Il petrolio greggio riesce a mantenere la tendenza rialzista della sessione precedente: una prospettiva fondamentale!

Durante la prima sessione di negoziazione asiatica di venerdì, i prezzi del petrolio greggio WTI sono riusciti ad estendere i loro guadagni del giorno precedente, rimanendo rialzisti ben al di sopra del livello medio di $ 40,00, poiché i forti dati economici statunitensi hanno alimentato le speranze di ripresa economica negli Stati Uniti. Ciò tende a sostenere la domanda di carburante e a contribuire all’aumento dei prezzi del petrolio greggio. Inoltre, il sentiment sul petrolio greggio è migliorato ulteriormente giovedì, dopo che l’Energy Information Administration ha riportato un calo delle scorte di petrolio greggio di 1 milione di barili per la settimana terminata il 16 ottobre. D’altra parte, i guadagni nei prezzi del petrolio greggio potrebbero anche essere attribuiti all’ottimismo sul pacchetto fiscale statunitense, che mantiene positivo il sentiment degli scambi di mercato ed estende il supporto ai prezzi del greggio.

Al contrario, la forza del dollaro USA su base ampia, sostenuta dai dati ottimistici degli Stati Uniti, è diventata il fattore chiave che sta frenando qualsiasi ulteriore slancio al rialzo per i prezzi del petrolio greggio. Oltre a questo, i guadagni del petrolio greggio sono stati ulteriormente frenati dal continuo aumento della produzione in Libia, che ora dovrebbe produrre oltre 500.000 barili al giorno, da appena 100.000 barili al giorno. Dall’altra parte dello stagno, i timori della tensione geopolitica tra Stati Uniti, Russia e Iran continuano a sfidare i tori del greggio. Inoltre, il numero di casi di coronavirus è in aumento al di fuori dell’epicentro europeo, il che solleva dubbi sulla ripresa della domanda globale di carburante. Questo è diventato un fattore chiave che sta tenendo un coperchio su eventuali guadagni aggiuntivi nei prezzi del petrolio greggio. Il petrolio greggio WTI è attualmente scambiato a 40,64 e si consolida nell’intervallo compreso tra 39,71 e 41,01.

Nonostante i timori di una Brexit senza accordo e la tensione geopolitica tra Stati Uniti e Russia, per non dimenticare l’aumento record mensile dei casi COVID-19 negli Stati Uniti, il sentimento del mercato commerciale ha esteso il suo tono positivo di prima, grazie al rilascio di giovedì delle richieste di disoccupazione settimanali iniziali degli Stati Uniti migliori del previsto, che hanno sollevato speranze per quanto riguarda la ripresa economica degli Stati Uniti e sostenuto i prezzi del greggio. Sul fronte dei dati, il numero di americani che hanno presentato istanza di assicurazione contro la disoccupazione, per la prima volta, è sceso a 787K la scorsa settimana secondo i dati pubblicati dal Dipartimento del lavoro degli Stati Uniti (DOL). Tuttavia, le cifre erano ben al di sotto degli 860.000 previsti e anche i numeri del mese precedente sono stati ridotti a 842.000 rispetto agli 898.000 riportati in precedenza.

Oltre a ciò, le ragioni del sentiment di negoziazione di mercato del rischio potrebbero essere attribuite agli sviluppi relativi allo stimolo fiscale statunitense. Va notato che il presidente della Camera Nancy Pelosi afferma che è necessario raggiungere un accordo. Nel frattempo, il leader democratico ha anche affermato che sono stati compiuti progressi su un pacchetto di stimoli. Permettetemi di ricordarvi che Democratici e Repubblicani hanno litigato per un pacchetto del valore di circa 2 trilioni di dollari, destinato a sostenere la ripresa dell’economia dalla crisi del coronavirus. Tuttavia, gli sviluppi positivi che circondano lo stimolo fiscale statunitense tendono a sostenere il sentiment per quanto riguarda i prezzi del petrolio greggio.

Nonostante il sentimento di rischio, l’ampio dollaro USA è riuscito ad estendere i suoi guadagni della sessione precedente, raccogliendo ulteriori offerte durante la prima sessione asiatica, grazie ai forti dati dell’economia statunitense. Ciò ha alimentato le speranze per la ripresa dell’economia statunitense e ha sostenuto il dollaro americano. Tuttavia, i guadagni del dollaro USA sono diventati il ​​fattore chiave che ha tenuto a freno eventuali guadagni aggiuntivi nei prezzi del petrolio greggio, poiché il prezzo del petrolio è inversamente proporzionale al prezzo del dollaro USA. Nel frattempo, l’indice del dollaro, che replica il biglietto verde contro un paniere di altre valute, è aumentato dello 0,4%, a 92,97, dopo aver toccato un minimo di 7 settimane a 92,46 mercoledì.

Altrove, i guadagni del petrolio greggio sono stati limitati dalle differenze in corso tra il Regno Unito e l’Unione europea (UE), riguardo a questioni spinose come la pesca e la parità di condizioni. Oltre a questo, anche i timori delle tensioni geopolitiche tra Stati Uniti, Russia e Iran hanno giocato un ruolo importante nel limitare i guadagni del prezzo del petrolio.

Inoltre, il sentiment misto che circonda i prezzi del petrolio greggio potrebbe anche essere associato alle rinnovate restrizioni di blocco, nel tentativo di fermare la seconda ondata del coronavirus, che alla fine ha alimentato le preoccupazioni per la ripresa più lenta della domanda di carburante, limitando quindi i guadagni in prezzi del petrolio. Secondo l’ultimo rapporto sui dati della Johns Hopkins University, circa la metà degli stati degli Stati Uniti sta registrando record mensili in termini di nuovi casi. Nel frattempo, anche lo stato australiano del Victoria ha registrato un numero elevato di nuove infezioni, dopo aver superato la media dei 14 giorni.

Guardando al futuro, i trader di mercato terranno gli occhi sul movimento dell’USD, a causa della mancanza di dati / eventi importanti nel corso della giornata. Tuttavia, il dibattito presidenziale finale tra il presidente Donald Trump e il suo rivale democratico Joe Biden sarà la chiave da guardare. Inoltre, i catalizzatori del rischio, come la geopolitica e il coronavirus, per non dimenticare la Brexit, non hanno perso di significato. In bocca al lupo!

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector