate nelle ultime due ore, il che a sua volta ha costretto i mercati a valutare la prospettiva di una facile vittoria per il candidato presidenziale democratico Joe Biden, e il più grande pacchetto di stimolo fiscale che avrebbe dovuto accompagnarlo. Al contrario, il candidato democratico Joe Biden ha vinto in Arizona, aumentando la probabilità di un’onda blu al Congresso degli Stati Uniti. Ma il conteggio dei voti continuerà per diversi giorni, il che continuerà ad alimentare l’incertezza.

Di conseguenza, l’ampio dollaro statunitense è riuscito a mantenere i suoi guadagni per tutto il giorno, poiché i commercianti stavano ancora esultando per la vittoria del presidente Donald Trump in Florida. Ma il tono dell’offerta attorno al biglietto verde rifugio sembra essere aumentato in risposta ai mercati delle scommesse che hanno il presidente Trump come il favorito per vincere le elezioni. Tuttavia, i guadagni del dollaro USA sembrano piuttosto non influenzati dal sentimento di rischio del mercato. Pertanto, i guadagni del biglietto verde sono diventati un fattore chiave che sta mantenendo la coppia di valute sotto pressione. Nel frattempo, l’indice del dollaro USA, che traccia il biglietto verde contro un paniere di altre valute, è salito a 93,898.

Altrove, le perdite nella coppia di valute sono state ulteriormente rafforzate dai timori in corso di un numero crescente di casi COVID-19 negli Stati Uniti, in Europa e in alcune delle importanti nazioni asiatiche, che alimentano continuamente le preoccupazioni sulla ripresa economica, contribuendo quindi alle perdite per questa coppia di valute. Vale la pena ricordare che l’Europa sta imponendo restrizioni consecutive ai blocchi, in mezzo al numero crescente di casi di coronavirus. Oltre a questo, il Regno Unito, che è una delle maggiori economie europee, sta anche imponendo restrizioni di blocco, mentre il Belgio è tornato a un blocco nazionale. Nel frattempo, l’indice della produzione composita è aumentato da 54,5 di settembre a 55,7 di ottobre.

Al contrario, il dollaro australiano è poco impressionato dai dati ottimistici del PMI dei servizi cinesi, che mostrano che, a 56,8, il PMI cinese dei servizi Caixin ha battuto le stime di ottobre. Sul fronte dei dati, il PMI cinese dei servizi Caixin per ottobre si è attestato a 56,8 contro il precedente 54,8, il che indica che la crescita in termini di attività commerciale è migliorata, a fronte di una domanda più forte da parte dei clienti.

Dall’altra parte dello stagno, i dati ottimistici australiani non sono riusciti a fornire alcun supporto significativo al dollaro australiano. I consumi australiani, rappresentati dalle vendite al dettaglio, sono diminuiti meno del previsto nel mese di settembre. Sul fronte dei dati, le vendite al dettaglio si sono attestate a -1,1% mese su mese (su base mensile), contro l’atteso -1,5%. Trimestralmente, i dati del 3 ° trimestre (Q3) sono aumentati, oltre la stima del -6% e il precedente -3,4%, al + 6,5% QoQ.

In assenza di dati / eventi importanti nel corso della giornata, gli operatori di mercato terranno gli occhi sul continuo dramma che circonda le elezioni statunitensi e gli aggiornamenti sul pacchetto di stimolo statunitense. Nel frattempo, anche i catalizzatori del rischio, come la geopolitica, i guai del coronavirus e la Brexit, saranno la chiave per guardare per una nuova direzione.

Supporto e resistenza quotidiani

S 1 0.6829

S 2 0.6976

S 3 0.707

Pivot Point 0.7122


R 1 0,7217

R 2 0,7269

R 3 0,7416 L’AUD / USD continua a scambiare lateralmente, affrontando una resistenza immediata al livello di 0,7140, insieme a un’area di supporto di 0,7065. Il breakout rialzista al livello 0,7140 potrebbe estendere il trend di acquisto fino al livello 0,7206; al contrario, il breakout ribassista al livello di 0,7065 potrebbe spingere la tendenza alla vendita a 0,6994. Nel frattempo, tutti gli occhi rimangono sull’esito delle elezioni americane. In bocca al lupo!

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector