Il pregiudizio rialzista domina il petrolio greggio – sostenuto dall’ottimismo su un potenziale vaccino!

Durante l’orario di negoziazione asiatico di martedì, i prezzi del petrolio greggio WTI sono riusciti a estendere la serie rialzista del giorno precedente. Hanno raggiunto il livello più alto da marzo, sopra la metà di $ 43,00, principalmente a causa dell’ottimismo prevalente su un potenziale vaccino per il coronavirus altamente contagioso, che alla fine ha alimentato le speranze di una ripresa della domanda di carburante e ha contribuito ai guadagni del greggio..

Oltre a questo, la ragione dei guadagni nel petrolio greggio potrebbe anche essere associata a nuovi rapporti che suggeriscono che la transizione presidenziale degli Stati Uniti è finalmente iniziata, il che offre certezza politica. Inoltre, il sentimento che circonda il petrolio greggio è stato ulteriormente migliorato dalle rinnovate speranze che l’Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio (OPEC) ei suoi alleati manterranno le loro attuali restrizioni alla produzione. Ciò tende ad alleviare i timori di eccesso di offerta e fa aumentare i prezzi del petrolio.

Il sentimento ottimista del mercato gioca anche un ruolo importante nel sostenere i prezzi del petrolio greggio ad alto rendimento attraverso lo stagno. L’ottimismo del mercato è supportato dalle speranze di un vaccino contro il coronavirus e dai colloqui sulla Brexit, che hanno contribuito al fallimento del dollaro USA a base generale di ottenere offerte di rifugio sicuro, facendolo scendere in ribasso nel corso della giornata. A sua volta, questo ha anche svolto un ruolo di primo piano nel sostenere i prezzi del petrolio greggio, poiché il prezzo del petrolio è inversamente proporzionale al prezzo del dollaro USA. Al contrario, i guadagni nei prezzi del petrolio greggio potrebbero essere frenati dalle preoccupazioni per l’escalation della pandemia COVID-19, che continuano ad alimentare i timori di nuovi blocchi in diversi paesi. Il petrolio greggio WTI è attualmente scambiato a 43,50 e si consolida in un intervallo compreso tra 42,83 e 43,56.

Come abbiamo già accennato, il sentiment delle negoziazioni di mercato ha registrato un andamento positivo nel corso della giornata, poiché l’aspetto rialzista delle azioni dell’Asia-Pacifico e i guadagni dei futures sulle azioni statunitensi tendono a evidenziare l’umore di rischio. Tuttavia, la ragione alla base del sentimento di rischio sul mercato potrebbe essere attribuita a una combinazione di fattori – che si tratti del rinnovato ottimismo su un possibile vaccino per il coronavirus altamente contagioso o della certezza che circonda la transizione elettorale degli Stati Uniti, per non dimenticare i prossimi colloqui sulla Brexit. , di recente tutto ha favorito i mercati di Wall Street. Ciò è stato testimoniato dopo il S&I futures P 500 sono aumentati di oltre 18 punti, o dello 0,52% intraday. Questo sentimento ottimista del mercato ha svolto un ruolo significativo nel sostenere i prezzi del petrolio greggio ad alto rendimento.

Vale la pena ricordare che ci sono attualmente tre vaccini contro il coronavirus praticabili, con AstraZeneca PLC (LON: NASDAQ: AZN) che aggiunge il suo candidato a quelli di Pfizer Inc (NYSE: NYSE: PFE) e Moderna Inc (NASDAQ: NASDAQ: MRNA). Gli Stati Uniti hanno annunciato che probabilmente avvieranno un programma di vaccinazione entro il 12 dicembre. Questi sviluppi positivi che circondano il vaccino COVID-19 favoriscono l’umore di rischio nel mercato. Altrove, le stampe ottimistiche dei PMI statunitensi per novembre forniscono ulteriore supporto agli ottimisti.

Sul fronte, il mercato azionario statunitense ha ricevuto un ulteriore impulso dalla notizia che il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha infine accettato il suo fallimento nelle recenti elezioni e ha ordinato alla General Services Administration di avviare il passaggio di potere al presidente eletto Joe Biden. Ciò ha generato certezza politica e rafforzato il sentiment sui mercati azionari. Nel frattempo, i colloqui sul ritorno di Janet Yellen al consiglio di amministrazione degli Stati Uniti, questa volta come segretario al Tesoro, hanno anche fornito un certo sostegno ai mercati azionari.

Di conseguenza, l’ampia base del dollaro USA non è riuscito a ottenere alcuna trazione rialzista, rimanendo ribassista nel corso della giornata, poiché persistono i dubbi sulla ripresa economica globale da COVID-19. Oltre a questo, anche il sentimento di rischio sul mercato, sostenuto dall’ottimismo su un potenziale vaccino per il coronavirus altamente contagioso, ha giocato un ruolo importante nel minare il dollaro USA come rifugio sicuro. Tuttavia, le perdite del dollaro USA sono diventate un fattore chiave che ha tenuto a freno ulteriori perdite nei prezzi del petrolio greggio, poiché il prezzo del petrolio è inversamente proporzionale al prezzo del biglietto verde. Nel frattempo, alle 22:02 ET (02:02 GMT), l’indice del dollaro USA, che traccia il biglietto verde rispetto a un secchio di altre valute, era sceso dello 0,03%, a 92,487.

Dall’altra parte dell’oceano, i guadagni del petrolio greggio sono stati ulteriormente rafforzati dalla speranza che l’Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio (OPEC) ei suoi alleati, un gruppo guidato dalla Russia e noto come OPEC +, mantengano le sue attuali restrizioni alla produzione. Questa notizia tende ad alleviare i timori di eccesso di offerta e ad aumentare i prezzi del greggio. Inoltre, le crescenti probabilità di un accordo soft Brexit hanno avuto anche un impatto rialzista sui prezzi del petrolio greggio.

Al contrario, i guadagni nel greggio potrebbero essere limitati dai timori in corso di un numero crescente di casi di COVID-19 negli Stati Uniti, in Europa e in alcune delle importanti nazioni asiatiche, che alimentano continuamente i timori di nuovi blocchi in diversi paesi. Questo è diventato anche un fattore chiave che ha tenuto a freno qualsiasi aumento aggiuntivo dei prezzi del petrolio greggio. Vale la pena ricordare che l’Europa e gli Stati Uniti stanno imponendo restrizioni di blocco consecutivi, in mezzo al numero crescente di casi di coronavirus.

Guardando al futuro, gli operatori di mercato terranno d’occhio i commenti dei responsabili politici della BOJ e della Federal Reserve, che probabilmente intratterranno gli operatori del mercato, in un calendario di dati leggeri. Tutto sommato, gli aggiornamenti che circondano la Brexit, i problemi del coronavirus e le notizie sul pacchetto di stimoli statunitensi non perderanno alcun significato. In bocca al lupo!

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
Adblock
detector
map